Numero 17

30 settembre 2010

SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello APRE
Going abroad, a cura di Eurocultura
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University 
Isola di San Servolo – Venezia
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con  Euroreporter
Contatti
SPINE BENCHMARKING MEETING A VENEZIA: INTERVENTI SULL’EDILIZIA STORICA SECONDO CRITERI DI EFFICIENZA ENERGETICA
Unioncamere-Eurosportello Veneto organizzerà presso la propria sede il Benchmarking meeting del progetto “SPINE Spin-Energy Efficiency & Urban Development Planning” ( http://spineciudad.net/ ) nel cui ambito sono in fase di avvio collaborazioni con la Regione di Vladimir (Russia) e il Comune di Cherkasy (Ucraina) ad oggetto il risparmio energetico e l'utilizzo delle energie rinnovabili da applicare all'interno degli edifici pubblici presenti nelle aree coinvolte dal progetto (Italia; Croazia; Serbia; Turchia; Ucraina; Russia). L’evento previsto il 7 e 8 ottobre 2010 prenderà in esame le regolamentazioni locali e gli interventi sull’edilizia storica secondo criteri di efficienza energetica nei singoli paesi partner. 
Gli edifici assorbono difatti il 40% della domanda di energia nella UE, e ancor più nei paesi ENPI. Il settore edile è quindi essenziale per ridurre il consumo energetico e le emissioni di CO2. Gli Edifici storici, di cui si contano numerosi esempi in Ucraina e nella Federazione Russa, rappresentano una sfida particolare, dati i vincoli per l’esecuzione degli interventi di ristrutturazione ai fini del miglioramento del loro rendimento energetico. 
Faranno seguito la prima azione di visibilità nel Comune di Cherkasy in data 21 e 22 ottobre e il Workshop tecnico nella Regione russa nella prima metà del mese di dicembre.
Tramite il know-how delle PMI e delle istituzioni coinvolte, SPINE mira a facilitare l'integrazione delle fonti energetiche rinnovabili (FER) e a basso consumo energetico (EE), delle tecnologie e dei materiali nel restauro degli edifici storici, con particolare attenzione per le questioni e i vincoli legati alla conservazione dell’integrità e dei manufatti negli edifici. 
Ciò può essere realizzato attraverso la raccolta, lo sviluppo e la condivisione di buone pratiche con l’intento sia di migliorare la pianificazione e l'integrazione di EE e delle tecnologie FER in edifici e centri storici che di promuovere nel contempo lo sviluppo di una politica locale, del quadro normativo e delle competenze.
Per ulteriori informazioni preghiamo di contattare il Dott. Andrea Baggioli (E-mail andrea.baggioli@eurosportelloveneto.it ; Tel. 041 0999411; Fax 041 0999401)
CORSO DI EUROFORMAZIONE - 12 ottobre 2010
Martedì 12 ottobre Sessione 14/B
  • ore 9.00 - 11.00 - La sicurezza del lavoro nel diritto europeo
    Avv. I. Megali, Foro di Venezia
  • ore 11.00 - 13.00 - Libertà di iniziativa e incentivi economici alle imprese
  • dott. A. Vegna, Presidente del Consiglio Provinciale Ordine Consulenti del Lavoro di Venezia 
La partecipazione è gratuita. Si prega di comunicare la propria partecipazione all’evento inviando una e-mail a sara.ortolani@eurosportelloveneto.it  . 
Questionario di valutazione
Al fine di migliorare il nostro servizio Vi chiediamo di compilare il questionario di valutazione disponibile presso questo link.
Grazie per la collaborazione.
HOME
INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE
LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
CORSO DI EUROFORMAZIONE 2010
Venerdi' 22 ottobre 2010
Venerdì 22 ottobre
Sessione 15
  • ore 14.00 - 17.00 - I finanziamenti della Commissione Europea per la Ricerca e Sviluppo Tecnologico
    dott. S. Fumero, Capo unità DG Research, Commissione Europea
    dott.ssa D. Di Maggio, Direttrice APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea
    dott.ssa M. Oliva, Divisione Ricerca – Università Ca’ Foscari di Venezia
  • ore 17.00 – 17.30 - Presentazione del volume “Le politiche dell'Unione Europea”
    dott. G. Lorenzon, Istituto Internazionale Jacques Maritain 
La partecipazione è gratuita. Si prega di comunicare la propria partecipazione all’evento inviando una e-mail a sara.ortolani@eurosportelloveneto.it  . 
Le presentazioni delle sessioni precedenti sono disponibili al seguente link:
http://www.eurosportelloveneto.it/corsoProgettazione2010.asp  
ECOBUSINESS 2010 - INCONTRI COMMERCIALI BILATERALI 
RIMINI, 4-5 NOVEMBRE 2010
Unioncamere Emilia-Romagna e Eurosportello di Ravenna in collaborazione con la rete Enterprise Europe Network (500 uffici in 40 Paesi), organizza il secondo evento di incontri bilaterali Ecobusiness di livello internazionale durante la manifestazione fieristica Ecomondo 2010 che avrà luogo a Rimini dal 3 al 6 novembre p.v.. 
Ecomondo ( http://en.ecomondo.com ) è riconosciuta a livello internazionale come la più importante manifestazione fieristica delle energie rinnovabili e delle tecnologie per il riciclaggio dei materiali. 
Unioncamere del Veneto – Eurosportello, quale partner della rete EEN per la Regione del Veneto, invita le aziende operanti o correlate ai seguenti settori:
  • Energie rinnovabili 
  • Riciclo dei materiali 
  • Riciclo dell’acqua e dell’aria 
  • Riciclo dei rifiuti in energia 
  • Efficienza energetica nelle costruzioni 
  • Mobilità sostenibile 
a partecipare all’evento di incontri bilaterali ECOBUSINESS che si terrà a Rimini dal 4 al 5 novembre p.v. durante la Fiera ECOMONDO 2010. 
L’evento, tramite l’organizzazione di incontri di business to business, offrirà l’opportunità di entrare in contatto diretto con numerose aziende, istituzioni ed università che operano nei settori delle energie rinnovabili. Rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo delle relazioni commerciali a livello nazionale ed internazionale. 
Gli incontri bilaterali/commerciali tra le aziende si baseranno su un’agenda di lavoro personalizzata e prestabilita secondo le richieste di collaborazione della Vostra azienda effettuate sul catalogo online dedicato all’evento www.b2match.com/ecomondo2010
L’iscrizione all’evento è gratuita e comprende i seguenti servizi: 
  • agenda personalizzata degli incontri bilaterali 
  • entrata gratuita alla fiera 
  • visibilità nel catalogo online 
  • assistenza prima, durante e dopo l’evento da parte degli organizzatori e di Unioncamere del Veneto - Eurosportello 
  • servizio di interpretariato se richiesto 
Per maggiori approfondimenti e per iscrivervi all’evento di incontri bilaterali collegarsi al sito www.b2match.com/ecomondo2010  ed effettuare la registrazione della Vostra azienda compilando la scheda NEW REGISTRATION. 
In alternativa compilare la scheda di adesione in allegato e inviarla a Eurosportello del Veneto entro il 4 ottobre p.v., via fax +39 041 0999401 o via e-mail all’indirizzo: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it  
Termine ultimo per la registrazione e inserimento del profilo aziendale è il 4 ottobre p.v. 
Termine ultimo per selezionare on-line le aziende da inserire nella propria agenda di incontri è il 14 ottobre p.v. 
A disposizione per eventuali ulteriori informazioni e per l’assistenza nella registrazione online contattare la sig.ra Rossana Colombo – dott. Roberto Bassetto - tel. 041 0999411; rossana.colombo@eurosportelloveneto.it  e roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it  
HOME
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulle attività del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione nel 2009 COM(2010) 464 definitivo
POLITICA DEL LAVORO-OCCUPAZIONE RELAZIONE della Commissione al Consiglio, al Parlamento europeo, al Comitato Economico e Sociale europeo e al comitato delle regioni sul riesame della direttiva 2003/72/CE del Consiglio, del 22 luglio 2003, che completa lo statuto della società cooperativa europea per quanto riguarda il coinvolgimento dei lavoratori COM(2010) 481 definitivo
AMBIENTE COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio - Conoscenze oceanografiche 2020 dati e osservazioni relativi all'ambiente marino per una crescita intelligente e sostenibile SEC(2010) 999 SEC(2010) 998 COM(2010) 461 definitivo
CONSUMATORI RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio - Relazione sullo sviluppo, la convalida e la legalizzazione di metodi alternativi alla sperimentazione animale nel settore dei cosmetici (2008) (Testo rilevante ai fini del SEE) COM(2010) 480 definitivo
CULTURA-AUDIOVISIVO COMUNICAZIONE della Commissione al Consiglio, al Parlamento europeo, al Comitato Economico e Sociale europeo e al Comitato delle Regioni - Nona comunicazione relativa all’applicazione degli articoli 4 e 5 della direttiva 89/552/CEE, quale modificata dalla direttiva 97/36/CE e dalla direttiva 2007/65/CE, per il periodo 2007-2008 (Promozione delle opere audiovisive europee e indipendenti) SEC(2010) 995 COM(2010) 450 definitivo
HOME
APPROFONDIMENTI
SETTIMANA EUROPEA DELLE REGIONI, 4-7 OTTOBRE
Dal 4 al 7 ottobre si terrà a Bruxelles l’ottavo incontro della settimana europea delle Regioni e delle Città, il cui tema quest’anno sarà « Europa2020: competitività, cooperazione e coesione per tutte le regioni », organizzato dalla Commissione europea (DG politica regionale) e del Comitato per le regioni. Nello specifico, il 5ottobre si parlerà di competitività, il 6 di cooperazione ed il 7 di coesione. Per ulteriori informazioni: www.Cor.europa.eu  
ATTIVITA’ DI FORMAZIONE SULL’EURO-PROGETTAZIONE
Nell’ambito del progetto Opportunità per le Regioni in Europa (PORE), che ha tra gli obiettivi quello di incrementare la partecipazione di Regioni ed Enti Locali ai programmi europei, di semplificare i rapporti tra enti italiani ed istituzioni europee, di supportare le realtà locali nella partecipazione ed implementazione di progetti transfrontalieri, viene organizzato un corso per funzionari e tecnici locali (denominato OPERA) per migliorare le competenze nell’ambito di stesura di progetti comunitari (quindi ponendo attenzione sia all’aspetto prettamente progettuale che a quello amministrativo-finanziario). La partecipazione al corso, che avrà una durata di 40 ore dall’11 al 15 ottobre, è gratuita. Le adesioni dovranno pervenire entro l’8 ottobre p.v. Per ulteriori informazioni: lorenzo.urschitz@regione.veneto.it 
BEI, PRESTITO DI 550 MILIONI DI EURO AD UNICREDIT
Lo scorso 20 settembre la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha firmato un prestito di 550 milioni di euro a favore di Unicredit, al fine di finanziare gli investimenti realizzati dalle piccole e medi imprese italiane ed alcuni progetti sulle energie rinnovabili. Il nuovo accordo, che si inserisce in un contesto di collaborazione finanziaria già consolidata, prevede un prestito di 350 milioni di euro per le PMI e 200 milioni di euro per sostenere progetti in campo di energia rinnovabile ed efficienza energetica.
SEI ANNI DI PROGRAMMA GRUNDTVIG
Il programma di educazione per adulti, Grundtvig, festeggia in questi giorni i sei anni di attività e per tale anniversario si è tenuta a Copenaghen, lo scorso 22 e 23 settembre, una cerimonia che ha visto la presenza del Commissario all’Educazione, alla Cultura, al Multilinguismo ed alla Gioventù. La Commissione europea è giustamente convinta che Grundtvig, che sostiene anche finanziariamente la formazione e la mobilità ai fini dell’apprendimento, sia ora più che mai un utilissimo strumento di riqualificazione lavorativa e personale per superare la crisi. Il budget complessivo a disposizione di tale programma, per il periodo 2007-2013, si attesta a 415 milioni di euro. Lo scorso 15 settembre si è inoltre aperta una consultazione pubblica sull’avvenire di programmi correlati all’educazione della Commissione europea.
PMI PIENAMENTE COInVOLTE NEL DIALOGO SOCIALE EUROPEO
Lo scorso 15 settembre, a Bruxelles, l'UEAPME ha organizzato un convegno sul dialogo sociale europeo, dal titolo « Politiche settoriali, dialogo sociale e PMI ». In tale occasione è stata sottolineata l’importanza, per i rappresentanti delle piccole e medie imprese europee, di partecipare alla vita politica europea in un contesto di ampio sviluppo economico e sociale. L'UEAPME ha lanciato alla Commissione europea un appello per far sì che il tessuto imprenditoriale europeo mette le proprie conoscenze ed esperienze in sinergia con le varie realtà politiche esistenti. 
INNOVA JOB, PROGETTO DI INTERVENTO PER LA VALORIZZAZIONE, MESSA IN TRASPARENZA E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE DEI LAVORATORI
Innova Job è un progetto – finanziato tramite Fondi FSE – le cui azioni di sistema mirano alla realizzazione di strumenti operativi diretti a dare supporto a processi di riconoscimento, validazione e certificazione delle competenze. L’iniziativa indirizzata alle Piccole e Medie Imprese del settore manifatturiero, metalmeccanico ed artigiano verrà promossa nelle province di Padova, Venezia e Vicenza e quindi attuata mediante un piano d’intervento rivolto come detto alla valorizzazione, messa in trasparenza e certificazione delle competenze di varie tipologie di lavoratori (inoccupati o disoccupati): – destinatari di interventi di accompagnamento tecnico-pratico specifico di tipo sperimentale, – intenzionati ad acquisire un titolo di studio o una qualifica, ad entrare e rientrare nel mondo del lavoro, – decisi ad ottenere una convalida/certificazione delle competenze nell’ambiente occupazionale. Il progetto oltre ad Unioncamere del Veneto ha fra i suoi principali partner promotori l’Associazione Artigiani e Piccola Impresa "Città della Riviera del Brenta”. 
Per avere informazione è possibile rivolgersi:

- Unioncamere del Veneto
Via delle Industrie 19/D - 30175 Venezia - Marghera
tel. 041 0999321 (ref. Mirco Avanzo)
Tel. +39 041 0999311
Fax +39 041 0999303
email: unione@ven.camcom.it 
sito: www.unioncamereveneto.it 

- Associazione Artigiani e Piccola Impresa 
"Città della Riviera del Brenta" 
Via Brenta bassa, 34 - 30031 – Dolo (VE)
Tel. 041 410333
e-mail: info@artidolo.it  
sito: www.artidolo.it  
HOME
GARE D'APPALTO
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
HOME
RICERCA PARTNER
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
HOME
BANDI EUROPEI
Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.
HOME
BANDI FONDI STRUTTURALI
Regione Veneto - Bando di Gara - Scade il: 15/12/2010 
Programma Operativo regionale (POR) parte FESR 2007-2013 - Azione 3.2.2: Interventi di valorizzazione del patrimonio culturale.
GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto è disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2009.
Per scaricarla: http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/GUIDA2009.pdf
HOME
EURO COOPERAZIONI
Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali
HOME
SPORTELLO EUROPA ROMANIA
Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorità romene nel periodo 2007-2013. E’ il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere l’imprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di più sui fondi strutturali e sulle opportunità di finanziamento che questi offrono.

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi già pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilità e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di contattare il referente dello Sportello Europa Romania.


Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 – 2° piano
030102 Bucarest – Romania
Referente: Matteo Peri
NEWS FONDI STRUTTURALI
Programma Nazionale di Sviluppo Rurale (PNSR)
La Romania riceverà 10 milioni di euro per sostenere il settore dell’apicoltura
La CE ha approvato il 14 settembre u.s. i programmi nazionali dei 27sStati membri volti al miglioramento della produzione e la commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura per il periodo 2011-2013. Il contributo comunitario al finanziamento di tali programmi è cresciuto di circa il 25% rispetto al periodo precedente (2008-2010) – da 26 milioni di euro/anno a 32 milioni di euro/anno.
Il settore dell’apicoltura si confronta, da diversi anni, con un tasso di mortalità delle api senza precedenti, fatto che aggrava la situazione economica degli apicoltori e mette a serio rischio la biodiversità. Allo stato attuale i programmi nazionali rappresentano l’unico strumento disponibile per compensare la perdita parziale di api.
Tutti gli stati membri hanno comunicato alla CE i rispettivi programmi nazionali per il settore dell’apicoltura, che comprendono diverse misure: controllo dei virus, razionalizzazione della transumanza, supporto ai laboratori di ricerca, riproduzione delle api, assistenza tecnica. Tutti i 27 programmi sono eleggibili per il finanziamento.
Per i suoi 1.280.000 alveari la Romania disporrà, nel periodo 2011-2013, di un cofinanziamento pari a 10.381.956 euro.
50 milioni di euro per il “Primo imboschimento dei terreni agricoli”
Secondo un comunicato del Ministero dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale, nel periodo 01-29 ottobre 2010 si potranno presentare progetti di finanziamento relativi alla misura 221 – “Primo imboschimento dei terreni agricoli”. Per questa sessione verranno stanziati 50 milioni di euro (su un totale complessivo di 269 milioni di euro per il periodo 2007-2013).
Questa misura di finanziamento si propone il miglioramento delle condizioni ambientali nelle zone rurali grazie al rimboschimento delle stesse. L’obiettivo è quello di prevenire i danni provocati dai fattori naturali, ridurre l’erosione del suolo, migliorare la capacità di trattenuta dell’acqua, migliorare la qualità dell’aria e delle biodiversità. Beneficiari eleggibili sono:
  • Persone fisiche, incluse persone fisiche autorizzate;
  • Persone giuridiche;
  • Gruppi o associazioni di persone fisiche o giuridiche;
  • Autorità Pubbliche Locali che detengano terreni agricoli.
La superficie proposta per il rimboschimento deve essere di almeno 0,5 ettari. La prima condizione che deve essere rispettata dal sollecitante è quella di dimostrare la proprietà del terreno oggetto del finanziamento. Nei due anni che precedono la richiesta il sollecitante deve aver rispettato integralmente le Buone Condizioni Agricole e Ambientali (GAEC). In tal senso l’APIA (Agenzia dei Pagamenti e degli Interventi in Agricoltura) rilascerà un certificato probatorio.
La misura in oggetto contempla tre diverse possibilità di finanziamento:
  • Per i lavori di avvio;
  • Un premio annuale per i lavori di mantenimento, per una durata massima di 5 anni;
  • Un premio annuale che compensi i mancati guadagni derivanti dalla riconversione del terreno, per un periodo massimo di 15 anni.
Programma Operativo Settoriale Sviluppo delle Risorse Umane (POS DRU)
Aggiornato il calendario dei bandi POS DRU per il 2010
L’Autorità di Management per il POS DRU ha ripubblicato il calendario dei bandi, con relativi stanziamenti finanziari, aggiornato al 15 settembre 2010.
I periodi di pubblicazione dei bandi restano invariati ma lo stanziamento per alcune linee di finanziamento ha subito delle variazioni.
Per settembre è attesa la pubblicazione di questi bandi (per progetti di tipo grant, cioè sino a 500.000 euro):
  • Settore di Intervento 2.1 “Passaggio dalla scuola ad una vita attiva” il cui budget è stato ridotto di circa quattro volte;
  • Settore di Intervento 2.3 “Accesso e partecipazione alla Formazione Professionale Continua” – il cui budget è stato aumentato da 150 milioni di RON a 317 milioni di RON.
Il budget stanziato per il settore di intervento 5.2 “Promozione della sostenibilità a lungo termine nelle zone rurali per quanto riguarda lo sviluppo delle risorse umane e l’occupazione della forza lavoro” non ha subito variazioni mentre quello destinato allo “Sviluppo dell’economia sociale” (Settore di intervento 6.1) è stato aumentato del 5%.
La somma totale pagata ai beneficiari POS DRU quattro volte più grande di quella relativa a dicembre 2009
Secondo un comunicato ufficiale dell’Autorità di Management del POS DRU, datato 3 settembre 2010, il numero di progetti complessivamente contrattati era di 1.139, cioè quasi il doppio rispetto a quanto registrato sino a dicembre 2009.
Quanto al valore dei contributi a fondo perduto richiesti, la somma relativa ai progetti contrattati al 3 settembre 2010 ammontava a circa 2 miliardi di euro (642 progetti, per un valore di quasi un miliardo di euro, si trovavano inoltre in fase di contrattazione).
Complessivamente, per il POS DRU, sono stati presentati 5.609 progetti per un valore totale pari a 8 miliardi di euro.
Le linee di finanziamento per le quali è stato registrato il maggiore interesse sono:
  • Settore di Intervento 3.2: Miglioramento delle qualifiche dei dipendenti del settore privato, 1.278 progetti presentati (22% del totale);
  • Settore di Intervento 3.1: Promozione della cultura imprenditoriale (maggior rapporto tra valore dei progetti presentati e budget stanziato). 
All’estremo opposto si trova la misura di finanziamento per lo sviluppo della strategia di formazione professionale continua per il personale del sistema pubblico di occupazione per aumentare la qualità e l’efficienza dei servizi offerti (Settore di Intervento 4.2): sono stati presentati soltanto 14 progetti.
La somma complessivamente erogata ai beneficiari (prefinanziamenti e richieste di rimborso) ammonta a 1.067.898.247 RON (quattro volte superiore a quella pagata dal POS DRU sino a dicembre 2009).
HOME
SPORTELLO BALCANI
MACEDONIA, ANCORA STOP ALL’ADESIONE
Lo scorso 16 settembre il premier macedone ha incontrato a Bruxelles il commissario europeo all’adesione, Stefan Füle, ed in tale occasione si è discusso, oltre che del rapporto annuale del progresso del paese, che sarà presentato tra il 9 ed il 10 novembre, della questione del nome “Macedonia”, dibattuta tra ex repubblica iugoslava di Macedonia e Grecia. Il veto greco blocca infatti l’apertura dei negoziati di adesione all’Unione europea, malgrado le raccomandazioni positive della Commissione europea, presentate circa un anno fa. La risoluzione di tale problema non è immediata, e ciò che la Commissione può fare altro non è che facilitare il dialogo ed i contatti tra i due paesi, cercando di trovare un accordo. 
COMITATO DELLE REGIONI SULLA MACROREGIONE ADRIATICO-IONICA
Dopo la proposta dello scorso aprile di formare una nuova macroregione Adriatico-Ionica, i rappresentanti delle regioni si sono recentemente incontrati a Bari per discutere di una strategia comune in tal senso per la nuova programmazione europea, del 2014, e per il processo di allargamento all’Unione europea di alcuni stati balcanici. L'UE potrebbe infatti utilizzare lo strumento delle macroregioni per rafforzare il processo di integrazioni all’interno dei Balcani. Di macroregione Adriatico-Ionica si parlerà anche in occasione degli “Open Days” che si terranno a Bruxelles i primi giorni di ottobre.
SERBIA NUOVO MEMBRO DELL’ORGANIZZAZIONE EUROPEA DEI BREVETTI
Lo scorso 21 settembre, in occasione della 48esima sessione dell'Assemblea dell'Organizzazione mondiale per la protezione della proprietà intellettuale, il vicepresidente serbo ha sottolineato come la proprietà intellettuale sia importante per lo sviluppo economico e sia uno dei motori dell'economia innovativa e concorrenziale. Il paese, che dall'ottobre di questo anno diventerà il 38° membro dell'Organizzazione europea di brevetti, ha presentato negli ultimi anni numerosi progetti scientifici per creare nuovi brevetti. L’incontro di Ginevra ha visto come partecipanti anche Bielorussia, Egitto, Grecia, Cina, Turchia e Corea del Sud, con le quali si è parlato del miglioramento della cooperazione nelle scienze e tecnologie, nonché dei progetti bilaterali in realizzazione.
UE, PRESTO ABOLIZIONE DELL’OBBLIGO DEI VISTI PER BOSNIA-ERZEGOVINA ED ALBANIA
Nei giorni scorsi la Commissione europea ha inviato agli Stati Membri il proprio rapporto di valutazione sui progressi realizzati da Albania e Bosnia-Erzegovina in vista dell’adesione, sottolineando come l’Unione europea dovrà necessariamente ed al più presto sopprimere la procedura relativa all’obbligatorietà dei visti di interesso nello spazio Schengen per i cittadini di questi due paesi. In occasione del prossimo Consiglio di Giustizia ed Affari Interni, che si terrà a Lussemburgo il prossimo 7 ed 8 ottobre, gli Stati Membri dovranno infatti dare il proprio consenso all’abolizione dei visti.
HOME
 SPORTELLO APRE
UFFICIO BREVETTI EUROPEO, AGGIORNAMENTO SUL SITO ASIATICO
Il sito di informazioni sull’ufficio brevetti asiatico, che attualmente offre numerose informazioni sulle procedure nei paesi asiatici, report annuali, statistiche, moduli, indicazioni legali, liste di organizzazioni ed associazioni riconosciute, è stato recentemente aggiornato e pone ora molta attenzione all’industria europea, proponendo anche servizi aggiuntivi di traduzione, di ricerca brevetti ed uno sportello di consulenza telematica.
Per ulteriori informazioni: http://www.epo.org/patents/patent-information/east-asian.html  
BANDO DI AVVISO SU AUTORIZZAZIONI IN AMBITO TECNOLOGICO ED 
INNOVAZIONE APERTA
La Commissione europea, Direzione Generale Ricerca, ha recentemente pubblicato un nuovo bando per la realizzazione di uno studio denominato “Autorizzazioni tecnologiche ed innovazione aperta: analisi delle condizioni per il trasferimento di conoscenza”. Scopo dello studio sarà infatti quello di individuare i possibili collegamenti tra i dati della ricerca e l’accesso al mercato. Le proposte vanno inviate entro il 25 ottobre. Per ulteriori informazioni: http://ec.europa.eu/research/dgs/tenders/rtd-tender_en.cfm?tender_ref=s169-258189 
GIORNATA NAZIONALE “SCIENZA NELLA SOCIETÀ” - ROMA, 11 OTTOBRE
APRE, per conto del MIUR ed in collaborazione con la Presidenza del Consiglio e la Commissione Europea, promuove una giornata informativa nazionale sul tema “Scienza nella Società”, allo scopo di presentare i bandi pubblicati lo scorso luglio 2010. Obiettivo dell’azione Scienza nella Società è stimolare l’integrazione degli sforzi scientifici e tecnologici e delle relative politiche di ricerca nel tessuto sociale europeo incoraggiando la riflessione e il dibattito pan-europeo sulla scienza e la società nel loro insieme in vista di costruire una società europea della conoscenza reale e democratica.
L’evento si terrà a Roma presso la Presidenza del Consiglio, Largo Chigi, 19.
Il programma completo dell’evento e la possibilità di registrarsi per la partecipazione è disponibile sul sito APRE.
RINNOVO DEL CONSIGLIO SCIENTIFICO DELL’ERC
La Commissaria Máire Geoghegan-Quinn ha nominato, all’interno dell’ERC, un comitato che avrà il compito di identificare i futuri membri del Consiglio Scientifico dell’ERC.
Il comitato, composto da 6 personalità di rilievo nel campo della ricerca, ha un doppio mandato: in primo luogo, il prossimo febbraio procederà all’identificazione dei nuovi membri del Consiglio Scientifico e, in secondo luogo, determinerà una rosa di candidati per i rinnovi futuri del Consiglio.
Il Comitato si è riunito per la prima volta il 14 Settembre e ha stabilito la metodologia da adottare.
Saranno consultate le organizzazioni più rappresentative della comunità scientifica europea ma la consultazione è aperta anche ad atri enti che hanno intenzione di proporre dei candidati entro il 29 ottobre 2010.
Per l’invio di tali contributi, è stata attivata la seguente casella mail: rtd-erc-id@ec.europa.eu
Per maggiori informazioni http://erc.europa.eu/pdf/Press_Release_ERC_Identification_Committee.pdf 
GIORNATA NAZIONALE DI LANCIO DELLA CALL 4 SECURITY
La Giornata nazionale di lancio della call 4 security del Settimo Programma Quadro si svolgerà a Roma il prossimo 1° ottobre, presso il MIUR – Piazzale Kennedy 20.
La giornata, organizzata da APRE per conto del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ed in collaborazione con il CNR ed il Ministero della Difesa, sarà l’occasione per presentare le novità e le particolarità del Programma di Lavoro Sicurezza 2011 del Settimo Programma Quadro lanciato lo scorso 20 luglio dalla Commissione Europea.
Il programma completo della giornata, le esatte indicazioni circa il luogo e gli orari di svolgimento e la registrazione on-line all’evento, sono disponibili sul sito APRE , al seguente indirizzo: http://www.apre.it/Eventi/giornata.asp?id=962 
OCCASIONE UNICA PER PARTECIPARE AL DESIGN DEI FUTURI PROGRAMMI UE
La Commissione Europea ha indetto lo scorso 15 Settembre tre pubbliche consultazioni sul futuro dei programmi europei Lifelong Learning, Youth in Action e International higher education.
I nuovi programmi daranno supporto agli obiettivi della strategia Europa 2020 e contribuiranno all’iniziativa Youth on the Move adottata dalla Commissione.
I tre questionari possono essere scaricati al seguente link:
http://ec.europa.eu/dgs/education_culture/consult/index_en.html  
La consultazione resterà aperta dal 15 settembre al 30 novembre 2010.
“THE STRATEGIC ENERGY TECHNOLOGY PLAN CONFERENCE 2010” E “BROKERAGE EVENT - CALL FP7- ENERGY-2011-2”
Il 15 e 16 novembre 2010 si terrà a Bruxelles la conferenza “the Strategic Energy Technology Plan” organizzata dal Governo fiammingo (dipartimento dell’economia, scienza e innovazione) in collaborazione con la Commissione Europea.
Il principale obiettivo della conferenza è di comunicare i progressi raggiunti negli ultimi tre anni in seguito al lancio del SET PLAN “verso un futuro a basso uso di carbonio” da parte della Commissione Europea per garantire uno sviluppo industriale sostenibile, garantendo il rispetto ambientale e la crescita economica.
Il 17 novembre 2010 si terrà invece sempre a Bruxelles dalle ore 9.00 alle 15.00 il Brokerage Event relativo al bando FP7- ENERGY-2011-2 organizzato dalla rete dei Punti di Contatto Nazionali del tema Energia in collaborazione con la Commissione Europea . A breve sarà disponile l’agenda della giornata.
Per maggiori informazioni visitare il sito: www.setplanconference2010.be
Contatti: helpdesk@setplanconference2010.be
GIORNATA NAZIONALE PER IL LANCIO DEL BANDO 2011 “SCIENZE SOCIO-ECONOMICHE ED UMANISTICHE” DEL 7° PROGRAMMA QUADRO DELL'UNIONE EUROPEA
APRE, per conto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e dall’Università degli Studi di Torino, in collaborazione con la Commissione Europea organizza la giornata nazionale per il lancio del bando SSH 2010 a Torino il 14 ottobre 2010 presso l' Università degli Studi di Torino.
Il programma e la possibilità di iscriversi è disponibile dal sito di APRE al seguente link: 
http://www.apre.it/Eventi/giornata.asp?id=954  
L’iscrizione è gratuita e si effettua compilando la scheda al link sopra indicato.
VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI
HOME
GOING ABROAD, A CURA DI EUROCULTURA
Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che si è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
Tel. 0444 - 964 770
Fax 0444 - 960 129
E-mail info@eurocultura.it
Website www.eurocultura.it
OPPORTUNITA’ DI STAGE
Tirocinio presso l’United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO), Parigi
Nella filosofia dell’UNESCO, fondata nel 1945, l’educazione, le scienze sociali e naturali, la cultura e la comunicazione sono i mezzi per raggiungere uno scopo ambizioso: costruire la pace nelle menti degli uomini. Su questa base l’organizzazione offre due volte l’anno degli Internship a studenti di diversi indirizzi, ricercatori e dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni della durata di due - quattro mesi, da svolgere presso la sede centrale di Parigi. Secondo la qualifica posseduta, le mansioni da svolgere possono riguardare l’ambito strategico, l’amministrativo o il tecnico.
Per candidarsi è necessario avere i seguenti requisiti:
  • Diplomi: Aver fatto la laurea triennale ed essere iscritto, al momento della domanda e durante il periodo di Internship, ad un corso per Master. L’indirizzo può essere nel campo dell’Educazione, della Cultura, delle Scienze Naturali, delle Scienze Sociali e Umane, della Comunicazione o di un campo direttamente collegato con il Management e l’Amministrazione di un’organizzazione internazionale.
  • Lingua: avere un’ottima conoscenza parlata e scritta di una delle due lingue di lavoro (inglese e francese) e una buona conoscenza dell’altra. 
  • Computer: conoscenza dei pacchetti di software per l’ufficio. 
  • Motivazione: sono essenziali la coscienza delle tante realtà di un mondo multiculturale e la condivisione dell’idea di un servizio pubblico internazionale.
La candidatura si fa on-line. Lo stagista non riceve un rimborso spese. Nel caso il Segretariato di Parigi sia interessato, entro quattro mesi invierà al candidato una proposta di internship. 

UNESCO 
7, place de Fontenoy
F-75352 Paris 07 SP 
Tel.: 0033 (0)1 45 68 10 00
Fax: 0033 (0)1 45 67 16 90
bpiweb@unesco.org  
www.unesco.org  
BUONO A SAPERSI 
Riconoscimento dei titoli di studio nell’UE
La politica comunitaria intende garantire la validità delle qualifiche e dell'esperienza pratica acquisite in un Paese dell'Unione Europea. 
Per le professioni "non regolamentate" (per le quali non è necessaria una qualifica specifica) è possibile l'esercizio della professione senza ulteriori requisiti. 
Per le professioni "regolamentate" (per le quali è necessaria una qualifica) occorre distinguere tra professioni in cui la domanda di riconoscimento del diploma è obbligatoria (insegnanti, avvocati o ingegneri, ad esempio), e professioni in cui, generalmente, i diplomi sono riconosciuti automaticamente (medici, infermieri, odontoiatri, ecc.). La domanda va generalmente presentata a un'amministrazione pubblica, ad esempio il Ministero competente (l'ufficio esatto dipende dalla professione che si intende esercitare). Nel caso delle professioni riconosciute automaticamente, occorre tener presente la possibilità di dover espletare formalità puramente amministrative (come la registrazione presso un ente o un'associazione professionale).
www.cimea.it  Titoli accademici

www.nrpitalia.it  Diplomi della formazione professionale
workshop
L'Urban Center del comune di Thiene, in collaborazione con l'Associazione Eurocultura, organizza: 
La tua Europa – il tuo futuro

Conferenza
Organizzazioni Internazionali – lavoro e stage
19 ottobre 2010, ore 20.30 
Biblioteca Civica via Corradini Thiene (VI)

Unione Europea, Banca Centrale Europea, ONU, Banca Mondiale, UNESCO: sono solo alcune delle organizzazioni internazionali che offrono regolarmente opportunità di lavoro e stage a Bruxelles, New York, Parigi, Londra e in tante altre grandi e medie città nel mondo. 
Oltre alle istituzioni ci sono migliaia di organismi non profit che si occupano, per esempio, di diritti umani, politica ambientale e sociale, interessi economici, sviluppo tecnologico, ecc., pronti ad accogliere stagisti per un periodo formativo e frequentemente in cerca di personale preparato a lavorare a livello internazionale.
Per accedere a queste opportunità servono le lingue, un curriculum di studio eccellente, e, in caso di lavoro, esperienze qualificate fatte fuori dal contesto nazionale. Sono inoltre necessarie delle caratteristiche personali quali flessibilità, capacità di adattamento, interculturalità e, in particolare fuori dall’Europa, ottimo stato di salute.
Superare la selezione sia per stage che per lavoro è impresa dura perché la concorrenza proviene da tutti gli angoli del mondo. 
Relatore: Bernd Faas 

Infoline:
Urban Center O.A.S.I Europa
tel. 0445-804749 - 804751
urbancenter@comune.thiene.vi.it  
www.comune.thiene.vi.it  
Seminario per Orientatori
Stage all’estero: requisiti e realizzazione
23 e 24 novembre 2010, Vicenza
Studenti, neolaureati, diplomati, lavoratori con esperienza: sempre più persone richiedono un orientamento sullo stage all’estero e vogliono verificare l’utilità per l’inserimento nel mondo del lavoro oppure per un miglioramento nella carriera professionale.
Il programma delle due giornate di formazione prevede approfondimenti sulle opportunità nel Regno Unito, in Germania, in Francia, nelle Organizzazioni Internazionali e nei paesi extra-europei. Altri argomenti sono: tabella di marcia per l’attuazione, networking, agenzie a pagamento, borse di studio, carte e documenti per essere in regola. 
Destinatari: orientatori professionali che operano negli Informagiovani, nell’università, nella scuola, nei Centri per l'Impiego, nelle istituzioni e negli enti economici.
Obiettivo: Fornire agli operatori professionali strumenti che li mettano in grado di dare informazioni strutturate per orientare gli utenti ad una esperienza di stage all'estero.
Quota di partecipazione: 300,00 (escluso IVA del 20%) 
Posti disponibili: 15
Docente
Bernd Faas opera da oltre 20 anni nel settore della mobilità internazionale. La sua esperienza professionale riguarda l'orientamento, la preparazione e la realizzazione di attività nell'ambito di lavoro, stage, formazione e volontariato all'estero. È responsabile editoriale di Ora di Muoversi - Lavoronotizie, l'unica rivista italiana dedicata alla mobilità internazionale. Svolge attività di consulenza individuale e di gruppo, tiene corsi e conferenze in Italia e all’estero presso università, Informagiovani, Centri per l'impiego e enti di formazione.

Ulteriori Informazioni:
tel. 0444-964770
www.eurocultura.it >Seminari 
Formazione professionale a Vicenza di cittadini europei
Ogni anno Eurocultura accoglie oltre cento giovani europei - studenti, diplomati e laureati - che hanno scelto Vicenza come luogo dove perfezionare le loro competenze tecnico-professionali con uno stage in azienda. Grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea nell’ambito dei programmi Leonardo da Vinci ed Erasmus Placement, i giovani tedeschi, spagnoli, greci, norvegesi, austriaci, portoghesi e francesi rimangono a Vicenza per periodi che variano da 3 settimane a 6 mesi. 
Eurocultura collabora con partner stranieri come camere di commercio e dell'artigianato, Confindustria, centri di formazione professionali, università e enti del 3 settore.
Nel periodo iniziale della loro permanenza a Vicenza frequentano un corso intensivo di lingua e cultura italiana, per iniziare poi lo stage nelle aziende vicentine.
Dal 1995 centinaia di aziende grandi e piccole di Vicenza e provincia accolgono gli stagisti di Eurocultura.
Si tratta di un’esperienza importante sia per le aziende, che possono così sperimentare lavoratori formati in un altro Paese e con una cultura lavorativa diversa, sia per i giovani, che maturano un'attività professionale internazionale a completamento del proprio percorso formativo.
Ricerca europea
L’invecchiamento della popolazione, con il conseguente aumento di malattie croniche invalidanti, avrà in futuro indubbie ricadute sulla richiesta di LTC (cure a lungo termine), nel cui ambito ricadono anche le prestazioni di servizi alla persona fornite dalle cosiddette ”badanti”.
Quello delle badanti è un mercato del lavoro con molte zone d'ombra in tutti i paesi europei, caratterizzato da un'elevata percentuale di lavoro nero e dominato dalla presenza di extra-comunitari, spesso irregolari. Nove volte su dieci, infatti, la badante è straniera e nel 50% dei casi lavora senza regolare contratto.
Un sistema per far emergere da questa “area grigia” il lavoro della badante è sicuramente quello di attribuirle un profilo professionale ben definito, individuando le competenze e le conoscenze necessarie per lo svolgimento di questo lavoro e definendo i percorsi formativi che portino all’acquisizione di una qualifica professionale certificata.
Il progetto ADCOMP, finanziato dal programma Lifelong Learning 2009-2011 dell'UE , si pone quindi come obiettivo prioritario di definire, a partire dall’identificazione delle competenze socio-professionali della badante, un percorso formativo per l’acquisizione della qualifica professionale di “badante” (nei paesi anglosassoni: home care taker). 
Partner: Conselleria d’Afers Socials, Promoció i immigra ciò. DG de Planificació I Formació de Serveis Socials (Spagna), BBQAG (Germania), UETP Action Link/Action Synergy S.A. (Grecia), Federación de Trabajadores de la Enseñanza (Spagna), Universa V Maribory – Filozofska Fakulteta (Slovenia), Eurocultura (Italia). 
HOME
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University 
Isola di San Servolo – Venezia
Dal 1999 viene organizzato (spesso in più edizioni annuali) il Master in Europrogettazione, aperto a tutti coloro che intendano affrontare gli aspetti legati alla redazione e allo sviluppo di un progetto europeo: dalla ricerca e individuazione delle informazioni al partenariato, dal budget alla definizione di un piano di comunicazione e disseminazione efficace. Il Master ha un taglio pratico e operativo, ed è adatto sia a chi si accosta per la prima volta alla progettazione europea, sia a chi ha già acquisito esperienza e desidera strutturare al meglio le proprie competenze. Largo spazio è lasciato all'esercitazione in piccoli gruppi omogenei, in base ai settori di provenienza degli allievi. 
Il Master offre inoltre un periodo di assistenza alla redazione di un progetto, che l'interessato svilupperà autonomamente con l'assistenza dei nostri tutors, e al termine del quale potrà conseguire il Master (non obbligatorio per l'allievo, a cui viene comunque rilasciato un attestato di frequenza).
Dal 2004 al Master in Europrogettazione è stata affiancata la Scuola di gestione dei progetti europei, finalizzata ad approfondire tutte le problematiche inerenti la vita di un progetto approvato: i rapporti con la Commissione europea, le tecniche e gli strumenti di gestione dei progetti e del partenariato, il monitoraggio e la valutazione, la gestione economico-finanziaria e la rendicontazione. Anche in questo caso l’interattività tra docenti e allievi riveste una importanza cruciale per la ottimale riuscita del corso: per questo è lasciato ampio spazio a domande ed esercitazioni. 
Entrambi i percorsi durano ciascuno una settimana a tempo pieno, durante la quale sono previste iniziative collaterali e servizi aggiuntivi, che variano a seconda delle edizioni: approfondimenti, seminari facoltativi, ecc.
Il Centro offre inoltre seminari specialistici, di progettazione su varie tematiche: ambiente, ricerca, cooperazione territoriale, apprendimento permanente, ecc. solitamente in concomitanza con l’uscita di bandi particolarmente rilevanti. I seminari hanno normalmente una durata di una o due giornate, e si concentrano su un bando o su un programma specifico di particolare complessità e attualità, oppure su temi di rilevanza trasversale. 
Il Centro è in grado di concludere convenzioni e accordi con enti e imprese che avessero la necessità di formare un numero significativo di persone, orientando e finalizzando la formazione alle loro specifiche esigenze, e realizzando direttamente le attività didattiche presso le strutture richiedenti.
Per ulteriori informazioni:
http://www.europelago.it/dove.asp  
HOME
INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALL’UE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER
La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per “l’informazione europea su misura”, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall’ Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l’elenco cliccare il seguente link:
www.euroreporter.eu.
HOME
CONTATTI
Per non ricevere la newsletter cliccare QUI

Eurosportello informa - Anno XIV N 17 – 2010
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/099941 – Fax. 041/0999401
Website www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Mirco Avanzo, Roberto Bassetto , Michela Bergamin, Sara Codognotto , Rossana Colombo , Beatrice De Bacco,   Laura Manente  
Filippo Mazzariol
, Matteo Peri ,  Daniela Nardello , Brankica Raskov , Brunella Santi, Samuele Saorin , Dubravka Skopac, Lisa Tavella, 
Alessandra Vianello
, Alessandro Vianello

HOME