Numero 22

15 dicembre 2010

SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello USA
Sportello APRE
Going abroad, a cura di Eurocultura
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University 
Isola di San Servolo – Venezia
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con  Euroreporter
Contatti

 

 

In occasione delle Festività natalizie gli uffici resteranno

chiusi

 dal 1° gennaio 2011 al 10 gennaio 2011

Questionario di valutazione
Al fine di migliorare il nostro servizio Vi chiediamo di compilare il questionario di valutazione disponibile presso questo link.
Grazie per la collaborazione.
HOME
INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE
LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
VAKANZ - Salone del Turismo XX° edizione Lussemburgo, Luxexpo 14-16 gennaio 2011 
Il Salone del Turismo Vakanz che giunge nel 2011 alla sua 20a edizione è un appuntamento di estrema importanza per la promozione turistica a Lussemburgo , poiché permette ogni anno al grande pubblico e agli operatori del settore di vagliare le offerte in materia di vacanze e viaggi. Nell’edizione 2010 la fiera ha ospitato su una superficie di oltre 14.000 mq più di 200 espositori provenienti da 30 Paesi in rappresentanza di ancora più numerose destinazioni ed ha accolto in tre giorni più di 20 mila visitatori.
Nel 2003, la Camera di Commercio Italo-Lussemburghese a.s.b.l., rappresentante ufficiale dell’Italia a Luxexpo, ha creato al suo interno uno spazio del turismo tutto italiano, “In Italy”, che ha acquisito sempre maggiore importanza, diventando una vera e propria finestra sulle numerose proposte turistiche italiane e permettendo all’Italia di non essere soltanto un espositore qualsiasi nell’ambito di Vakanz,  ma 
una presenza di primo piano. La Camera di Commercio Italo Lussemburghese è così riuscita a porre l’attenzione verso realtà nuove, mettendo in luce la varietà dell’offerta turistica italiana. Negli anni precedenti hanno partecipato espositori di prestigio quali: Sardegna In Promores (2009) l’Associazione Italiana Patrimonio Unesco (2003-2005), la Regione Puglia (2003), la Regione Calabria (2003-2005), CCIAA Bergamo (dal 2003 al 2010), CCIAA Pisa (2003-2004) APT Trento e Monte Bondone (dal 2006 al 2010), APT Umbria (2007-2009), Comune di Monopoli (2010),solo per citare alcune presenze istituzionali unitamente a numerosissime imprese operanti nel settore alberghiero e consorzi alberghieri che, confermando la loro presenza di anno in anno, hanno rafforzato la loro conoscenza e presenza sul mercato attraendo un numero sempre più elevato di turisti. 
L’importante crescita, che in pochi anni ha registrato la presenza dell’Italia all’interno della Fiera Internazionale “Vakanz” è una riprova di quanto la promozione di località italiane sia fondamentale nell’Euro Regione della Saar-Lor-Lux. 
Un dato importante che rende questa parte d’Europa un punto d’interesse per la promozione del turismo italiano è rappresentato anche dall’apertura di nuove destinazioni aeree verso l’Italia grazie anche alla nascita di nuove compagnie (low cost) e allo sviluppo di alcuni aeroporti italiani (Pescara, Bari, Forli, Alghero, Lamezia, per citarne alcuni).
Poco distante dal Granducato si trovano infatti gli aeroporti di Metz/Nancy (60km) e Francoforte/Hahn, ovvero il più importante aeroporto della Ryanair nell’Europa continentale (120 km) e Bruxelles/ Charleroi collegati con il centro del Lussemburgo da un servizio di navette che assicurano le tratte tra tali aeroporti ed il centro della Capitale tutti i giorni ogni ora. 
Per la prossima edizione di Vakanz, all’interno dello spazio “In Italy”, la Camera di Commercio Italo-Lussemburghese proporrà un’immagine qualificata ed attraente dell’offerta turistica italiana, dando rilievo alla cultura italiana, alla sua ricchezza artistica, paesaggistica ed enogastronomica. 
Tale spazio sarà quindi messo a disposizione di Regioni, Provincie, Comuni, Enti locali, Consorzi ed imprese italiane che, attivi nel settore turismo, intendano beneficiare di una vetrina internazionale specializzata al fine di promuovere il proprio territorio e la propria offerta. 
A disposizione per eventuali ulteriori informazioni Roberto Bassetto - tel. 041 0999411; roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it . 
SEMINARI - Il ruolo globale dei diritti di proprietà intellettuale ed il loro inquadramento nelle dinamiche multidisciplinari di crescita aziendale
La Camera di Commercio di Verona, attraverso il proprio Sportello Tutela della Proprietà Intellettuale, organizza il 19 gennaio ed il 16 febbraio 2011 due seminari sulla tutela della proprietà intellettuale. Nel primo seminario verranno trattate le priorità degli interventi aziendali relativi alla tutela della proprietà intellettuale, mentre nel secondo verranno trattati l’utilizzo degli strumenti di registrazione internazionale e la valorizzazione contrattuale della proprietà intellettuale. La partecipazione è gratuita. Per l’iscrizione è necessario compilare ed inviare le schede di adesione disponibili ai link sopra riportati.
SME FORUM LUSSEMBURGO 2011 – Evento B2Fair presso Luxexpo nell’ambito del salone professionale CONTACT– Lussemburgo, 10-11 febbraio 2011 
Desideriamo informarVi che la Camera di Commercio del Lussemburgo in collaborazione con la rete Enterprise Europe Network organizza l’evento B2fair SME Forum 2011. 
Obiettivo principale di B2Fair è di incentivare la cooperazione transnazionale e di aumentare la competitività e la crescita delle PMI tramite l’organizzazione di incontri di business to business nell’ambito di importanti eventi fieristici e convegni internazionali. 
In questo contesto Unioncamere del Veneto - Eurosportello invita le aziende venete operanti nei seguenti fattori:
  • Ambiente e Energie rinnovabili: energie e sviluppo durevole; servizi e tecnologie dell’ambiente; 
  • Automobilistico 
  • Costruzioni: ingegneria della costruzione, falegnameria, sistemi di riscaldamento, sanitari e climatizzazione; 
  • Meccanica e Metallurgia: ingegneria meccanica, trasformazione dei metalli e prodotti metallici; 
  • Prodotti alimentari 
  • Servizi alle imprese: servizi di consulenza (gestione risorse umane), comunicazione, marketing e stampa, tecnologia dell’informazione e della comunicazione (ICT), organizzazione aziendale, formazione ed educazione, finanza e assicurazione, servizi immobiliari, altri servizi; 
  • Trasporto e Logistica 
a partecipare al workshop SME FORUM 2011 durante la manifestazione fieristica CONTACT che si terrà nei giorni 10 e 11 febbraio 2011 a Lussemburgo
L’evento offre l’opportunità di entrare in contatto diretto con imprese lussemburghesi e di altri paesi europei considerata la posizione strategica del Lussemburgo. Rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo di relazioni commerciali e di cooperazione. 
Gli incontri bilaterali/commerciali tra le aziende si baseranno su un’agenda di lavoro personalizzata e prestabilita secondo le richieste di collaborazione della Vostra azienda. 
Per i visitatori l’iscrizione all’evento è soggetta al pagamento di
  • 175,00 € (IVA esclusa) per il primo visitatore 
  • 75,00 € (IVA esclusa) per il secondo visitatore 
Per gli espositori la partecipazione all’evento B2Fair è gratuito
Per ogni azienda partecipante all’evento B2Fair l’iscrizione da’ diritto a: 
  • assistenza tecnica prima, durante e dopo l’evento 
  • visibilità nel portale dedicato al workshop ( www.b2fair.de/english.asp
  • entrata in fiera 
  • agenda personalizzata di incontri bilaterali 
  • materiale informativo 
  • servizio di interpretariato se richiesto 
  • light lunch durante i due giorni dell’evento 
  • invito all’inaugurazione e alla cerimonia di chiusura dell’evento 
  • servizio di trasporto dall’hotel convenzionato alla fiera 
Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di inviare la scheda di adesione compilata a Unioncamere del Veneto – Eurosportello entro il 21 gennaio 2011 al seguente numero di fax 041 0999401 o via e-mail rossana.colombo@eurosportelloveneto.it
Per validare la registrazione effettuata da Unioncamere del Veneto-Eurosportello nel sito dedicato all’evento dovrete successivamente effettuare il pagamento con la Vostra carta di credito utilizzando il nome utente e la password che provvederemo a comunicarVi. 
Per maggiori approfondimenti sull’evento in oggetto, Vi consigliamo di consultare il portale dedicato www.b2fair.de/english.asp  
Per ulteriori informazioni contattare Rossana Colombo – Roberto Bassetto - tel. 041 0999411 - rossana.colombo@eurosportelloveneto.it  e roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it
Tunisia Health Expo - Tunisi, 24-27 Febbraio 2011 
Tunisia Health Expo è considerato il più grande appuntamento dei professionisti della salute in Tunisia. L’organizzazione della manifestazione è curata dall'ente fiera internazionale di Tunisi sotto l'egida del Ministero della Sanità Pubblica ed in collaborazione con la Federazione Nazionale della Salute e l’Associazione dei Professionisti del Settore Sanitario. 
È un evento internazionale aperto in particolare ai paesi del bacino mediterraneo ed i paesi africani e si prefigge di fare conoscere le realizzazioni della Tunisia nel settore sanitario, le sue capacità di esportazione ed il forte potenziale del mercato in materia di investimenti. 
Il salone è riservato agli operatori di settore e sarà composto da spazi dedicati ai seguenti rami di attività: 
SERVIZI SANITARI : cliniche private, case di cura specializzate nella dialisi, agenzie di viaggio specializzate nel turismo medicale, strutture alberghiere che offrono facilitazioni a turisti con particolari necessità. 
THALASSO e TERMALISMO : centri specializzati in talassoterapia, stazioni termali, produttori/fornitori di apparecchiature destinate alla talassoterapia e al termalismo, concept di centri di talassoterapia/termalismo, fornitori di prodotti e di cure utilizzati in centri di talassoterapia/termali, produttori di acque minerali. 
INDUSTRIE FARMACEUTICHE : fornitori di materie prime per l’industria farmaceutica, laboratori. 
APPARECCHIATURE : apparati di respirazione, mobili medicali, radioterapia, ortopedia e protesi, strumenti ed apparati medicali. 
BENESSERE : fornitori di apparati, complementi alimentari e dietetici, prodotti di cura naturali e prodotti di bellezza, SPA. 
INFORMATICA : produttori e distributori di sistemi di gestione dell’informazione, Materiali di informatica, telemedicina, soluzioni ed applicazioni informatiche per il settore sanitario, Sistema, soluzioni ed applicazioni informatiche di sicurezza.
IGIENE OSPEDALIERA e GESTIONE DEI RIFIUTI: raccolta, trasporto e smaltimento .
Eurosportello del Veneto, che dispone di una rete di contatti istituzionali ed imprenditoriali in loco utile per l’organizzazione di stand e di incontri bilaterali di tipo commerciale, invita tutte le aziende del settore interessate a manifestare la propria volontà a partecipare a questo importante evento internazionale del Nord Africa. 
Per ulteriori informazioni contattare il dott. Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 - roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it  
ECOBUILD 2011 – Londra, 1-3 marzo 2011 
Ecobuild è riconosciuto come il più grande evento al mondo dedicato alle energie rinnovabili ed all’edilizia ecosostenibile, un nuovo modo di costruire più evoluto che minimizza l’utilizzo delle risorse ambientali. 
Con più di 1.000 espositori e 41.000 visitatori nel 2010 è il più atteso evento dell’anno per gli addetti al settore. 
Nella scorsa edizione ha ospitato le più importanti realtà italiane nel settore dell’ecosostenibilità con una forte presenza delle province di Trento e Bolzano oltre che una folta partecipazione di associazioni italiane sponsor della manifestazione ed una selezione delle aziende più lungimiranti operanti nel settore. 
Può essere considerato uno show sugli ultimi prodotti e servizi, le migliori tecniche e progetti d’avanguardia nel mondo del design sostenibile oltre che un contenuto di informazioni intensivo che include dibattiti, seminari pratici e discussioni tutti a partecipazione libera e tenuti dai relatori più importanti del settore. 
Le aree espositive comprendono la “Solar city” con dimostrazioni di installazione da parte di Schoco, Vaillant, Alpha Heating, Innovation and Solarcentury, la “Green SCI” dedicata agli eco-materiali, la “Zero Carbon house” per la realizzazione di case studiate per contenere al minimo il consumo energetico, la “Off-grid living” per vivere in modo autosufficiente, la “A river runs through” per società di materiali naturali, per l’ utilizzo di materiali reciclati e lo studio su come reciclare, la “Timber” per i modelli di case realizzate in legno, la “EEWI live” dedicata ai muri esterni e ai sistemi di isolamento e la “Fast-forward foundation” dedicata a dimostrazioni no-stop. 
La Camera di Commercio italiana per il Regno Unito, in qualità di promotore esclusivo della manifestazione sul territorio italiano è in grado di offrire costi di partecipazione agevolati alle aziende interessate ad esporre nell’area italiana. http://www.italchamind.eu/IT/tradefairs.aspx?id=81  
L’edizione del 2011 vede coinvolti i partner della rete comunitaria Enterprise Europe Network (500 uffici in 40 paesi) nell’organizzazione di un evento di incontri bilaterali che si svolgeranno il 2 marzo 2011 in un’area adibita all’interno della fiera. 
Eurosportello del Veneto, quale partner della rete EEN per il Veneto, invita le aziende dei settori sopracitati a partecipare all’evento di incontri bilaterali iscrivendosi nel seguente sito: http://ecobuild.b2b-match.com/p_index.php  
Per informazioni ed assistenza contattare il dott. Roberto Bassetto - tel. 041 0999419- email: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it e la sig.ra Rossana Colombo - tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it.
21° Fiera Internazionale dell’Agroalimentare, dell’Alimentazione e dell’Enologia DETROP-OINOS 2011 - Salonicco (Grecia), 11-14 marzo 2011
La Camera di Commercio Italo-ellenica di Salonicco, partner per l'Italia dell'Ente Fieristico di Salonicco HELEXPO S.A. ha il piacere di promuovere la 21a Fiera Internazionale dell'Agroalimentare, dell'Alimentazione e dell'Enologia DETROP-OINOS 2011, che si svolgerà a Salonicco dall’11 al 14 marzo 2011.
Aperta agli operatori del settore e nell’ultimo giorno anche al pubblico, la DETROP-OINOS rappresenta da anni l’evento più completo ed interessante del settore dell’agroalimentare e dell’enologia non solo per la Grecia ma anche per tutta l’area del sud dei Balcani con visitatori provenienti dalla Bulgaria, dalla Romania, dalla Serbia, dal FyroM, dall’Albania e dalla Turchia. 
Come da molti anni a questa parte, anche in questa edizione, la nostra Camera di Commercio organizza degli spazi espositivi destinati all’alimentare italiano ospitando produttori italiani e rappresentanti locali di aziende italiane, fornendo loro completo supporto sia nelle fasi di adesione, sia nelle fasi di preparazione che nelle fasi di svolgimento della fiera. 
Le ditte interessate a partecipare all’edizione 2011 della DETROP-OINOS di Salonicco, sono pregate di compilare il modulo allegato per ricevere approfondimenti e costi di partecipazione. 
Per ulteriori informazioni contattare Rossana Colombo - tel. 041 0999411 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it 
HOME
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulle operazioni di assunzione ed erogazione di prestiti dell'unione europea nel 2009 COM(2010) 709 definitivo
POLITICA SOCIALE COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio - Il volontariato quale espressione della solidarietà dei cittadini dell'Unione europea: prime osservazioni su un corpo volontario europeo di aiuto umanitario 
COM(2010) 683 definitivo

COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio - Revisione intermedia del piano d'azione per il Consenso europeo sull’aiuto umanitario: per un'azione umanitaria dell'Unione efficace e fondata sui principi SEC(2010) 1505 definitivo COM(2010) 722 definitivo

UNIONE DOGANALE E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio - Strategia di preparazione di taluni paesi limitrofi all'adesione alle Convenzioni CEEFTA del 1987 relative ad un regime comune di transito e alla semplificazione delle formalità negli scambi di merci COM(2010) 668 definitivo
POLITICA REGIONALE E COORDINAMENTO DEGLI STRUMENTI STRUTTURALI RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'andamento delle spese del FEAGA - Sistema d’allarme n. 7-10/2010 COM(2010) 696 definitivo

COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio - Il ruolo futuro delle iniziative regionali COM(2010) 721 definitivo

CONSUMATORI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 1059/2010 della Commissione del 28 settembre 2010 che integra la direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura indicante il consumo d’energia delle lavastoviglie per uso domestico (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 314/2010)

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 1060/2010 della Commissione del 28 settembre 2010 che integra la direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura indicante il consumo d’energia degli apparecchi di refrigerazione per uso domestico (Testo rilevante ai fini del SEE)(GUUE L 314/2010)

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 1061/2010 della Commissione del 28 settembre 2010 che integra la direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura indicante il consumo d’energia delle lavatrici per uso domestico (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 314/2010)

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 1062/2010 della Commissione del 28 settembre 2010 che integra la direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura indicante il consumo d’energia dei televisori (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 314/2010)

DECISIONE della Commissione del 1 o dicembre 2010 riguardante il contributo finanziario dell’Unione per il 2011 destinato ad alcuni laboratori di riferimento dell’Unione europea per il controllo dei prodotti alimentari e dei mangimi [notificata con il numero C(2010) 8350] (I testi in lingua danese, francese, inglese, italiana, olandese, spagnola, svedese e tedesca sono i soli facenti fede) (2010/736/UE) (GUUE L 316/2010)
HOME
APPROFONDIMENTI
CONSULTAZIONE PUBBLICA SU “LIFE PLUS”
Lo scorso 30 novembre la Commissione europea ha lanciato una nuova consultazione pubblica per conoscere obiettivi, modalità di attuazione ed attività per il prossimo periodo di attivazione dello strumento finanziario per l’ambiente, il programma “Life Plus”. La scadenza per partecipare alla consultazione è il prossimo 15 febbraio 2011. Life Plus, il programma della DG Ambiente, nel periodo 2007-2013 ha avuto a disposizione un budget di 2,17 miliardi di euro, con i quali sono stati realizzati moltissimi progetti di interesse per tutti gli Stati Membri.
POLITICA REGIONALE, NUOVO FORUM ONLINE
Nei giorni scorsi la Commissione europea ha lanciato un nuovo sito internet, con un forum, per facilitare i contatti e lo scambio di buone pratiche in tema di politica regionale. Il sito è disponibile al seguente link: www.regionetwork2020.eu  . È nato inoltre per supportare la nuova strategia Europa2020. 
CONSULTAZIONE PUBBLICA SUL CIP 2007 2013 Programma quadro per la competitività e l'innovazione 
La consultazione serve per fornire alla Commissione europea il parere del pubblico su alcuni settori prioritari in cui l’Unione europea interverrà, per orientarne le modalità di intervento e la scelta di strumenti.
Il documento originale e’ disponibile on line al sito http://ec.europa.eu/cip/public_consultation/index_en.htm .
Il sondaggio e’online dall'8 novembre e sarà disponibile fino al 4 febbraio 2011 dopo tale data, una relazione di sintesi sarà elaborata dal servizio responsabile della Commissione europea, e i risultati saranno pubblicati sul sito web CIP .
In aggiunta a questo sondaggio pubblico, una conferenza pubblica sarà organizzata il 25 gennaio 2011 a Bruxelles per discutere gli orientamenti futuri del nuovo programma
BEI, PRESTITO DI 600 MILIONI DI EURO A ENEL
La Banca europea per gli investimenti (BEI) ed Enel Green Power (EGP) hanno siglato a Roma, lo scorso 10 dicembre, la prima tranche (del valore di 440 milioni di euro) di un prestito del valore complessivo di 600 milioni di euro destinato al finanziamento del piano di investimento triennale del gruppo Enel in Italia, nel campo delle energie rinnovabili. Tale prestito servirà nel periodo 2011-2013, e porterà all’installazione di nuovi impianti per la fornitura di energia da fonti rinnovabili. 
EXPORT HELPDESK DISPONIBILE IN RUSSO 
Dopo il successo dell’Export Helpdesk in arabo, la Commissione europea ha deciso di presentare anche in russo la nuova versione del sito internet. Tale servizio offre le informazioni essenziali per gli esportatori interessati ad estendere il proprio giro di affari in Europa e nel mondo. Per ulteriori informazioni: http://exporthelp.europa.eu/index_en.html  
MARCATURA CE PIù SEMPLICE: NUOVO SITO WEB PER consumatori E PROFESSIONISTI
Per semplificare la comprensione delle norme e l’utilizzo della marchiatura CE, la Commissione europea ha deciso di mettere al servizio dei consumatori e dei professionisti un nuovo sito internet dedicato. Il sito è a sua volta diviso in sotto settori e diverse sezioni a seconda delle esigenze individuali di ciascun utente. Il sito offre anche moltissime informazioni sui singoli Paesi. 
Per ulteriori informazioni: http://ec.europa.eu/enterprise/e_i/news/article_10801_en.htm  
HOME
GARE D'APPALTO
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
HOME
RICERCA PARTNER
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
HOME
BANDI EUROPEI
Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.
HOME
BANDI FONDI STRUTTURALI
Regione Veneto - Bando di Gara - Scade il: 31/12/2013 
Bando per la presentazione delle domande di riconoscimento degli organismi di consulenza. Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 114
GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA 
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto è disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2010.
Per scaricarla: http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/Guida2010.pdf  
HOME
EURO COOPERAZIONI
Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali
HOME
SPORTELLO EUROPA ROMANIA
Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorità romene nel periodo 2007-2013. E’ il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere l’imprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di più sui fondi strutturali e sulle opportunità di finanziamento che questi offrono.

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi già pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilità e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di contattare il referente dello Sportello Europa Romania.


Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 – 2° piano
030102 Bucarest – Romania
Referente: Matteo Peri
NEWS FONDI STRUTTURALI
Programma Operativo Sviluppo Risorse Umane (POS DRU)
Il numero di progetti contrattati all’interno del POS DRU si è triplicato nel 2010
Secondo un comunicato dell’Autorità di Management del POS DRU, le misure avviate nell’ultimo periodo hanno portato quest’anno ad una maggiore efficienza del sistema di contrattazione e di implementazione, aumentando di circa cinque volte rispetto al 2009 il volume dei pagamenti operati.
Tra tali misure compaiono la modifica del meccanismo di erogazione del prefinanziamento che assicura il flusso di cassa per l’implementazione delle varie attività e la modifica delle disposizioni della Guida del Sollecitante – Condizioni Generali, per diminuire le incertezze e ridurre il periodo di valutazione dei progetti.
Il valore dei progetti selezionati è stato di cinque volte superiore rispetto al 2009.
Al 2 novembre 2010 erano stati presentati 7.178 richieste di finanziamento per un valore complessivo pari a 35.648.041.001 RON. 
Di questi, 2.146 progetti sono stati approvati (13.947.341.424 RON).
L’evoluzione annuale si presenta come segue:
A fine 2008 – 174 progetti approvati (1,41 miliardi RON contributo pubblico);
A fine 2009 - 875 progetti approvati (2,83 miliardi RON contributo pubblico);
Al 2 novembre 2010 – 2.146 progetti approvati (13,95 miliardi RON contributo pubblico).
A seguito dei miglioramenti apportati al sistema di contrattazione, nei primi 10 mesi del 2010 il numero dei progetti contrattati è stato tre volte superiore rispetto al 2009. Nel periodo 1 gennaio 2010 – 2 novembre 2010 sono stati firmati 1.070 contratti (cioè il 66,7% di tutti i progetti contrattati).
Al 2 novembre 2010 sono stati registrati pagamenti per un totale di 1.620.234.516 RON, di cui i pre-finanziamenti ammontano a 1.410.188.145 e i rimborsi a 210.046.372 (l’incremento dei pagamenti rispetto al 2009 è stato di circa il 566%).
VARIE
In gennaio si lancia un nuovo bando per il Programma di Cooperazione Romania-Serbia
Il 29 novembre 2010 si è svolto a Vrsac, in Serbia, la quarta riunione del Comitato Comune di Monitoraggio del Programma IPA di Cooperazione Trasfrontaliera Romania-Serbia.
Durante l’incontro sono stati approvati i seguenti documenti:
  • Piano Annuale di Valutazione per il 2011;
  • Piano Annuale di Comunicazione per il 2011;
  • Guida del Sollecitante per il secondo bando del Programma.
Il secondo bando è programmato per il gennaio 2011 e dovrebbe avere un budget di 15 milioni di euro. All’interno della Misura 2 “Ambiente e gestione delle situazioni di urgenza” verrà lanciato un’operazione dedicata in modo specifico alla “Strategia UE per la Regione del Danubio”.
Calendario aggiornato dei bandi: alcune linee di finanziamento previste per dicembre sono state rinviate ai primi mesi del 2011
L’Autorità di Coordinamento degli Strumenti Strutturali (ACIS) ha pubblicato il 30 novembre il calendario orientativo dei bandi previsti per tutti i Programmi Operativi.
Per il mese di dicembre sono attese sei linee di finanziamento.
Per il POS DRU sono annunciate 4 linee di finanziamento, cioè:
Settore di Intervento 2.3 “Accesso e partecipazione alla FPC” – progetti strategici;
Settore di Intervento 4.2 “Formazione del Personale dei Servizi Pubblici all’Occupazione” – progetti strategici;
Settore di Intervento 6.1 “Sviluppo dell’Economia Sociale” – progetti di tipo grant;
Settore di Intervento 6.4 “Iniziative transazionali per un mercato inclusivo del lavoro” – progetti strategici.
Per il POS CCE sono invece annunciate due linee di finanziamento:
233 – “Promozione dell’innovazione nelle imprese”;
311 – “Sostegno per l’accesso alla banda larga e ai servizi collegati”.
Programma Operativo Sviluppo della Capacità Amministrativa (PO DCA): lanciato il primo bando per il 2010
Il 3 dicembre 2010 l’AM PO DCA ha lanciato il bando nr. 1/2010 “Crescita della capacità delle ONG di collaborare con le istituzioni dell’amministrazione pubblica della Romania”, all’interno dell’asse 1 “Miglioramento della struttura e del processo di management del processo decisionale pubblico”.
Il termine limite per la presentazione dei progetti è il 31 gennaio 2011, ore 16:00.
I sollecitanti eleggibili sono le ONG che svolgano un’attività rilevante nel settore dell’amministrazione pubblica.
Attività eleggibili:
  • Formazione, networking;
  • Attività che abbiano come risultato delle iniziative di partenariato con le autorità pubbliche centrali e locali;
  • Consolidamento dei meccanismi di consulto con le autorità pubbliche centrali e locali;
  • Elaborazione di procedure di cooperazione tra autorità pubbliche e partner sociali;
  • Scambio di buone pratiche e loro applicazione su larga scala, visite di studio, organizzazione di seminari, conferenze e tirocini pratici volti a migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi erogati;
  • Audit del progetto effettuato da un auditor autorizzato (attività obbligatoria).
HOME
SPORTELLO BALCANI
ROMA-BELGRADO, MOSTRA CONGIUNTA
Lo scorso 10 dicembre il Ministro della cultura serbo ed il Presidente Giorgio Napolitano hanno inaugurato presso il Palazzo del Quirinale a Roma la mostra del Museo nazionale di Belgrado, “L’Italia e il restauro del Magnifico Cratere”. Napolitano ha sottolineato che tale collaborazione esprime quanto siano vicini i due paesi, in un contesto comune come il Mediterraneo. La conservazione ed il restauro del cratere di Trebeniste, che si trova nel Museo nazionale di Belgrado, effettuati dagli esperti italiani, sono solo l’ultimo esempio di sostegno economico e di effettiva attività congiunta sul fronte culturale tra i due paesi. 
SERBIA, NOVITA’ PER LA CANDIDATURA DI ADESIONE
Nei giorni scorsi il presidente del governo serbo ha dichiarato, dopo una riunione con il commissario europeo per l’allargamento, che l’obiettivo principale della Serbia è che nel 2011, insieme allo status di candidato, sia definita anche la data d’inizio dei negoziati di adesione. Il Commissario Fule ritiene infatti che la Serbia stia lavorando con diligenza su molti fronti ma la piena cooperazione con il Tribunale dell'Aja è un punto cruciale non ancora risolto per i prossimi passi verso l'Unione europea.
SERBIA, ACCORDO CON EFTA
Con il nuovo anno dovrebbe cominciare la piena applicazione dell’Accordo sul libero scambio tra la Serbia e gli Stati membri dell’Associazione europea di libero scambio (EFTA), dopo la ratifica del documento presso i parlamenti di Norvegia ed Islanda. L’accordo, firmato a dicembre 2009, comprende la liberalizzazione del commercio dei prodotti industriali e agrari. Dall’inizio di applicazione dell’accordo i prodotti industriali serbi saranno esportati nei paesi dell’EFTA senza dazi doganali, mentre li dazi di importazione in Serbia saranno gradualmente aboliti entro il 2014. 
SERBIA, TASSI DI INFLAZIONE
Nei giorni scorsi il Ministro serbo del commercio e dei servizi ha dichiarato che l’inflazione annua per il 2010 nel Paese sarà complessivamente compresa tra 9% e 10%, più del previsto e più della politica economica proiettata per questo anno. L’inflazione nel prossimo anno dovrebbe essere di 4 o 5 punti percentuali più bassa rispetto al 2010. Una delle ragioni del tasso di inflazione così alto nel 2010 è anche il deprezzamento del dinaro, ovvero il calo del valore della valuta serba di circa 15% a livello annuo. 
SERBIA, ADESIONE ALL’OMC
La Serbia sta per concludere i propri negoziati di adesione a l’OMC, cominciati nel 2005. I paesi membri hanno accolto con favore gli sforzi ed i progressi significativi compiuti dal Paese per mettere in opera dei nuovi testi legislativi conformi alle regole dell’organizzazione. La Serbia ha firmato degli accordi bilaterali sull’accesso al mercato dei beni e servizi con Giappone, Norvegia ed Honduras, e deve procedere alla firma con l’UE, il Canada e la Corea del Sud.
CROAZIA, AVANZAMENTO NEL DIALOGO SULL’ADESIONE
La Croazia, in occasione della prossima conferenza di adesione fissata a Bruxelles per il prossimo 22 dicembre, dovrà chiudere tre capitoli ed in totale dunque alla fine del 2010 dovrà aver chiuso 28 dei 35 capitoli complessivi. La conclusione dei negoziati nel paese è ormai prossima ma sarà necessario attuare degli sforzi supplementari per rinforzare l’indipendenza della giustizia, la lotta alla corruzione, la riforma dell’amministrazione pubblica, la tutela dei minori ed altri ancora. Si dovrà ridiscutere anche di tutta la situazione dei paesi dei Balcani Occidentali, tra cui Serbia, Montenegro ed ex repubblica jugoslava di Macedonia entro la seconda metà del 2011 La Commissione europea dovrà anche presentare il suo avviso sullo stato di candidatura della Serbia, mentre la Bosnia-Erzegovina dovrà velocemente adeguarsi a i criteri politici richiesti. 
BEI, APERTURA DI UN UFFICIO A BELGRADO E PRESTO IN SERBIA
Lo scorso 29 novembre la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha aperto un proprio ufficio di rappresentanza a Belgrado; in tale occasione il Presidente della BEI ha dichiarato che risulta di fondamentale importanza agevolare il lavoro della BEI all’interno dei Balcani. Alla cerimonia di apertura sono stati firmati anche tre prestiti, uno per la costruzione di una nuova tratta di autostrada lungo il Corridoio paneuropeo numero X, uno per la costruzione di un nuovo ponte sul fiume Sava a Belgrado ed un altro nel campo dell’elettronica in Serbia. 
SERBIA, NOVITA’ NELL’AMBITO DI SOUTH STREAM
Lo scorso 1° dicembre la compagnia energetica JP Srbijagas e South Stream hanno siglato uno studio di fattibilità per la costruzione di una parte in Serbia del gasdotto italo-russo. Il gasdotto, la cui porzione serba dovrà essere approvata da tutti gli Stati membri transiterà attraverso Bulgaria, Ungheria e Slovenia.
SERBIA, QUESTIONARIO DELL’UE
Nei giorni scorsi il vicepresidente del governo serbo ha dichiarato a Bruxelles, in occasione del forum ministeriale dell’Unione europea e dei Balcani occidentali sulla giustizia, che la Serbia è diventata nel corso degli anni leader regionale nell’applicazione degli standard europei negli affari interni. Il rapporto annuo della Commissione europea sul progresso del paese ha valutato infatti positivamente la lotta al crimine organizzato e le misure che il Paese ha assunto in tal senso. La Serbia è anche ben preparata per le questioni del “Questionario sull’adempimento delle condizioni per l’adesione all’UE”, che il commissario Fule ha consegnato al Premier serbo.
NUOVA SPINTA ALLA SERBIA PER I CRIMINI DI GUERRA
Nei giorni scorsi il procuratore capo del Tribunale penale internazionale dell'Aja ha esortato il governo serbo a lavorare in maniera più costruttiva per arrivare alla cattura di Ratko Mladic e Goran Hadzic, gli ultimi due criminali di guerra serbi ancora in libertà. Il procuratore capo del Tpi in occasione del Consiglio di sicurezza dell’ONU, ha presentato il rapporto semestrale sullo stato della collaborazione della Serbia con il Tribunale dell'Aja; l'arresto di Mladic e Hadzic è stato infatti posto come condizione necessaria per ulteriori progressi della Serbia verso l'integrazione europea. 
PRESIDENTE SERBO IN VISITA A ZAGABRIA
Nei giorni scorsi il presidente serbo è giunto in Croazia per una visita ufficiale nel corso della quale ha discusso delle questioni bilaterali ancora aperte tra le due ex repubbliche balcaniche. Oltre ad aver espresso le proprie scuse per i crimini commessi ed il rammarico per le vittime innocenti, il presidente serbo ed il presidente croato hanno parlato della questione del confine non definitivamente tracciato sul Danubio, dei diritti delle rispettive minoranze e del rientro dei profughi serbi in Croazia.
BALCANI, EUROJUST PRETENDE ACCORDI TRA I PAESI DELLA REGIONE
In occasione del Forum UE - Balcani, tenutosi nei giorni scorsi a Bruxelles, Eurojust, l'organismo di cooperazione giudiziaria dell'Unione europea, ha dichiarato di puntare a coprire, entro il 2011, tutta l'area dei Balcani. È necessario infatti stipulare un'intesa formale con tutti i Paesi della regione, dal momento che Eurojust è una delle agenzie essenziali per la cooperazione giudiziaria su tutti i fronti e su tutti i tipi di crimini. Sono state individuate tre priorità nelle relazioni fra UE e Balcani, ovvero il controllo dell’immigrazione, la lotta all’illegalità e la protezione dei dati. 
BEI, INAUGURATO UFFICIO A BELGRADO
Nei giorni scorsi il presidente della Banca europea investimenti (BEI) ha inaugurato l’ufficio della BEI a Belgrado, alla quale sono intervenuti il vice presidente della BEI, responsabile delle operazioni nei Balcani occidentali, il premier serbo ed il vice premier responsabile per l'integrazione europea. In tale occasione sono stati firmati anche tre differenti accordi per crediti per un totale di 325 milioni di euro a favore di altrettanti progetti relativi ai settori delle infrastrutture e dell’energia nel Paese. 
CROAZIA, UTILIZZATO IL 92% DEI FONDI IPA 2007 - COMPONENTE I
È stato reso noto che la Croazia, nell’ambito del programma IPA 2007 - Componente I, che si occupa del sostegno alla transizione ed allo sviluppo istituzionale, ha firmato 74 contratti del valore complessivo di circa 37 milioni di euro, ovvero il 92% del valore totale dei fondi destinati alla Croazia. L’assistenza fornita nell’ambito dello strumento IPA è utilizzata per finanziare investimenti, appalti, sovvenzioni, prestiti a condizioni speciali, garanzie sui prestiti e per il sostegno al bilancio dello Stato. 
LA BANCA EUROPEA PER LA RICOSTRUZIONE E LO SVILUPPO VALUTA IL PIL CROATO PER IL 2011
La Banca Europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) prevede un aumento dell’1,9% del PIL croato per l’anno 2011, dopo una diminuzione dello stesso di più di 10 punti percentuali a causa della crisi economica. Nei suoi 16 anni di attività in Croazia, la BERS ha investito più di 2,4 miliardi di euro, con investimenti in 110 progetti; nel 2010 ha finanziato progetti per 380 milioni di euro e l'anno prossimo intende investire in Croazia altri 300 milioni di euro.
FERROVIARIA PIANEGGIANTE FIUME-BOTOVO
Il nuovo Presidente delle Ferroviarie croate (HZ) ha affermato che la costruzione della linea ferroviaria tra Fiume e Botovo è una priorità; è stato inoltre annunciato un piano di investimenti biennale del valore complessivo di oltre mezzo miliardo di euro, fondi che saranno reperiti dai prestiti della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) ed dai fondi di coesione. 
FINANZIAMENTI DELL'UE PER IL GASDOTTO CROAZIA – UNGHERIA
La compagnia petrolifera ungherese Mol ha firmato nei giorni scorsi con la Banca Europea per gli investimenti (BEI) un accordo di prestito per un importo di circa 150 milioni di euro, per il finanziamento della costruzione di un gasdotto di collegamento delle due reti nazionali di gasdotti, della lunghezza complessiva di circa di 205 chilometri. Sarà così possibile il collegamento tra le reti distributive di Ungheria, Croazia, Bosnia-Erzegovina ed Italia. 
NAZIONI UNITE, INVESTIMENTI IN CROAZIA
Nei giorni scorsi la regione di Zara ha siglato con l’UNDP (United Nations Development Programme) quattro contratti del valore complessivo di circa 150.000 euro per quattro diversi progetti per un centro di formazione per l’installazione di sistemi fotovoltaici, per la costituzione di un gruppo di azione locale tra le isole della regione di Zara, per lo sviluppo rurale nella contea e per la fornitura di attrezzature per il Soccorso alpino. Finora l’UNDP ha investito in Croazia circa 1,3 milioni di euro nella sola regione di Zara.
HOME
SPORTELLO USA
Eurosportello Veneto-Stati Uniti nasce per dare assistenza e supporto informativo alle PMI Venete interessate ad investire e/o ad esplorare ed operare nel mercato americano. Con l’obiettivo di promuovere e rafforzare la cooperazione transatlantica, lo sportello fornisce informazioni ed assistenza anche ad imprese americane interessate a diverse forme di cooperazione transatlantica orientandone il focus e gli obiettivi verso il territorio veneto.
Lo Sportello ha base a New York ed è il frutto di un accordo di collaborazione con l’unico ufficio della rete europea Enterprise Europe Network (EEN) presente negli Stati Uniti. Lo sportello opera coordinandosi con le istituzioni italiane, con la rete delle camere di Commercio Italiane negli Stati Uniti e con istituzioni e soggetti americani attivi nel sostegno all’imprenditoria. La costituzione e il rafforzamento di tale network sono condizione necessaria per stimolare e partecipare attivamente al Programma europeo di cooperazione transatlantica, fornendo in questo modo alle imprese strumenti e opportunità concrete di confronto costruttivo attraverso la presentazione di progetti condivisibili soprattutto nell’ambito della Ricerca e dell’innovazione.

Eurosportello Veneto - USA
c/o EABO (European American Business Organization)
Tel: +1 347 821 2384 
Fax: +1 212 972 3026
E-mail: debacco@eurosportelloveneto.it
Referente: Beatrice De Bacco
INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE
TEC (TRANSATLANTIC ECONOMIC COUNCIL) WASHINGTON 16-17 DICEMBRE 2010 
Dopo un anno in cui non sono stati organizzati incontri, finalmente il 16-17 dicembre p.v. il Consiglio economico transatlantico (TEC – Transatlantic Economic Council) è si riunisce a Washington. L'incontro vedrà la partecipazione di membri della Commissione europea e rappresentanti di alto livello dell'Amministrazione Obama. Il Consiglio è presieduto dal commissario europeo Karel De Gucht e Michael Froman, vice assistente del presidente degli Stati Uniti e vice consigliere per la sicurezza nazionale per gli affari economici internazionali. Il TEC è stato creato per servire come il fattore chiave per una maggiore integrazione dei mercati UE e degli Stati Uniti. L'obiettivo del TEC è quello di accelerare la crescita delle relazioni transatlantiche, l'innovazione e la creazione di posti di lavoro e per l’avvio di impostazioni normative e standard.
MANHATTAN, 2 dicembre 2010 – INAUGURATO IL NUOvO PARCO SCIENTIFICO ALESSANDRIA
Il sindaco Michael R. Bloomberg ha annunciato l’apertura del nuovo parco scientifico che si trova nell'East side di Manhattan (450 East 29th Street). Il nuovo impianto, 310.000 metri quadrati su 15 piani e’ il primo dei tre edifici che saranno sviluppati all’interno del campus di Alessandria (“cluster scienze della vita”), collegherà e promuoverà collaborazioni esclusive e innovative tra istituzioni di fama mondiale del mondo accademico e medico, talenti scientifici prominenti, l'accesso ai fondi di capitale di rischio e il settore commerciale delle industrie del life science 
New York City e’, per diversi motivi, il luogo ideale per il business delle bioscienze: da accesso alla più grande concentrazione di istituzioni mediche accademiche; e’ l’area metropolitana con la più grande concentrazione di dipendenti nel settore delle bioscienze in tutto il paese ha due incubatori delle bioscienze etc..
All'inizio di quest'anno, la città ha iniziato la costruzione di BioBAT, un centro di 486.000 metri quadrati di Bioscience commerciale presso la Brooklyn Army Terminal, la cui prima fase sarà completata nel 2011. La città è partner del New York City Bioscience Initiative, un partnership pubblico-privato tra New York City Economic Development Corporation e la città di New York. Per ulteriori informazioni sul New York City Bioscience Initiative, www.nycbiotech.org  visita .
HOME
 SPORTELLO APRE
CONSIGLIO FORMALE COMPETITIVITÀ DEI MINISTRI DELLA RICERCA
Il testo dell'intervento del sottosegretario Giuseppe Pizza al Consiglio formale Competitività dei Ministri della Ricerca, tenutosi a Bruxelles lo scorso 26 novembre, è disponibile al seguente link http://www.istruzione.it/web/ministero/organizzazione/int261110  
STAKEHOLDERS GENERAL ASSEMBLY 2010 - FUEL CELLS AND HYDROGEN JOINT UNDERTAKING
Il 9-10 novembre si è tenuta a Bruxelles l’assemblea generale dei portatori d’interesse della FCH-JU, partenariato pubblico-privato a supporto delle attività europee di ricerca e sviluppo nel campo delle celle a combustibile e dell’idrogeno, con lo scopo di accelerarne l’introduzione sul mercato. Nel corso dell’assemblea è stato presentato un ambizioso studio sulla commercializzazione di veicoli a celle a combustibile e i relatori del settore pubblico, dell’industria e della ricerca hanno presentato le strategie e strumenti per la commercializzazione di celle a combustibile e le applicazioni dell'idrogeno in Europa e oltreoceano.
Le sessioni plenarie hanno trattato le seguenti tematiche: commercializzazione di energia pulita,creazione di un mercato e investimenti in sistemi di trasporto de-carbonizzati, prospettive future delle tecnologie all’idrogeno e delle celle a combustibile e ultimi sviluppi tecnici conseguiti dai progetti europei finanziati.
Tutte le presentazioni e i video relativi al discorso di apertura tenuto dal commissario europeo per la ricerca , innovazione e scienza Máire Geoghegan-Quinn, sono disponibili al link:
http://ec.europa.eu/research/fch/index_en.cfm?pg=sga2010_presentations 
PIATTAFORMA TECNOLOGICA EUROPEA SULLE COMUNICAZIONI SATELLITARI “INTEGRAL SATCOM INITIATIVE (ISI)”: COSTITUZIONE DEL “MIRROR GROUP”
La Piattaforma Tecnologica Europea sulle Comunicazioni Satellitari “Integral Satcom Initiative (ISI)” avviata nell’ambito del 7° Programma Quadro, ha annunciato la creazione del gruppo “ISI Mirror Group”.
Il nuovo gruppo perseguirà l’obiettivo di accrescere e consolidare la visione e gli obiettivi della Piattaforma sia a livello nazionale, mediante azioni atte alla facilitazione e alla massimizzazione del coordinamento con le iniziative nazionali, sia a livello internazionale, mediante la cooperazione tra paesi membri e attori del settore.
I membri del gruppo saranno sia rappresentanti nazionali degli Stati Membri sia rappresentanti delle iniziative nazionali di rilievo per il settore delle Comunicazioni Satellitari.
Maggiori informazioni sulla Piattaforma Tecnologica, sull’ ISI Mirror Group e sulle possibilità di partecipazione sono disponibili al seguente indirizzo web: http://www.isi-initiative.eu.org 
LA RICERCA VIAGGIA DALL’EUROPA ALL’OCEANO PACIFICO
Nell’ambito del progetto PACE-net (Pacific Europe network for Science and Technology), è prevista l’opportunità, per i ricercatori europei che fossero interessati ad una cooperazione scientifica con l’area geografica del Pacifico, di entrare a far parte del Gruppo di Esperti (KEY STAKEHOLDER PANEL) ideato allo scopo di produrre un proficuo scambio di esperienze e competenze in materia di ricerca scientifica e tecnologica.
Per gli esperti è previsto un rimborso per le spese di viaggio.
Chiunque fosse interessato a ricevere il modulo di adesione al gruppo, può rivolgersi via mail al seguente indirizzo: pace-net@apre.it  o può visitare il sito: http://www.pacenet.eu 
SIXTH EUROPEAN AERONAUTICS DAYS “AERODAYS 2011”- INNOVATION FOR SUSTAINABLE AVIATION IN A GLOBAL ENVIRONMENT
L’evento del settore Aeronautica “AERO DAYS 2011- Innovation for Sustainable Aviation in a Global Environment” - organizzato dalla Commissione Europea e dall’ente spagnolo CDTI, Centro para el Desarollo Tecnológico Industrial - si terrà a Madrid il 30 Marzo e 1° aprile 2011.
Per maggiori informazioni sull’evento consultare: http://www.aerodays2011.org 
NEWSLETTER “NETWORKED MEDIA SYSTEMS”
La DG INFSO ha pubblicato l’edizione di Novembre della Newsletter di Networked Media Systems. La pubblicazione ha cadenza trimestrale e rappresenta è un ottimo strumento per essere sempre aggiornati sulle iniziative e gli sviluppi del settore: 
http://cordis.europa.eu/fp7/ict/netmedia/neweve/c200801/c200801_en.html  
Per ricevere la Newsletter e consultare le pubblicazioni precedenti:
http://cordis.europa.eu/fp7/ict/netmedia/newsletters_en.html 
INTERIM EVALUATION 7° PQ
Il documento “Interim Evaluation of the Seventh Framework Programme Report of the Expert Group” può essere scaricato al link: http://download.apre.it/fp7_interim_evaluation.pdf 
INIZIATIVA EUROPA 2020 ENERGIA
La Commissione Europea ha presentato il 10 novembre 2010 la Comunicazione “Strategia per un'energia competitiva, sostenibile e sicura”.
La Comunicazione "Energia 2020" definisce le priorità energetiche per il prossimo decennio e delinea le azioni da adottare per affrontare le sfide del risparmio energetico, della realizzazione di un mercato caratterizzato da prezzi competitivi e forniture sicure, della promozione del primato tecnologico e di negoziati effettivi con i nostri partner internazionali.
Nella comunicazione adottata oggi la Commissione ha individuato cinque priorità principali:
  1. Il raggiungimento di un effettivo risparmio energetico in Europa;
  2. Costruzione di un vero mercato integrato Europeo dell'energia;
  3. Maggiori poteri ai consumatori e raggiungimento del massimo livello di sicurezza;
  4. Estensione della leadership europea nelle tecnologie energetiche e nell'innovazione;
  5. Rafforzamento della dimensione esterna del mercato energetico dell'UE.
Sulla base di dette priorità e dell'azione presentata, la Commissione proporrà iniziative e proposte legislative concrete entro i prossimi 18 mesi. Per maggiori informazioni si veda il link: http://ec.europa.eu/energy/strategies/2010/2020_en.htm 
PRESTITI GLOBALI BEI
La Banca Europea degli Investimenti promuove lo sviluppo del settore privato e la ripartizione del rischio attraverso contributi indiretti al finanziamento di lungo periodo di progetti che, per la loro entità, non sono eleggibili per i fondi diretti della BEI. L’intervento è destinato a progetti di investimento di nuovo capitale fino ad un massimo di 25M€, intrapresi da PMI o, nel caso di progetti di infrastrutture, da Enti locali.
Maggiori informazioni su: www.ueonline.it/networking/upload/4530.pdf  
YOUTH ON THE MOVE: UN'INIZIATIVA PER VALORIZZARE IL POTENZIALE DEI GIOVANI AI FINI DI UNA CRESCITA INTELLIGENTE, SOSTENIBILE E INCLUSIVA NELL'UNIONE EUROPEA
"Youth on the move" (gioventù in movimento) è l'iniziativa principale dell'Unione Europea con la quale si intende rispondere alle sfide che i giovani devono affrontare e aiutarli ad avere successo nell'economia della conoscenza. Si tratta di un programma quadro che annuncia nuove azioni prioritarie, rafforza le attività esistenti e garantisce l'applicazione di altre misure a livello UE e nazionale, nel rispetto del principio di sussidiarietà.
L'iniziativa faro "Youth on the move" della strategia "Europa 2020" mette i giovani al centro del programma dell'Unione volto a creare un'economia basata sulla conoscenza, sulla ricerca e sull'innovazione, livelli di istruzione e competenze elevati e conformi alle necessità del mercato del lavoro, e a promuovere l'adattabilità e la creatività, mercati del lavoro inclusivi e una partecipazione attiva alla società. Tutti questi fattori sono fondamentali per la futura prosperità dell'UE.
Per maggiori informazioni si prega di visitare il seguente link http://ec.europa.eu/education/news/news2540_en.htm 
NUOVA PAGINA WEB DELLE AZIONI CAREER INTEGRATION GRANT
É stata recentemente attivata su CORDIS una nuova pagina web sulle azioni Marie Curie Career Integration Grant (CIG), disponibile al seguente link: http://cordis.europa.eu/fp7/mariecurieactions/cig_en.html  
La sezione dedicata fornisce informazioni sulle regole di partecipazione, di eleggibilità e di finanziamento.
HEALTH-RELATED RESEARCH INFRASTRUCTURE
Il 26 ottobre 2010 presso il Parlamento Europeo, si è tenuta la conferenza: “Health-related Reserach Infrastructure and their contribution to the EU’s grand changellenges”. L’evento che ha visto la presenza di importanti personalità del mondo della ricerca è stato organizzato per promuovere il dialogo sulle grandi sfide in campo medico: sustainable health for ageing populations, pandemics and biosecurity.
Hanno preso parte all’evento anche esponenti della Biobanking and Molecular REsources Research Innfrastructure (BBMRI), di European Research Infrastructure on Highly Pathogenic Agents (ERINHA) e di European Clinical Infrastructure Network (ECRIN).
L’Europa, da sempre all’avanguardia nel settore della ricerca medica, si trova oggi ad affrontare urgenti sfide derivanti dalla composizione del suo stesso tessuto sociale. E’ soprattutto l’elevata età media della popolazione europea che impone alle istituzioni, nonché al mondo scientifico, un’attenta riflessione sull’adeguatezza delle strutture di ricerca nel settore salute. Rendere maggiormente innovativo ed efficiente l’intero sistema sanitario comunitario è una priorità non più prorogabile.
A questo proposito, il Parlamento Europeo sta discutendo per dotarsi, nel periodo 2013-2020, di nuovi strumenti finanziari per le infrastrutture di ricerca per la salute. L’obiettivo è rendere maggiormente efficiente e rapido l’accesso ai finanziamenti provenienti dal Programma Quadro
e dai Fondi Strutturali, ricercando al contempo maggiori sinergie con i meccanismi di finanziamento dei singoli Stati Membri.
Il piano per la creazione di una nuova pan-European health-related reserach infrastructure basato su un approccio bottom-up della ricerca e dell’innovazione, sta già prendendo forma. Tuttavia questo processo necessita di un supporto politico forte, al fine di creare un impatto decisivo nella vita delle comunità europee. E’ necessario predisporre per tempo nuove politiche di governance e di finanziamento. Anche il piano dell’ Innovation Union sottolinea che lo sviluppo delle research infrastructures ricopre un ruolo di straordinaria importanza per l’avanzamento tecnologico/scientifico comunitario.
Gli argomenti chiave discussi durante la conferenza sono stati:
  • The role of industry on health research - infrastructure
    Il ruolo dell’industria nello sviluppo delle infrastrutture di ricerca mediche è essenziale . Generare sinergie tra università ed impresa è di fondamentale importanza per la creazione di un circuito virtuoso che possa procedere allo sviluppo di importanti innovazioni nel campo di “medical trials” e del “biobanking research”.
    Sviluppare un efficiente biobanking network faciliterà in futuro una profonda cooperazione nello sviluppo di pre-competitive models, garantendo ai privati l’accesso ai progetti di ricerca accademici. La costituzione di un Expert Centre per il biobanking network consentirà inoltre un confronto costruttivo e duraturo nel tempo tra ricercatori e tecnici biomedici, capace di generare un costante flusso di informazioni e dati.
    La possibilità di strumenti di finanziamento in Public-Private Partnership stimolerà alleanze tra i vari soggetti coinvolti nella ricerca, sia per la classificazione e l’immagazzinamento di dati che per lo sviluppo di nuove tecnologie da immettere sul mercato. In particolare, le PPPs ricopriranno un ruolo cruciale nella large-scale population biobanking, strumento di mappatura delle caratteristiche specifiche delle differenti patologie, aiutando la standardizzazione della classificazione delle malattie e lo scambio di dati sensibili.
    Il livello di ricerca medica in Europa è omogeneo in gran parte dei Paesi Membri; ciò significa lo sviluppo di una longitudinal view sullo sviluppo delle malattie e dei trattamenti della popolazione, consentendo al contempo di isolare gruppi specifici, portatori di patologie eterogenee rispetto alla media della popolazione. Di conseguenza, sarà disponibile una quantità di informazioni specifiche a disposizione dei ricercatori, con una riduzione rilevante dei costi di ricerca.
  • EU research infrastructures and international cooperation
    La dimensione internazionale delle infrastrutture di ricerca europee impone alla CE di sviluppare politiche di cooperazione con paesi terzi. Un esempio è rappresentato dalla support action Promoting African European research Partnership (PAERIP) finanziato dal 7° Programma Quadro. PAERIP nasce dall’esigenza di stabilire un dialogo tra Europa ed Africa in materia di salute ed infrastrutture mediche, sia per accelerare lo sviluppo di reti internazionali, sia per implementare la ricerca in particolare nell’ambito della ricerca biomedica. Creare sinergie ed ottimizzare le risorse permetterà di fronteggiare con maggiore efficacia patologie ed epidemie particolarmente gravi come l’HIV /AIDS (sottolineano a tale proposito la creazione del programma EDCTP, Developping Countries Trials Partnership).
  • Health challenge in an ageing population
    L’Europa è il continente, in termini demografici, più ‘vecchio’ del mondo. Entro il 2050, un terzo della popolazione europea supererà i 60 anni (il numero delle persone sopra gli 80 anni aumenterà del 180% entro quarant’anni), mentre solo il 13 % avrà meno di 16 anni. Con questi numeri, l’Europa si troverà necessariamente ad affrontare malattie croniche proprie di una popolazione anziana, come le cardio-vascolari e cancro. Le autorità europee e la comunità scientifica devono a tal fine provvedere alla creazione di nuove strutture in grado di rispondere ai bisogni specifici della popolazione.
  • Measures to improve health care and health inequality in eastern European countries
    L’accesso a servizi medici di qualità è un fattore determinante per lo sviluppo socio-economico. Garantire un ‘equitable access to health services’ significa affermare un principio di eguaglianza fra i cittadini europei, al di là delle differenze di reddito pro-capite. Per l’Unione Europea questo principio non è eludibile in nessun modo e per nessuna ragione. In particolare, è necessario sostenere un accesso libero ed efficiente ai servizi sanitari alla popolazione dell’Europa dell’Est che ancora oggi risulta essere gravemente svantaggiata rispetto al resto dell’Unione Europea.
  • The impact of genomics research on personalized medicine
    Capire l’aspetto genetico e le cause ambientali della patologia e trasferire le informazioni all’interno di nuovi test diagnostici e terapeutici, al fine di studiare misure di prevenzione più efficaci, sono aspetti essenziali per personalizzare le terapie e le cure al paziente. Lo studio della mappatura genetica e dei meccanismi biologici dei singoli pazienti, porterà nel tempo a decisivi progressi nello studio di gravi patologie quali il cancro, l’Alzheimer e le malattie ereditarie.
  • Sustainable access to biological resources
    Raccogliere nuove informazioni sugli organismi viventi, le cellule, i geni è di fondamentale importanza nello sviluppo della biotecnologia e della salute umana (OECD 2001). Lo studio di queste componenti genererà nel prossimo futuro un flusso di informazioni di straordinaria importanza. A questo proposito, saranno necessarie infrastrutture capaci di contenere tale mole di dati, consultabili ed utilizzabili da medici e ricercatori.
  • Infrastructure for rapid evidence-based decision - making for new epidemics
    La pandemia del tipo influenza H1N1 verificatasi nel 2008 ha evidenziato una mancanza di cooperazione globale nell’affrontare problemi globali. Anche all’interno della stessa Europa non c’è stata una strategia coerente fra tutti gli Stati Membri. E’ necessario a questo proposito stabilire alcuni meccanismi di decision-making che siano in grado di rispondere con velocità al sorgere di epidemie su scala globale.
INNOVATION UNION: FIRST-MOVER ADVANTAGE
Il 6 ottobre 2010, nell’ambito della conferenza per il lancio ufficiale del piano ‘Innovation Union’, la Commissaria Màire Geoghegan-Quinn ed e il Vice Presidente Antonio Tajani hanno annunciato le nuove proposte della Commissione Europea per uno sviluppo reale e coerente della politica di ricerca ed innovazione in Europa. I Commissari nell’occasione hanno sottolineato che un settore R&D più competitivo potrà colmare i gap di investimenti che separano l’Europa da USA e Cina (in particolare nei settori high tech, dove abbiamo un ritardo ormai decennale) e stimolerà la crescita economica creando anche nuovi posti di lavoro. A questo proposito, se l’obiettivo previsto dalla strategia europea ‘Europe 2020’ di portare al 3% gli investimenti in R&D del totale del GDP europeo verrà realizzato nei tempi e nelle modalità previste, l’Europa creerà entro il 2020 circa 3.7 milioni di nuovi posti di lavoro, con un incremento di oltre 795 miliardi di euro entro il 2025.
Tuttavia, utilizzare l’intervento delle sole istituzioni pubbliche per creare investimenti in R&D non è più sufficiente. Per creare un piano coerente, è necessario infatti l’apporto dei privati ed in particolare delle piccole e medie imprese che con idee e proposte innovative possono legare la ricerca di base al mercato globale.
La Commissione, da parte sua, si impegna a coordinare i differenti attori coinvolti nel piano ‘Innovation Union’, creando il dialogo necessario per tramutare l’attività di ricerca in risorse economiche e nuova occupazione e stimolando un approccio ‘bottom-up’. L’Unione di diversi stakeholders - europei e nazionali, pubblici e privati – porterà ad un confronto approfondito su tematiche essenziali per il futuro europeo e a nuove ‘innovation partnership’ su temi quali energy, transport, water efficiency, non-energy raw materials and agriculture.
La commissaria Geoghegan-Quinn ha inoltre sottolineato l’esigenza di sviluppare lo strumento del ‘public procurement’ al fine di coordinare al meglio le attività di ricerca e testare soluzioni innovative. Saranno inoltre previste azioni congiunte con la European Investment Bank, al fine di supportare le iniziative di finanziamento con ‘venture capital’, facilitando l’accesso ai mercati finanziari da parte delle PMI e delle aziende ad alto contenuto di innovazione. La revisione dell’attuale disciplina dell’intellectual property è tra le priorità in agenda: si provvederà a modernizzarla promuovendo sull’intero territorio Europeo un ‘EU-wide patent agreement’, che porterà al risparmio di circa 250 milioni di euro ogni anno. La CE inoltre proporrà l’istituzione di uno ‘European Knowledge Market’ che consentirà alle PMI di sviluppare con maggiore facilità amministrativa ed autonomia i propri brevetti, consentendo di scambiarli sul mercato con le grandi aziende in una condizione di parità di forze.
Un altro punto sul quale si è posto l’accento è il coordinamento con le politiche nazionali di ricerca dei singoli Stati Membri dell’Unione. A questo proposito, sono già in atto ‘joint programming initiatives’. La Commissione monitorerà le performance e l’impatto delle nuove iniziative nel settore ricerca utilizzando un ‘Innovation Union Scoreborad’ , composto da 25 indicatori.
E per concludere con le parole del Commissario Italiano, un impegno massimo di tutte le istituzioni coinvolte nel livello decisionale è l’ingrediente di base per far fronte alle sfide globali riducendo la frammentazione del settore ricerca in Europa.
“IT’S ALREADY TOMORROW IN AUSTRALIA”
L’Università Bocconi di Milano e “The Department of the Premier and Cabinet of the Government of South Australia” hanno avviato una iniziativa di cooperazione che ha prodotto un documento molto interessante sul nuovo assetto geopolitico dei paesi membri dell’ASEAN (Association of Southeast Asian Nations).
Il rapporto evidenzia la trasformazione economica di queste nazioni negli ultimi dieci anni e di come il futuro economico dei paesi coinvolti non dipenderà dalla singola crescita di ciascun paese ma dal livello di integrazione che insieme riusciranno a raggiungere. Lo sviluppo economico negli ultimi dieci anni di Cina e India ma anche di Australia, ASEAN e Nuova Zelanda ed i numerosi accodi di libero scambio commerciale entrati in vigore da gennaio 2010 evidenziano un percorso politico e strategico ben chiaro che mostra come questa area assumerà in futuro un ruolo sempre più importante nello scenario internazionale. In tutto ciò, il Sud Australia potrebbe rappresentare un’area strategica per i paesi europei che intenderanno entrare in questo mercato che sta crescendo cosi rapidamente.
Il rapporto, dal titolo “Don’t worry about the world coming to an end today. It’s already tomorrow in Australia” è disponibile al seguente indirizzo: 
http://download.apre.it/itsalreadytomorrowinaustralia.pdf 
COLLABORAZIONI DEL CENTRO COMUNE DI RICERCA CON IL CANADA
Il Centro Comune di Ricerca (CCR) - o nella denominazione inglese Joint Research Centre - è una delle Direzioni Generali della Commissione Europea, che svolge attività di ricerca e sviluppo tecnologico direttamente a supporto delle decisioni politiche della UE. La cooperazione internazionale con paesi terzi è un elemento importante delle sue attività.
Il CCR collabora con 18 istituti di ricerca canadesi, attraverso 23 partenariati:
5 partenariati tramite un accordo di collaborazione o Memorandum of Understanding; 11 tramite attività competitive, e 7 reti istituzionali.
Una collaborazione recente è il progetto “Soil Atlas of the Northern Circumpolar Region”, tra JRC-IES (l’istituto del CCR che si occupa dell’ambiente e la sostenibilità) e il ministero canadese delle politiche agricole Agriculture and Agri-Food Canada (AAFC) nell’ambito del International Polar Year 2007-2009.
La panoramica completa della collaborazioni è disponibile attraverso questo link http://www.access4.eu/canada/730.php/  
Per ulteriori informazioni sulle possibilità di collaborare con istituti di ricerca in Canada, visitate il sito www.access2canada.eu  
VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI
HOME
GOING ABROAD, A CURA DI EUROCULTURA
Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che si è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
Tel. 0444 - 964 770
Fax 0444 - 960 129
E-mail info@eurocultura.it
Website www.eurocultura.it
opportunita' di stage 
Osservatorio su droga e crimine delle Nazioni Unite 
Vienna
United Nations Office on Drugs and Crime (UNODC) è un’agenzia delle Nazioni Unite, fondata nel 1997, come osservatorio per la prevenzione del crimine e il controllo del traffico di stupefacenti in tutto il mondo. L’agenzia opera con oltre 500 membri in tutto il mondo. La sede principale di Vienna accoglie annualmente tirocinanti.
Requisiti del tirocinante:
  • Laurea di primo livello, inseriti in un programma di tirocinio;
  • Fluente in inglese e francese scritti e parlati. La conoscenza di altre lingue ufficiali delle Nazioni Unite come arabo, cinese, russo e spagnolo sarà considerata un vantaggio;
  • Studi in scienze politiche, psicologia, economia, giornalismo, finanza, IT, amministrazione, relazioni pubbliche e diritto internazionale.
Il tirocinio non s’intende pagato. Il tirocinante dovrà dimostrare anche di possedere copertura sanitaria durante il periodo in cui sarà in Austria. 
La durata indicativa del tirocinio è di due mesi, estendibili a 4 e a 6 mesi. Si lavorerà a tempo pieno, cinque giorni la settimana.
Per candidarsi occorre compilare l´application form presente sul sito. Ricordarsi di accompagnarla con documentazione che attesti la veridicità della candidatura (lettera di presentazione dell’università, documenti universitari, curriculum aggiornato e un piccolo scritto in inglese e francese di 150-250 parole che sottolinei le motivazioni che spingono a scegliere un periodo di tirocinio presso l’UNODC. Solo i candidati preselezionati verranno contattati.
United Nations Office on Drugs and Crime (UNODC)
Vienna International Centre
5, Wagramer Strasse
AT - 1400 Vienna
tel.: 00 43 1 26 060
fax: 00 43 1 26 33 389
www.unvienna.org/unov  
BUONO A SAPERSI 
Referenze aziendali
In molti paesi con la domanda di lavoro oppure durante il colloquio il candidato presenta le sue referenze dei precedenti datori di lavoro. Secondo paese questo è previsto per legge o per abitudine. 
Oltre alla durata del rapporto di lavoro la referenza indica le mansioni e le responsabilità svolte, le competenze dimostrate, il rapporto con i colleghi e il grado di soddisfazione dell’azienda. 
Per chi è all’inizio della carriera professionale le referenze di lavori saltuari oppure di attività di volontariato sostituiscono quelle non ancora possibile sul lavoro vero e proprio.
Nei paesi di lingua tedesca le referenze sono da allegare al CV e alla lettera di accompagnamento mentre negli altri paesi di solito è sufficiente di portarle al colloquio.
Nei paesi anglosassoni esiste anche la modalità di indicare nel curriculum vitae delle persone (p.e. professori, titolari, responsabili delle risorse umane) che vengono interpellati dall’azienda nella fase di verifica della candidatura.
L´Urban Center del Comune di Thiene, in collaborazione con Eurocultura, organizza:
Europa: Istruzioni per l´uso
Gruppi di lavoro sui temi della Mobilità Internazionale
Il consulente Bernd Faas di Eurocultura approfondirà argomenti e temi insieme a chi desidera fare un´esperienza fuori dall´Italia per costruire un proprio progetto di lavoro, stage, volontariato o formazione.
21 dicembre 2010
15.00 -17.00 USA - Australia
17.15 - 18.45 Stage nel Regno Unito
Gli incontri saranno a numero chiuso e saranno ammesse non più di 15 persone.
Iscrizioni:
Urban Center O.A.S.I. Europa
Thiene (VI)
tel. 0445-804749
urbancenter@comune.thiene.vi.it 
L'Informagiovani del Comune di Belluno, in collaborazione con Eurocultura, organizza:
2 giornate della mobilità internazionale
Destinazione Estero
22 e 23 dicembre 2010
relatore: Bernd Faas
Programma:
22 dicembre
ore 14.30-16.30: L'estero come opportunità di crescita
ore 17.00-19.00: Lavoro stagionale in Europa
ore 20.00-22.00: Crescere i figli in un'ottica internazionale
23 dicembre
ore 10.00-13.00: L'estero come opportunità di crescita
ore 14.30-16.30: Stage all'estero
ore 16.30-18.30: Lavoro qualificato nel Regno Unito
informazioni:
Informagiovani
Piazza Duomo 2 - Belluno
tel. 0437 913255 
informagiovani@comune.belluno.it
  
www.bellunogiovane.it 
Progetto Comunitario 
Q-MOBIL 
Definizione degli standard qualitativi della mobilità europea 
su base dell´European Quality Assurance Reference Framework (EQARF)
L’obiettivo strategico dell’Unione Europea di innalzare la qualità dei vari sistemi di formazione professionale europei, è strettamente collegato alla necessità di favorire la completa equipollenza delle qualificazioni in un ottica di mobilità europea, incrementandone la trasparenza e l’ammissibilità in un paese diverso da quello del conseguimento.
I strumenti e le procedure di standardizzazione qualitativa attualmente disponibili risultano non adeguate alla necessità di equiparare i sistemi formativi professionali europei. Sono però sempre più necessari visto che i primi paesi comunitari prevedono per esempio dei periodi di tirocini all´estero durante il percorso formativo.
L’Associazione Eurocultura di Vicenza, insieme a IBB-Institut für Bildung und Beratung GmbH di Dresda (D, coordinatore), Newham College of Further Education di Londra (UK), Interagent di Roudnice nad Labem (CZ) e a VSBI-Verband Sächsischer Bildungsinstitute e.V. di Leipzig (D), intende con questo progetto sviluppare e sperimentare un sistema di linee guida e criteri qualitativi e i relativi strumenti di attuazione per favorire le esperienze formative trasnazionali. 
Il progetto, realizzato con il contributo della Commissione Europea, intende infine contribuire al miglioramento del EQARF e ECVET: enti di formazione ed associazioni di quattro paesi europei, in collaborazione con esperti di settore, stake holder e partner strategici, avvalendosi di strumenti di management qualitativo, s’impegnano a elaborare procedure e piani didattici conforme ai fattori di qualità 1 e 2 del EQARF, e sperimentarli in progetti accompagnatori di mobilità europea.
informazioni: 
Eurocultura
0444-964770
info@eurocultura.it  
HOME
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University 
Isola di San Servolo – Venezia
Dal 1999 viene organizzato (spesso in più edizioni annuali) il Master in Europrogettazione, aperto a tutti coloro che intendano affrontare gli aspetti legati alla redazione e allo sviluppo di un progetto europeo: dalla ricerca e individuazione delle informazioni al partenariato, dal budget alla definizione di un piano di comunicazione e disseminazione efficace. Il Master ha un taglio pratico e operativo, ed è adatto sia a chi si accosta per la prima volta alla progettazione europea, sia a chi ha già acquisito esperienza e desidera strutturare al meglio le proprie competenze. Largo spazio è lasciato all'esercitazione in piccoli gruppi omogenei, in base ai settori di provenienza degli allievi. 
Il Master offre inoltre un periodo di assistenza alla redazione di un progetto, che l'interessato svilupperà autonomamente con l'assistenza dei nostri tutors, e al termine del quale potrà conseguire il Master (non obbligatorio per l'allievo, a cui viene comunque rilasciato un attestato di frequenza).
Dal 2004 al Master in Europrogettazione è stata affiancata la Scuola di gestione dei progetti europei, finalizzata ad approfondire tutte le problematiche inerenti la vita di un progetto approvato: i rapporti con la Commissione europea, le tecniche e gli strumenti di gestione dei progetti e del partenariato, il monitoraggio e la valutazione, la gestione economico-finanziaria e la rendicontazione. Anche in questo caso l’interattività tra docenti e allievi riveste una importanza cruciale per la ottimale riuscita del corso: per questo è lasciato ampio spazio a domande ed esercitazioni. 
Entrambi i percorsi durano ciascuno una settimana a tempo pieno, durante la quale sono previste iniziative collaterali e servizi aggiuntivi, che variano a seconda delle edizioni: approfondimenti, seminari facoltativi, ecc.
Il Centro offre inoltre seminari specialistici, di progettazione su varie tematiche: ambiente, ricerca, cooperazione territoriale, apprendimento permanente, ecc. solitamente in concomitanza con l’uscita di bandi particolarmente rilevanti. I seminari hanno normalmente una durata di una o due giornate, e si concentrano su un bando o su un programma specifico di particolare complessità e attualità, oppure su temi di rilevanza trasversale. 
Il Centro è in grado di concludere convenzioni e accordi con enti e imprese che avessero la necessità di formare un numero significativo di persone, orientando e finalizzando la formazione alle loro specifiche esigenze, e realizzando direttamente le attività didattiche presso le strutture richiedenti.
Per ulteriori informazioni:
http://www.europelago.it/dove.asp  
HOME
INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALL’UE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER
La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per “l’informazione europea su misura”, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall’ Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l’elenco cliccare il seguente link:
www.euroreporter.eu.
HOME
CONTATTI
Per non ricevere la newsletter cliccare QUI

Eurosportello informa - Anno XIV N 22 – 2010
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/099941 – Fax. 041/0999401
Website www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Roberto Bassetto , Sara Codognotto , Rossana Colombo , Beatrice De Bacco,   Laura Manente  Filippo Mazzariol ,
  Matteo Peri ,  Daniela Nardello , Brankica Raskov , Samuele Saorin , Dubravka Skopac,  
Alessandra Vianello
, Alessandro Vianello

HOME