Numero 14

30 luglio 2010

SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello USA
Sportello APRE
Eurocultura
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University 
Isola di San Servolo – Venezia
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con  Euroreporter
Contatti
AGROMATCH 2010 - Evento B2B presso la Fiera Agromek – Herning (Danimarca), 1-2 dicembre 2010 
Eurosportello del Veneto partner del Progetto 2GBM finanziato dalla Commissione Europea (Agenzia per la Competitività ed Innovazione-EACI) che vede coinvolti 15 partner europei provenienti da Danimarca, Italia, Estonia, Lettonia, Grecia, Svezia, Spagna, Finlandia e Regno Unito. 
Obiettivo principale di 2GBM e' l'organizzazione di 4 workshop all'interno delle maggiori fiere nel settore delle bioenergie (bioenergie da foresta, da zootecnia e da rifiuti industriali e domestici). 
Il secondo evento in calendario e' l'iniziativa di incontri bilaterali Agromatch 2010 (1-2 dicembre 2010) che si terrà in occasione della più grande fiera agricola del Nord Europa Agromek 2010 (http://www.agromek.dk/ ) che avrà luogo a Herning (Danimarca) dal 30 novembre al 3 dicembre p.v.. 
Agromek e' considerata la più importante fiera del settore delle biomasse derivanti dall'agricoltura e da rifiuti zootecnici. 
Esporranno i maggiori produttori, fornitori e sub-fornitori di tecnologie dei seguenti settori: 
  • produzione di biomasse derivanti da agricoltura e da rifiuti zootecnici 
  • stoccaggio e logistica 
  • tecnologie del pre-trattamento delle biomasse 
  • tecnologie di conversione 
  • tecnologie per l'uso efficiente di energia e scarti di biomasse 
Lo scopo dell'evento e' di incentivare la cooperazione transnazionale e di aumentare la competitività e la crescita delle PMI tramite l'organizzazione di incontri di business to business nell'ambito di questi importanti eventi fieristici. 
In questo contesto Unioncamere del Veneto-Eurosportello invita le aziende operanti nei settori sopracitati a partecipare alla manifestazione fieristica Agromek e al relativo evento di partenariato Agromatch che si terrà a Herning (Danimarca) nei giorni 1-2 dicembre p.v. presso lo stand di Enterprise Europe Network. 
L'evento offrirà l'opportunità di entrare in contatto diretto con numerose aziende che operano nei settori sopra elencati provenienti da diversi Paesi europei. Rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo di relazioni commerciali e di cooperazione. 
Gli incontri bilaterali/commerciali tra le aziende si baseranno su un'agenda di lavoro personalizzata e prestabilita secondo le richieste di collaborazione della Vostra azienda tramite il portale dedicato all'evento http://www.bioenergy-match.eu  
L'iscrizione all'evento e' gratuita esclusa l'entrata in fiera. 
Per ogni azienda partecipante l'iscrizione da' diritto a: 
  • agenda personalizzata di incontri bilaterali (20 incontri massimo in due giorni) 
  • visibilità nel portale dedicato 
  • assistenza prima, durante e dopo l'evento da parte dei partner del progetto 2GBM 
  • tour guidato presso aziende danesi che utilizzano biomasse 
A disposizione per eventuali ulteriori informazioni (Rossana Colombo - Roberto Bassetto - tel. 041 0999411; rossana.colombo@eurosportelloveneto.it  e roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it ). 
Questionario di valutazione
Al fine di migliorare il nostro servizio Vi chiediamo di compilare il questionario di valutazione disponibile presso questo link.
Grazie per la collaborazione.
HOME
INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE
LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
7th MICRO & NANOTECHNOLOGIES BROKERAGE EVENT a MICRONORA 2010 Besançon (Francia), 28 settembre - 1 ottobre 2010 - Evento B2B
La diciottesima edizione di Micronora 2010 si terrà a Besançon (Francia) dal 28 Settembre al 1 Ottobre 2010.
Con 944 espositori di cui 5 il 37% esteri (dati edizione 2008), il salone biennale Micronora, si conferma come il maggior appuntamento europeo delle micro e nanotecnologie.
Durante questo evento si terranno degli incontri bilaterali con l’obiettivo di supportare gli operatori delle micro & nanotecnologie (aziende, laboratori di ricerca e Centri tecnologici) ad avviare contatti con i loro omologhi europei.
L’evento rappresenta un’opportunità unica per incontrare potenziali partner europei, allacciare contatti commerciali internazionali ed essere aggiornati sulle ultime tendenze e innovazioni. Parallelamente agli incontri bilaterali sarà possibile visitare lo spazio espositivo e partecipare a cicli di conferenze.
Per partecipare all’evento occorre registrarsi inserire un profilo in lingua inglese sul sito dell’evento: 
http://www.micro-nano-event.eu/  

Una volta compilato, il profilo verrà inserito all'interno di un catalogo online costantemente aggiornato. Ogni azienda, centro di ricerca o università potrà in seguito consultare il catalogo stesso e manifestare il proprio interesse per un determinato profilo. Per ciascun partecipante verrà così predisposta un'agenda di appuntamenti personalizzata. 
La quota d’iscrizione all’evento missione è di 180 € ( 90€ per gli espositori) da versare agli organizzatori della fiera e comprende l’accesso al salone, la partecipazione agli incontri bilaterali, il catalogo dell’evento, assistenza in loco durante gli incontri bilaterali.L’iscrizione insieme al pagamento della quota di adesione devono essere effettuati entro il 30 luglio 2010
Veneto Innovazione, referente regionale di Enterprise Europe Network per le attività legate alla cooperazione tecnologica transnazionale, il trasferimento di tecnologia e lo sfruttamento dei risultati della ricerca e membro del Sector Group Micro e Nano technology , promuove la partecipazione di aziende ed enti di ricerca veneti che sviluppano o producono tecnologia, sistemi, prodotti, materiali o componenti nei settori indicati e desiderano trovare delle controparti europee per la vendita della propria tecnologia, per la ricerca di nuove soluzioni tecnologiche o per impostare congiuntamente ulteriori attività di ricerca.
Per informazioni:
Veneto Innovazione
Ufficio Progetti Europei Trasferimento Tecnologico
Enterprise Europe Network
Tel +39 041 8685 301
trasftech@venetoinnovazione.it
  
ITALIA DIMENSIONE 2000 - 9° Salone biennale del “Made in Italy” 
Lussemburgo, 17-19 settembre 2010  
Dal 17 al 19 settembre 2010 si terrà la 9° manifestazione fieristica ITALIA DIMENSIONE 2000 – Salone del “Made in Italy” presso i padiglioni di Luxexpo a Lussemburgo. 
Creato dalla Camera di Commercio Italo Lussemburghese nel settembre del 1994 con il patrocinio dell’ Ambasciata d’Italia il salone è interamente dedicato al “Made in Italy” e ai suoi settori di punta quali il turismo, l’enogastronomia, l’artigianato artistico, il design, la moda e la tecnologia. 
La manifestazione ha registrato negli anni un crescente successo: un’affluenza di oltre 15.000 visitatori nei tre giorni di apertura ed un considerevole aumento in termini di adesione e di superficie espositiva. Oggi il Salone è riconosciuto come un evento promozionale unico nel suo genere non solo per il Lussemburgo ma per l’intera Euro Regione della Saar-Lor-Lux registrando una superficie di 5.000 mq. 
Obiettivi della manifestazione fieristica sono la promozione delle eccellenze dell’imprenditoria italiana, la creazione di contatti d’affari per gli espositori presenti in fiera e il rafforzamento dei marchi del “Made in Italy” anche mediate i distributori locali. 
La Camera di Commercio Italo Lussemburghese organizza incontri bilaterali tra distributori e buyer locali e le piccole e medie imprese per allacciare contatti commerciali con il mercato del Granducato e quelli dei paesi limitrofi (Francia, Belgio, Germania). 
Eurosportello del Veneto invita le aziende a partecipare a questa importante vetrina commerciale che garantisce la massima visibilità nel cuore dell’ Unione Europea e permette di dare risalto alle eccellenze. 
La manifestazione ha come fulcro la partecipazione in qualità di ospite d’onore di un’Istituzione italiana (Regioni, Province, Comuni e Camere di Commercio) a cui è data l’opportunità di realizzare una presentazione completa del proprio territorio presentando le sue eccellenze nei diversi settori di punta. 
Per ulteriori chiarimenti contattare il sig. Roberto Bassetto - tel. 041 0999419; roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it  o la si.gra Rossana Colombo – tel. 041 0999415 rossana.colombo@eurosportelloveneto.it
SASO FAIR 2010 – Incontri bilaterali – Spalato (Croazia), 22 ottobre 2010 
La Camera di Commercio di Spalato in collaborazione con l’Ufficio per il Trasferimento Tecnologico dell’Università di Spalato, entrambe partner della rete Enterprise Europe Network, organizza a Spalato, il 22 ottobre p.v., l’evento di incontri bilaterali in occasione della Fiera SASO. 
La Fiera SASO , riconosciuta a livello internazionale, rappresenta la più importante fiera della Croazia nel settore delle costruzioni civili, dell’industria del legno e dei metalli, delle attrezzature industriali, dell’energia elettrica, delle telecomunicazioni e delle piccole e medie imprese artigianali. 
Nella scorsa edizione, ha registrato 100.000 visitatori e 2.400 espositori che occupavano più di 35.000 mq. di superficie coperta e 30.000 mq. di superficie scoperta. 
Unioncamere del Veneto – Eurosportello, quale partner per la Regione del Veneto, invita le aziende operanti nei seguenti settori: 

 - Tecnologie delle costruzioni 
  • Materiali per l’edilizia 
  • Costruzioni ed elementi prefabbricati 
  • Attrezzature per l’edilizia 
  • Servizi per l’edilizia 
 - Industria metallurgica 
  • Lavorazione dei metalli 
  • Macchinari ed attrezzature 
 - Ingegneria elettrica 
  • Elettronica 
  • Robotica 
  • Controllo distribuzione energia 
a partecipare alla manifestazione fieristica SASO 2010 che si terrà a Spalato dal 20 al 24 ottobre p.v. e all’evento di incontri bilaterali del 22 ottobre p.v. 2010.
L’evento, tramite l’organizzazione di incontri di business to business, offrirà l’opportunità di entrare in contatto diretto con numerose aziende che operano nei settori sopra elencati provenienti da diversi Paesi europei e balcanici. Rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo delle relazioni commerciali. 
Gli incontri bilaterali/commerciali tra le aziende si baseranno su un’agenda di lavoro personalizzata e prestabilita secondo le richieste di collaborazione della Vostra azienda effettuate sul catalogo online dedicato all’evento. 
L’iscrizione all’evento è gratuita e comprende i seguenti servizi: 
  • agenda personalizzata degli incontri bilaterali 
  • entrata gratuita alla fiera 
  • visibilità nel catalogo online 
  • assistenza prima, durante e dopo l’evento da parte degli organizzatori e di Unioncamere del Veneto-Eurosportello 
Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di inviare la scheda di adesione compilata a Unioncamere del Veneto – Eurosportello entro il 20 settembre 2010 al seguente numero di fax 041 0999401 o via e-mail rossana.colombo@eurosportelloveneto.it  
Per maggiori approfondimenti sull’evento in oggetto, Vi consigliamo di consultare il portale della fiera http://www.sasofair.com/index_eng.htm  
A disposizione per eventuali ulteriori informazioni Rossana Colombo – Roberto Bassetto - tel. 041 0999411; rossana.colombo@eurosportelloveneto.it  e roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it .
HOME
NORMATIVA COMUNITARIA
POLITICA FISCALE E FINANZIARIA DIRETTIVA 2010/45/UE del Consiglio del 13 luglio 2010 recante modifica della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto per quanto riguarda le norme in materia di fatturazione (GUUE L 189/2010)
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE RACCOMANDAZIONE del Consiglio del 13 luglio 2010 sugli orientamenti di massima per le politiche economiche degli Stati membri e dell’Unione (2010/410/UE) (GUUE L 191/2010)
HOME
APPROFONDIMENTI
STUDIO SULL’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI DISPONIBILE ONLINE
Uno studio sul livello di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese europee ha evidenziato i principali vantaggi ed ostacoli che né derivano, sottolineando come le imprese che operano con l’estero abbiano un’attività più florida. Lo studio, condotto dalla Commissione europea, ha messo in evidenza anche il diretto collegamento tra internazionalizzazione ed innovazione e fornisce alcuni utili suggerimenti per la politica a supporto delle PMI.
Lo studi ed i risultati del sondaggio per ciascun settore di attività sono disponibili al seguente indirizzo: 
http://ec.europa.eu/enterprise/policies/sme/market-access/internationalisation/index_en.htm 
MAGGIORE TRASPARENZA SUI FONDI REGIONALI
Il Parlamento europeo nei giorni scorsi ha adottato una risoluzione in cui afferma la necessità di garantire una maggiore trasparenza per quanto riguarda i progetti di sviluppo regionale. Un ruolo fondamentale deve essere svolto dai revisori dell’Unione europea, che dovrebbero approcciarsi con maggiore fermezza in caso di mancato rispetto degli obblighi di informazione e procedura. È stato inoltre richiesto alla Commissione europea di monitorare l’utilizzo dei pagamenti anticipati ricevuti dagli Stati membri.
TRASPORTO SU VIE NAVIGABILI INTERNE: NUOVO BANDO DI GARA TED
La Commissione europea ha lanciato il 20 luglio u.s. una gara d’appalto per definire prospettive a medio e lungo termine per quanto riguarda il trasporto su vie navigabili interne. Il bando di gara riguarda la preparazione di un sondaggio per valutare l’attuale situazione nell’Unione Europea, analizzando il potenziale del settore all’interno del sistema di trasporti europeo.
La scadenza è fissata per il 6 settembre.
CONSULTAZIONE SULLA DIRETTIVA "SERVIZI" 
Dall'inizio del 2010 gli Stati membri hanno avviato insieme alla Commissione, un metodo di lavoro innovativo noto come "processo di valutazione reciproca" per analizzare e riflettere su alcune misure nazionali sottoposte a revisione.
Nell'ambito di questo processo, la Commissione invita le parti interessate a presentare la loro analisi e le loro osservazioni sulle misure nazionali che impongono tuttora certi tipi di requisiti per lo stabilimento dei prestatori di servizi o per le prestazioni transfrontaliere di servizi. 
Fino al 13 settembre p.v. sarà dunque possibile partecipare alla Consultazione indetta dalla Commissione europea su varie misure connesse con la Direttiva 2006/123/CE, meglio nota come Direttiva Servizi, che stabilisce libertà di stabilimento e libera circolazione dei servizi nel mercato interno.
La consultazione è rivolta a cittadini, imprese, organizzazioni ed enti pubblici, i quali potranno inviare un feedback sulle loro esperienze relative alle misure nazionali di attuazione della direttiva o sulle restrizioni incontrate. 
L'attuazione della direttiva "servizi" si è rivelata particolarmente impegnativa per gli Stati membri, perché interessa un ampio spettro di disposizioni legislative e regolamentari applicabili a tutti i livelli amministrativi. Entro la fine dell'anno, la Commissione presenterà al Parlamento europeo e al Consiglio i risultati di questo "processo di valutazione reciproca" e della consultazione delle parti interessate.
Per il documento di consultazione e il questionario si rimanda al sito: http://ec.europa.eu/internal_market/consultations/2010/services_directive_en.htm 
DIRITTO EUROPEO DEI CONTRATTI: CONSULTAZIONE EUROPEA
Il mercato interno poggia le sue basi su una moltitudine di contratti disciplinati da diverse regole nazionali in materia contrattuale. Queste differenze tra normative nazionali comportano necessariamente un aumento dei costi di transazione e soprattutto amplificano la sensazione di incertezza e insicurezza delle imprese che desiderano internazionalizzare. 
L’Unione europea si sta muovendo verso un diritto europeo sui contratti, con lo scopo di rafforzare il mercato interno facilitando le transazioni transfrontaliere.
La Commissione europea ha perciò lanciato la consultazione “Libro Verde della Commissione sulle opzioni possibili in vista di un diritto europeo dei contratti per i consumatori e le imprese”. 
Una consultazione in ambito europeo è uno strumento che dà la possibilità, a chi desideri esprimere la propria opinione sulle politiche UE, di partecipare al processo decisionale europeo, rispondendo ai sondaggi d’opinione che si riferiscono a un settore di attività.
Un'ampia partecipazione alla consultazione evidenzierebbe le esigenze del nostro territorio e potrebbe meglio indirizzare la Commissione europea nell'elaborazione della normativa in oggetto che avrà sicuramente delle ricadute particolarmente importanti per il tessuto imprenditoriale veneto in virtù dell’alto grado d’integrazione con le altre economie europee che lo caratterizza.
I documenti relativi alla consultazione (disponibili in lingua inglese) possono essere scaricati all’indirizzo: http://ec.europa.eu/justice_home/news/consulting_public/news_consulting_0052_en.htm 
Il termine ultimo per la presentazione dei contributi è fissato al 31 gennaio 2011.
PUBBLICATO IL BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO IMPRESA
Il Consorzio IMPAT (Consorzio per la promozione di IMPrese ad Alta Tecnologia), costituito da ENEA, Università degli Studi di Ferrara e Tecnopolis PST S.c.ar.l., ha pubblicato il Bando di selezione per la partecipazione al progetto IMPRESA - Infrastrutture e Management Per la Realizzazione di Spin off Accademici.
Il Bando prevede la selezione di:
  • 40 idee d’impresa per l’accesso a servizi finalizzati a verificarne la fattibilità tecnica, economica e finanziaria;
  • 30 imprese, costituende o costituite da non più di 36 mesi, per l’accesso a servizi finalizzati all’avvio o al consolidamento dell’attività imprenditoriale vera e propria.
  • Possono presentare domanda di partecipazione al bando:
  • Persone fisiche (singole o in gruppo) provenienti dal sistema formativo e della ricerca costituito dai partner del progetto IMPRESA e dai consorziati del soggetto attuatore, in possesso di adeguata qualificazione tecnico-scientifica e possibilmente manageriale;
  • Società di persone o capitali a forte contenuto innovativo, costituende o neo costituite (da non più di 36 mesi) che si siano formate come iniziative relative percorse di creazione d’impresa gestite dai partner del progetto o dai consorziati del soggetto attuatore.
Il bando è aperto in permanenza fino al 31 marzo 2011.
L'iniziativa è inserita nell'ambito degli “interventi di promozione ed assistenza tecnica per l’avvio di imprese innovative operanti in comparti di attività ad elevato impatto tecnologico” cofinanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Il testo del Bando, la relativa modulistica e le modalità di presentazione delle domande di partecipazione sono disponibili all’indirizzo:   http://www.consorzioimpat.it/progetti-1/impresa2
150 MILIONI DI EURO PER LE PMI DALLA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI E IL GRUPPO VENETO BANCA 
La Banca europea per gli investimenti (BEI) e il Gruppo Veneto Banca hanno siglato un finanziamento di 150 milioni rivolto ai progetti delle Piccole e medie imprese (PMI) italiane. I prestiti saranno erogati, oltre che da Veneto Banca, anche dalle altre banche del gruppo (Popolare di Intra, Banca Apulia, Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, nonché dalla società Claris Leasing).
L'operazione rientra nell'attività di sostegno da parte della BEI alle PMI europee, attività che è stata potenziata negli ultimi due anni come risposta alla crisi internazionale ed ora finalizzata a sostenere la ripresa, la competitività e l'innovazione degli operatori delle economie locali.
Nel dettaglio, sono finanziabili i progetti delle PMI fino a un importo massimo di 12,5 milioni di euro ciascuno. La selezione e la valutazione dei singoli progetti sarà effettuata dalle aziende di credito del gruppo Veneto Banca, che si impegna anche a mettere a disposizione delle PMI un ammontare di risorse pari a quello della BEI.
Per le PMI localizzate nell'area di attività del gruppo Veneto Banca, quindi, il totale delle risorse disponibili grazie all'operazione congiunta con Bei sarà di 300 milioni di euro.
ITALIANI ULTIMI PER MOBILITÀ IN UE SUL LAVORO
Più di 10 milioni di europei vivono in un Paese dell'UE diverso dal proprio, 4 milioni in più rispetto a dieci anni fa, ma rappresentano ancora solo il 2,3% della popolazione. Questi dati, contenuti in una relazione dell'UE, dimostrano che sono ancora troppo pochi gli europei che sfruttano il diritto a trasferirsi per lavoro in qualsiasi paese dell'Unione: uno dei principali vantaggi del mercato unico e un elemento chiave del suo successo. 
L’indagine di Eurobarometro “Geographical and labour market mobility” rivela che il 48% degli europei sarebbe disposto a cercare lavoro in un altro paese o in un'altra regione se perdesse il proprio posto, mentre il 17% prevede di emigrare in futuro. I meno propensi a lasciare il proprio paese sono gli italiani: appena il 2% ha vissuto o lavorato in un paese diverso dal proprio, ultimi in Europa, preceduti dai tedeschi (all'8%) ma ben lontani dal 24% dei lussemburghesi, il 23% degli irlandesi e il 20% dei danesi.
Anche in termini di prospettiva la situazione non cambia: l'83% degli italiani intervistati non pensa di lavorare in un paese diverso dal proprio in futuro mentre il 50% non sarebbe disposto a lasciare il proprio paese neppure se dovesse perdere il lavoro, anche se un 30% sarebbe disposto ad accettare di fronte a migliori condizioni di lavoro. 
Per la relazione integrale “Geographical and labour market mobility” di Eurobarometro:
http://ec.europa.eu/public_opinion/archives/eb_special_339_320_en.htm#337  
Per informazioni su come lavorare in un altro paese europeo: http://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=it&catId=25  
Per la mobilità imprenditoriale: Programma Erasmus per Giovani imprenditori: http://www.eurosportelloveneto.it/news/newszoom.asp?Id=10342  
LA CINA PROMETTE DI APRIRE IL MERCATO DEGLI APPALTI PUBBLICI
Mentre crescono le critiche al protezionismo cinese rispetto gli investimenti pubblici, la Cina presenta una nuova proposta per diventare membro dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), dopo che la sua prima proposta è stata respinta nel 2007. 
Come parte del processo di adesione alla WTO, la Cina si è impegnata a sottoscrivere l’accordo sugli appalti pubblici “il prima possibile”. Dopo essere divenuta osservatore dell’accordo sugli appalti pubblici (AAP) nel febbraio 2002 e aver approvato la nuova legge sugli appalti pubblici nel gennaio 2003, la Cina ha presentato un’iniziale offerta di accesso al mercato degli appalti pubblici nel dicembre 2007, che è stata ben al di sotto delle aspettative e quindi respinta.
Il mercato cinese degli appalti pubblici e governativi è stimato in più di 100 miliardi di dollari e una possibile entrata della Cina nella WTO è vista con crescente interesse dall’Unione Europea e dagli Stati Uniti.
Fonti interne citate dal quotidiano francese “Les Echos” parlano di “notevoli miglioramenti” nella nuova proposta, in quanto viene estesa la lista di istituzioni ed amministrazioni che possono aprire il loro mercato di appalti ai mercati stranieri, e vengono ridotti certi tetti di spesa.
(Fonte Agence Europe 24 luglio 2010)
ACEA: ITALIA AI PRIMI POSTI PER IMMATRICOLAZIONI DI VEICOLI COMMERCIALI
La vendita di veicoli commerciali è cresciuta del 13.2% in Europa, con un totale di 166,929 nuove registrazioni, secondo quanto ha riportato l’Associazione Europea dei Costruttori del settore Automobilistico (ACEA) lo scorso 23 luglio.
L’Italia si colloca nei primi posti per il numero di veicoli registrati da Gennaio a Giugno: su un totale di 758,843 immatricolazioni di veicoli sotto le 3,5 tonnellate durante il primo semestre 2010, è la Francia che si aggiudica la percentuale maggiore (10,5%), seguita ne,l’ordina dal Regno Unito, Italia, Germania e Spagna. 
(Fonte Agence Europe 24 luglio 2010)
INNOVA JOB, PROGETTO DI INTERVENTO PER LA VALORIZZAZIONE, MESSA IN TRASPARENZA E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE DEI LAVORATORI
Innova Job è un progetto – finanziato tramite Fondi FSE – le cui azioni di sistema mirano alla realizzazione di strumenti operativi diretti a dare supporto a processi di riconoscimento, validazione e certificazione delle competenze. L’iniziativa indirizzata alle Piccole e Medie Imprese del settore manifatturiero, metalmeccanico ed artigiano verrà promossa nelle province di Padova, Venezia e Vicenza e quindi attuata mediante un piano d’intervento rivolto come detto alla valorizzazione, messa in trasparenza e certificazione delle competenze di varie tipologie di lavoratori (inoccupati o disoccupati): – destinatari di interventi di accompagnamento tecnico-pratico specifico di tipo sperimentale, – intenzionati ad acquisire un titolo di studio o una qualifica, ad entrare e rientrare nel mondo del lavoro, – decisi ad ottenere una convalida/certificazione delle competenze nell’ambiente occupazionale. Il progetto oltre ad Unioncamere del Veneto ha fra i suoi principali partner promotori l’Associazione Artigiani e Piccola Impresa "Città della Riviera del Brenta”. 
Per avere informazione è possibile rivolgersi:

- Unioncamere del Veneto
Via delle Industrie 19/D - 30175 Venezia - Marghera
tel. 041 0999321 (ref. Mirco Avanzo)
Tel. +39 041 0999311
Fax +39 041 0999303
email: unione@ven.camcom.it 
sito: www.unioncamereveneto.it 

- Associazione Artigiani e Piccola Impresa 
"Città della Riviera del Brenta" 
Via Brenta bassa, 34 - 30031 – Dolo (VE)
Tel. 041 410333
e-mail: info@artidolo.it  
sito: www.artidolo.it  
HOME
GARE D'APPALTO
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
HOME
RICERCA PARTNER
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
HOME
BANDI EUROPEI
Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.
HOME
BANDI FONDI STRUTTURALI
Central Europe: Progetti strategici: aperta la selezione dei partner (12 luglio – 17 settembre). 
Per ulteriori informazioni:
http://www.central2013.eu/central-projects/applying-for-a-project/restricted-call-for-strategic-projects/ 
GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto è disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2009.
Per scaricarla: http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/GUIDA2009.pdf
HOME
EURO COOPERAZIONI
Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali
HOME
SPORTELLO EUROPA ROMANIA
Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorità romene nel periodo 2007-2013. E’ il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere l’imprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di più sui fondi strutturali e sulle opportunità di finanziamento che questi offrono.

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi già pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilità e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di contattare il referente dello Sportello Europa Romania.


Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 – 2° piano
030102 Bucarest – Romania
Referente: Matteo Peri
NEWS FONDI STRUTTURALI
Programma Operativo Regionale (POR)
E’ stato approvato il Corriggendum per il finanziamento del 100% degli investimenti delle microimprese
L’AM POR ha pubblicato la Guida del Sollecitante aggiornata per il settore di intervento 4.3 “Supporto allo sviluppo delle microimprese”.
Se sino ad oggi le microimprese che presentavano progetti a valere sulla misura 4.3 del POR dovevano garantire un co-finanziamento pari al 30%, una volta apparso tale Corriggendum i sollecitanti dei finanziamenti europei per lo sviluppo delle microimprese potranno beneficare del finanziamento del 100%.
Le principali modifiche apportate alla guida sono le seguenti:
  1. Il valore del contributo a fondo perduto richiesto può raggiungere sino al 100% del valore eleggibile del progetto (e’ stato dunque rimosso, come detto sopra, l’obbligo del co-finanziamento del 30%);
  2. Nella fase di contrattazione il beneficiario è tenuto a presentare le più recenti situazioni contabili, già presentate agli organi fiscali competenti.
Programma Operativo Crescita della Competitività Economica (POS CCE)
Viene incrementato il budget stanziato per gli investimenti in “energia verde”
L’Organismo Intermediario per l’Energia, subordinato al Ministero dell’Economia, responsabile per l’Asse 4 del POS CCE, ha reso noto di aver aumentato da 420 milioni di RON a 801 milioni di RON il budget disponibile per il bando 4.2 “Sostegno agli investimenti per la modernizzazione e la realizzazione di nuove fonti di produzione di energia elettrica e termica, attraverso la valorizzazione delle risorse rinnovabili di energia: biomassa, risorse idroenergetiche, solare, eolica, biocombustibile, risorse geotermali e altre fonti rinnovabili di energia”. Tale bando e’ stato attivo nel periodo 4 gennaio-30 aprile 2010. 
Bandi per gli investimenti delle PMI romene
E’ prevista per luglio 2010 la pubblicazione del bando per piccoli investimenti delle PMI, che prevede l'erogazione di un contributo massimo di 250.000 euro.
Per i grandi investimenti (con contributo a fondo perduto compreso tra 250.000 euro e 1.500.000 euro) il lancio del bando è invece previsto per l'ultimo trimestre dell'anno.
Beneficiari eleggibili sono le PMI romene che, nel corso dell'esercizio finanziario precedente, hanno svolto attività economica in Romania ottenendo degli utili.
I settori finanziabili sono i seguenti: industria estrattiva, industria manifatturiera, distribuzione di acqua, gestione di rifiuti, decontaminazione, costruzioni (fatte salve le eccezioni menzionate nella guida del sollecitante).
L'intensità del contributo a fondo perduto varia, tra il 50% e il 70% delle spese ammissibili del progetto, a seconda delle dimensioni dell'azienda e del posizionamento dell'investimento.
Tra le attività eleggibili per entrambi i bandi (piccoli e grandi investimenti) figurano:
  • Creazione di una nuova unità di produzione;
  • Ampliamento di un’unità esistente per aumentarne la capacità di produzione;
  • Diversificazione della produzione di un’unità esistente, attraverso il lancio di nuovi prodotti;
  • Modernizzazione dell’impresa, incluse variazioni del sistema produttivo di un’unità esistente (modernizzazione delle linee produttive, dei macchinari, introduzione di sistemi ad alta tecnologia, automatizzazione e meccanizzazione dei processi produttivi);
  • Acquisto di beni intangibili come software, brevetti, licenze, know how e altre soluzioni tecniche non brevettate;
  • Attività di consulenza e formazione specializzata, collegate strettamente alle voci summenzionate.
Varie
Assorbimento effettivo degli strumenti strutturali: 10,17%
Secondo i dati recentemente presentati dal Primo Ministro romeno soltanto il 10,17% del budget stanziato nel periodo 2007-2010 è stato effettivamente assorbito. Sono stati presentati 18.177 progetti per un valore complessivo pari a 38,98 miliardi di euro e sono stati approvati 4.421 progetti (valore complessivo: 9,4 miliardi di euro). Il numero di progetti effettivamente contrattati ammonta a 3.146 (6,06 miliardi di euro) ma sono stati effettuati pagamenti per soli 882 milioni di euro.
A partire dal 20 luglio le immobilizzazioni materiali acquistate con contributi europei possono essere ipotecate.
In data 20 luglio u.s. è stato pubblicato nel Gazzettino Ufficiale romeno il Decreto nr. 606/23.06.2010 che definisce alcune misure volte a semplificare l’assorbimento degli strumenti strutturali.
Le principali novità introdotte sono:
  • Per garantire il finanziamento delle spese necessarie per l’implementazione del progetto il beneficiario può costituire una garanzia in favore di un istituto di credito ipotecando le immobilizzazioni materiali oggetto del contratto di finanziamento firmato con l’Autorità di Management/Organismo Intermediario;
  • Il beneficiario è obbligato a trasmettere all’AM/OI, con cui ha siglato il contratto di finanziamento, una copia del contratto di credito e di ipoteca/garanzia entro 10 giorni lavorativi dalla firma di quest’ultimo.
HOME
SPORTELLO BALCANI
KOSOVO: LA DICHIARAZIONE D’INDIPENDENZA NON VIOLA LEGGE - LO DICHIARA LA CORTE DI GIUSTIZIA DELL'ONU IN PARERE CONSULTIVO
Il 22 luglio u.s. la Corte di Giustizia dell'Onu ha dichiarato che la proclamazione dell'indipendenza del Kosovo, avvenuta nel febbraio 2008, non viola il diritto internazionale poiché la legge generale internazionale non contiene proibizioni all'indipendenza. 
La questione del riconoscimento dello Stato Kosovaro divide non solo la comunità internazionale (finora 69 Paesi hanno stabilito relazioni ufficiali con Pristina) ma anche l’Unione Europea, in quanto 5 dei 27 Paesi membri (Spagna, Cipro, Romania, Slovacchia e Grecia) si rifiutano di riconoscerne l’indipendenza.
I Ministri degli Esteri dell’UE si riuniranno per discutere sul futuro delle relazioni con il Kosovo il 26 luglio al Consiglio degli Affari Generali.
Per aggiornamenti:
http://www.consilium.europa.eu/app/newsroom/PressHome.aspx?id=221&lang=en 
SERBIA, PROGRESSI NEL PROGRAMMA NAZIONALE PER L’INTEGRAZIONE IN UE
Nel secondo trimestre del 2010 la Serbia ha portato a termine il 73% del Programma nazionale per l’integrazione nell’Unione europea, in cui il successo più rilevante è stato ottenuto dai Ministeri delle Finanze, dell’Economia, dello Sviluppo regionale, delle Scienze e dello Sviluppo tecnologico. Nella relazione dell’Ufficio per le integrazioni europee è stato precisato inoltre che il parlamento serbo, negli ultimi anni, ha varato diverse leggi legate al Programma, per favorire l’integrazione ed il processo di adesione del paese all’UE. 
SERBI FAVOREVOLI AL PROCESSO DI ADESIONE ALL’UE
Sono stati pubblicati nei giorni scorsi i risultati del sondaggio “L’opinione dei cittadini a proposito del processo delle integrazioni europee della Serbia”, in cui il 65% dei cittadini ha risposto positivamente alla domanda. Il grado di favore nei confronti dell’adesione all’Unione europea è pressoché uguale a quello dell’anno scorso, con i giovani più favorevoli rispetto agli anziani. Tuttavia il numero di cittadini contrari all’adesione è aumentato di un punto percentuale. Tale sondaggio, realizzato a giugno su un campione di quasi 2000 persone, ha dimostrato che un grande numero di cittadini ritiene che anche la situazione politica nell’Unione influisca sulla velocità di avvicinamento della Serbia all’UE.
Belgrado, 17 luglio 2010 
Nel secondo trimestre 2010 la Serbia ha realizzato il 73% del Programma nazionale per l’integrazione nell’Unione europea. Il successo più rilevante valutato nella relazione sulla realizzazione del Programma nazionale e’ stato ottenuto dai Ministeri delle Finanze, dell’Economia, lo Sviluppo regionale, delle Scienze e lo Sviluppo tecnologico. Nella relazione, redatta dall’Ufficio per le integrazioni europee approvata ieri dall’esecutivo serbo, e’ stato precisato che il parlamento ha varato 11 leggi e che nella procedura parlamentare si trovano cinque leggi che sono legate al Programma.
Se si prendono in considerazione anche le norme che sono state previste per l’approvazione dal luglio del 2008 fino al giugno dell’anno corrente, può essere constatato che la Serbia ha realizzato il 73% del Programma nazionale per l’integrazione nell’Unione europea delle 537 norme previste dal piano ne sono state approvate 404.
Nis, 13 luglio 2010 
Il Vicepresidente del Governo della Serbia e Ministro dell'Economia e dello Sviluppo regionale Mladjan Dinkic, il proprietario e direttore dell’azienda torinese produttrice di componentistica per automobili Daytec Giuliano Zucco ed il sindaco di Nis Milos Simonovic hanno firmato oggi un Accordo sull’apertura di nuovo impianto produttivo Daytec a Nis. L’impianto impiegherà circa 400 persone per una produzione dal valore compreso tra i 30 e i 35 milioni di euro l'anno. La Daytec è il primo investitore in Serbia e riceverà 10.000 euro dal Governo serbo per ogni nuovo impiegato, ovvero la somma massima permessa dalla nuova ordinanza. L’azienda ha inoltre ricevuto un terreno di 2,5 ettari a titolo gratuito nella zona industriale di Donje Medjurovo della città di Nis 
HOME
SPORTELLO USA
Eurosportello Veneto-Stati Uniti nasce per dare assistenza e supporto informativo alle PMI Venete interessate ad investire e/o ad esplorare ed operare nel mercato americano. Con l’obiettivo di promuovere e rafforzare la cooperazione transatlantica, lo sportello fornisce informazioni ed assistenza anche ad imprese americane interessate a diverse forme di cooperazione transatlantica orientandone il focus e gli obiettivi verso il territorio veneto.
Lo Sportello ha base a New York ed è il frutto di un accordo di collaborazione con l’unico ufficio della rete europea Enterprise Europe Network (EEN) presente negli Stati Uniti. Lo sportello opera coordinandosi con le istituzioni italiane, con la rete delle camere di Commercio Italiane negli Stati Uniti e con istituzioni e soggetti americani attivi nel sostegno all’imprenditoria. La costituzione e il rafforzamento di tale network sono condizione necessaria per stimolare e partecipare attivamente al Programma europeo di cooperazione transatlantica, fornendo in questo modo alle imprese strumenti e opportunità concrete di confronto costruttivo attraverso la presentazione di progetti condivisibili soprattutto nell’ambito della Ricerca e dell’innovazione.

Eurosportello Veneto - USA
c/o EABO (European American Business Organization)
Tel: +1 347 821 2384 
Fax: +1 212 972 3026
E-mail: debacco@eurosportelloveneto.it
Referente: Beatrice De Bacco
eventi
Le eccellenze italiane incontrano Chicago 17 – 19 settembre 2010
Italian Expo, la vetrina delle eccellenze Italiane prenderà il via a Chicago il prossimo 17-19 Settembre 2010. Giunta alla quarta edizione, Italian Expo propone oltre 100 imprese Italiane ad un pubblico di oltre 30.000 visitatori con alto potere di acquisto ed agli operatori nei settori agroalimentare, turismo, interior design e moda. L'edizione 2010 promuoverà una grande vetrina Italiana dando particolare rilievo alle Regioni Lombardia e Sardegna.
Fra le novità di Italian Expo 2010 vi è la partecipazione dei più importanti importatori e distributori di generi agroalimentari di tutti gli Stati Uniti (Houston, Miami, S. Luois e diverse altre città). 
Maggiori informazioni al sito www.italianexpo.us  
Web 2.0 Expo di New York, Sheraton New York
Hotel and Towers 27 – 30 settembre 2010
Web 2.0 Exp e’ la vetrina per i più recenti modelli di business, paradigmi di sviluppo e strategie di progettazione per i costruttori della nuova web generation. Si tratta di una conferenza che viene organizzata annualmente in due tappe: sulla east cost a NYC e sulla west coast a S. Francisco (l’ultima edizione si e’ tenuta dal 3 al 6 maggio 2010). A tali eventi affluiscono e si concentrano persone, idee, collegamenti , contatti , prodotti e aziende che promuovono il Web.
Organizzata nel cuore dell’universo internet della East Coast, Web 2.0 Expo di New York attrae i top “influenzatori tech” per quattro giorni di intensi colloqui , laboratori, dibattiti , ed eventi di networking. 
Tema della conferenza quest’anno e’: le Piattaforme per la crescita. 
Web 2.0 Expo di New York mette in luce i dibattiti importanti e le sfide affrontate dai principali attori del settore, e orienta gli operatori verso piattaforme vincente per la crescita nell’universo web. 
Web 2.0 Expo è espressamente concepita per soddisfare le esigenze di tecnici, professionisti del design, marketing, business e costruttori di Web di prossima generazione.
La prossima edizione sara’a S. Francisco dal 28 al 30 marzo 2011.
Interop, Javits Convention Center New York 18 - 22 ottobre 2010 
Interop e’ il forum sulle tecnologie che fornisce ai manager aziendali informazioni e aggiornamenti per il raggiungimento del successo in azienda. 
Al suo interno vengono organizzate sessioni di formazione e di approfondimento, workshop, dimostrazioni reali di applicazione delle tecnologie . Interop è il luogo di incontro per la comunità globale di tecnologia aziendale. 
Ulteriori informazioni sugli eventi Interop si trovano al sito http://www.interop.com  
Bandi di ricerca EU aperti al partrenariato USA
La Commissione europea ha pubblicato diversi inviti a presentare proposte per progetti di ricerca dando chiara enfasi all’importanza della collaborazione scientifica a livello internazionale e con gli Stati Uniti in particolare. Le call rientrano nel Settimo Programma Quadro di ricerca e sviluppo (7PQ) e interessano diverse tematiche: dalle questioni ambientali come il cambiamento climatico e i suoi effetti sulle allergie e l'asma , alla valutazione della biodiversità e degli ecosistemi per la mitigazione del cambiamento climatico e alle ricerche per soluzioni ecologiche e più intelligenti nei sistemi di trasporto. I progetti possono inoltre trovare spazio in ambito della scienza dello spazio (ad esempio, facilitare l'accesso allo spazio per le piccole missioni di ricerca). L '" Oceano di domani ", una call intersettoriale per “unire le forze” ed affrontare le sfide della ricerca nella gestione degli oceani. I fondi saranno messi a disposizione per affrontare le sfide chiave della ricerca in campo energetico, compresi i sistemi avanzati di immagazzinamento termico, energia eolica, e la cattura e stoccaggio di CO2 . Per la prima volta e’ indetta una call dedicata a sostenere lo scambio di ricercatori internazionali nel campo della ricerca energetica.
HOME
 SPORTELLO APRE
PUBBLICATO IL BANDO 2010 MISE - ICE - CRUI 
E' stato pubblicato sulla GU n° 151 del 01/07/20101 il bando per il co-finanziamento di progetti congiunti università-imprese, in un'ottica di internazionalizzazione, in applicazione dell'Accordo MISE-ICE-CRUI.
L'Accordo mira a favorire la competitività internazionale delle PMI italiane, avvicinando il sistema produttivo alla ricerca accademica e favorendo il trasferimento tecnologico attraverso progetti congiunti tra università e imprese, rivolti ai mercati esteri.
L'intervento consiste nel cofinanziamento pubblico del 50% dei costi relativi a progetti proposti dalle Università con la partecipazione di almeno un'impresa italiana, finalizzati all'obiettivo di sviluppare la collaborazione all'estero nel campo della ricerca applicata, dell'innovazione e del trasferimento tecnologico, anche in relazione ad obiettivi consistenti in brevetti o spin-off.
Le due edizioni precedenti hanno permesso il co-finanziamento pubblico di un totale 54 progetti di ricerca/trasferimento tecnologico relativi a diversi settori produttivi.
La prossima edizione impegnerà un totale di € 2.500.000 per cofinanziare, fino ad un massimo di € 125.000, progetti presentati da università italiane in partenariato con imprese e centri di ricerca, che verranno selezionati sulla base degli specifici criteri previsti nel Bando.
Le domande dovranno essere presentate entro il 30 settembre 2010 a:
Istituto nazionale per il Commercio Estero - Dipartimento Formazione e Studi - Via Liszt, 21 - 00144 ROMA - RM
Tutta la documentazione dovrà inoltre essere trasmessa via e-mail all'indirizzo: accordo.crui@ice.it 
QUINTA EDIZIONE DELLA SECURITY RESEARCH CONFERENCE – SRC’10, OSTENDA (BELGIO) 22-24/09/2010
Dal 22 al 24 Settembre p.v. si terrà ad Ostenda in Belgio la quinta edizione della Security Research Conference – SRC’10 - Research, development and innovation for a more secure Europe.
SRC’10 è finalizzata allo sviluppo di nuove conoscenze e tecnologie per migliorare la sicurezza dei cittadini europei e irrobustire la competitività economica dell’area UE, nell’ambito del 7° Programma Quadro.
Nelle varie sessioni saranno affrontate importanti tematiche: dalla sicurezza dei confini marittimi alla standardizzazione delle legislazioni nazionali, dalla sicurezza dei trasporti a quella spaziale, dalle infrastrutture critiche alla dimensione etica e sociale.
Saranno inoltre presentati alcuni progetti di successo nei diversi campi della sicurezza e saranno organizzati brokerage event per mettere in contatto imprese, esperti scientifici, operatori e decisori politici di stati membri, associati e terzi.
L’evento è organizzato dalla Presidenza belga dell’Unione Europea e dalla Commissione.
Maggiori informazioni sull’evento e registrazione: http://www.src10.be/ 
GENT (BELGIO )26-27 OTTOBRE 2010 “ARTEMIS & ITEA CO-SUMMIT 2010”
Il 26 e 27 ottobre 2010 si terrà a Ghent in Belgio l’Artemis & Itea Co-summit 2010 – Mobile and cloud power enabling massive scalability and opportunities for growth.
Si tratta del terzo evento organizzato dalla Joint Undertaking Artemis (partnership pubblico-privata tra la Commissione Europea, gli stati membri e l’Associazione Industriale Artemis) e da Itea 2, due organizzazioni che concorrono al mantenimento della leadership europea nei campi dei sistemi integrati e di sistemi e servizi software-intensive.
Nel corso della due giorni, saranno presentati e ed esibiti i risultati di 25 progetti di Artemis-Ju (partiti con i bandi 2008 e 2009) e di circa 50 di Itea 2.
Così come nelle passate edizioni, anche quest’anno è prevista la partecipazione di centinaia di portatori d’interessi tra appartenenti al mondo industriale, pubbliche autorità, esponenti di università e centri di ricerca, stampa.
Per maggiori informazioni:
FP7: 6,4 MILIARDI DI EURO PER IL 2011
La Commissaria Máire Geoghegan-Quinn ha annunciato che la Commissione europea ha stanziato, per i bandi del 2011 - nell’ambito del Settimo Programma Quadro (2007/2013) - ben 6,4 miliardi di euro, corrispondenti a un incremento del 12% rispetto al budget 2010 (5,7 miliardi di euro) e del 30% rispetto a quello del 2009 (4,9 miliardi di euro). Questo pacchetto è uno stimolo economico che dovrebbe generare oltre 165.000 posti di lavoro. Altro elemento chiave della strategia Europa 2020 e in particolare dell'iniziativa faro ''Unione dell'innovazione", che sarà varata nell'autunno del 2010.
GIORNATA NAZIONALE TeMA SALUTE - VERONA, 7 SETTEMBRE 2010
APRE, per conto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con l’Università di Verona e lo sportello APRE Veneto , organizza il 7 Settembre 2010 la 2° Giornata Nazionale dedicata al tema SALUTE del VII Programma Quadro della Commissione Europea (2007-2013).
Durante questo evento verranno presentati contenuti del nuovo bando 2011 e le novità che lo caratterizzano rispetto ai precedenti: una maggiore attenzione ai trial clinici, alla partecipazione delle Piccole e Medie imprese (PMI) e ai progetti ”High Impacts” su epigenomica e immunizzazione.
La giornata nazionale prevede inoltre un confronto tra vari attori della ricerca nel corso del quale verranno presentate anche le opportunità di partecipazione per le associazioni dei pazienti all’interno dei progetti di Ricerca finanziati dalla Commissione Europea.
Infine, a conclusione della Conferenza, è previsto un workshop organizzato dal progetto SM BIO POWER dedicato alle opportunità per le Piccole e Medie Imprese (PMI), che si avvale della partecipazione di Unioncamere del Veneto e Warrant Group.
Il programma completo della giornata, le esatte indicazioni circa il luogo e gli orari di svolgimento e la registrazione on-line all’evento, sono disponibili sul sito APRE , al seguente indirizzo: http://www.apre.it/Eventi/default.asp  
Per qualunque informazione circa l’organizzazione dell’evento è possibile contattare il personale APRE che lavora all’iniziativa, ai seguenti indirizzi di posta elettronica: bergonzi@apre.it - buonocore@apre.it 
L’UE STANZIA 6,4 MILIARDI DI EURO PER LA RICERCA
La Commissione europea ha stanziato quasi 6 miliardi e 400 milioni di euro - il pacchetto più cospicuo di tutti i tempi - per gli investimenti per la ricerca e l'innovazione. 
Circa 16.000 partecipanti provenienti da enti di ricerca, università e industria, tra cui circa 3.000 piccole e medie imprese, riceveranno un finanziamento dai bandi che saranno pubblicati nel corso dei prossimi 14 mesi.
Sarà possibile presentare domanda di finanziamento nell'ambito del Settimo programma quadro per un ampio spettro di aree politiche. A titolo di esempio, gli stanziamenti per la sanità ammontano a oltre 600 milioni di euro. 1,2 miliardi di euro sono destinati ad approfondire la ricerca TIC (tecnologie dell'informazione e della comunicazione) che consentiranno alla Commissione di rispettare gli impegni dell'Agenda digitale europea per mantenere il ritmo di crescita annuale dei finanziamenti in ambito TIC. Oltre 1,3 miliardi di euro sono destinati agli scienziati più creativi selezionati dal Consiglio europeo della ricerca. Le borse per la mobilità di 7 000 ricercatori altamente qualificati saranno erogate dalle Azioni Marie Curie, per un importo pari a 772 milioni di euro. 
Le PMI ricevono un'attenzione prioritaria in quanto rappresentano la spina dorsale dell'innovazione europea, esse riceveranno circa 800 milioni di euro. Il 35% dello stanziamento complessivo delle PMI dovrà rappresentare i settori della sanità, della bio-economia basata sulla conoscenza, dell'ambiente e delle nanotecnologie.
Per quanto riguarda gli stanziamenti per la sanità questi ammontano a oltre 600 milioni di euro. 1,2 miliardi di euro sono destinati ad approfondire la ricerca sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione ed oltre 1,3 miliardi di euro sono destinati agli scienziati più creativi selezionati dal Consiglio europeo per la ricerca. Infine, le borse per la mobilità di 7 000 ricercatori altamente qualificati erogate dalle Azioni Marie Curie, per un importo pari a 772 milioni di euro.
Nella ricerca medica, circa 206 milioni di euro saranno destinati a test clinici sollecitati dai ricercatori, al fine di commercializzare più velocemente nuovi medicinali. Nel settore delle nanotecnologie, che riceve 270 milioni di euro, l'attenzione sarà concentrata sulla ricerca suscettibile di produrre brevetti e da commercializzare.
Per maggiori informazioni consultare il portale del partecipante http://ec.europa.eu/research/fp7/index_en.cfm;  il sito della Commissione sulla Ricerca: http://ec.europa.eu/dgs/research/index_it.html  ed infine la pagina su Facebook della Commissione sull'Unione per l'innovazione http://www.facebook.com/innovation.union  .
VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI
HOME
OPPORTUNITA' DI STAGE ALL'ESTERO, A CURA DI EUROCULTURA
Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che si è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
Tel. 0444 - 964 770
Fax 0444 - 960 129
E-mail info@eurocultura.it
Website www.eurocultura.it
OPPORTUNITA’ DI STAGE
Stage nell’ufficio stampa a Strasburgo
L'Assemblea delle Regioni Europee - AER - è stata istituita nel 1985, con lo scopo di dare alle regioni la giusta voce politica rispetto alle questioni che riguardano le competenze regionali. Il network mette assieme più di 270 regioni da 33 paesi e 16 organizzazioni interregionali. 
L’AER organizza tirocini incentrati su comunicazione, pubbliche relazioni, organizzazione di eventi e conferenze, gestione di programmi dell’AER (Eurodyssey, Centurio, Summer School and Youth Summer School), gestione informatica.
I tirocini sono adatti a studenti in grado di rispondere a questi requisiti:
  • Interesse nelle politiche regionali europee;
  • Interesse nelle attività dell’Assemblea;
  • Studi universitari nei campi affini alle attività dell’Assemblea (scienze politiche, economia, relazioni internazionali, legge);
  • Buona conoscenza delle istituzioni europee;
  • Abilità nel redigere documenti in inglese;
  • Buona conoscenza di inglese, francese e/o tedesco;
  • Esperienza con gli applicativi di lavoro (word, excel) e internet;
  • Doti organizzative.
Attualmente l’AER è alla ricerca di un tirocinante per il suo ufficio stampa a Strasburgo.
L’inizio del tirocinio è previsto per settembre 2010 e la durata sarà di 6 mesi.
Sarà coinvolto in attività relative alla comunicazione e in particolar modo:
  • Preparazione di materiale di informazione pubblica;
  • Supporto allo sviluppo e all’aggiornamento del sito web;
  • Supporto alle campagne on line;
  • Gestione del database.
Solo i candidati vincitori saranno contattati per un colloquio. L’AER necessita di un contratto firmato con l’istituto / università del tirocinante.
Il tirocinante riceverà una borsa di circa 464 euro al mese. Spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico del tirocinante.

AER Brussels Office
12, Boulevard Baudouin 
BE - 1000 Bruxelles
tel.: 00 32 2 421 85 12
fax: 00 32 2 421 83 69
aer.brussels@aer.eu
  
www.aer.eu 
BUONO A SAPERSI 
Parchi di divertimento
Sono una riserva inesauribile di posti per lavoro stagionale, in tutta Europa e nel resto del mondo. Si può lavorare per qualche mese o per l’intera stagione. I grandi parchi, come Eurodisney nei pressi di Parigi, cominciano a raccogliere le candidature fin dal mese di dicembre dell’anno precedente. I posti disponibili sono nei settori: accoglienza, alberghiero, ristorazione, attrazioni, pulizia e manutenzione. Ci sono posti per bigliettai, camerieri, cuochi, clown, giardinieri, idraulici, elettricisti, meccanici, ecc.
Sono generalmente richiesti i seguenti requisiti comuni:
  • età indicativa: 18/30-35 anni;
  • padronanza della lingua locale;
  • conoscenza della lingua inglese (e di un’altra per alcuni profili);
  • brevetto o diploma per alcune qualifiche (bagnino, animatore per bambini, ecc.)
  • capacità comunicative;
  • eventuale esperienza di lavoro a contatto con il pubblico.

www.worldleisurejobs.com  
Sito ricco di offerte di lavoro nel turismo nel Regno Unito e in tutto il mondo per personale stagionale ma anche per professionisti di medio-alto livello.

www.themeparkcity.com  
Links per parchi di divertimento in Europa

www.123world.com  
Links per parchi di divertimento nel mondo

EUROPA: ISTRUZIONI PER L´USO
Urban Center O.A.S.I, Thiene
Gruppi di lavoro sui temi della Mobilità Internazionale
Il consulente Bernd Faas di Eurocultura approfondirà argomenti e temi insieme a chi desidera fare un´esperienza fuori dall´Italia per costruire un proprio progetto di lavoro, stage, volontariato o formazione.
21 settembre 2010
15.30-17.00 Crescere i figli in una prospettiva internazionale 
L’incontro è rivolto in primo luogo a genitori e prevede l’analisi e la descrizione di varie opportunità di crescita all’estero per ragazzi a partire dai 10 anni. Si illustrano benefici, costi e modalità di realizzazione di:
  • Ospitalità in famiglia; 
  • Scambi scolastici e giovanili;
  • Corsi di lingua all’estero;
  • Vacanze attive;
  • Volontariato breve;
  • Seminari internazionali;
  • Anno scolastico all’estero; 
  • Lavori temporanei e stagionali;
  • Soggiorno alla pari;
  • Borse Leonardo da Vinci e Servizio Volontario Europeo;
  • Studio accademico.
17.15- 18.45 Stage in Spagna
La Spagna è uno dei principali protagonisti della scena europea. È ai primi posti nella graduatoria di gradimento da parte dei turisti, è la rampa di lancio dell’Europa verso l’America Latina, attira forti investimenti stranieri, è modello per molti paesi in quanto alla velocità di modernizzazione del sistema politico e sociale.
Le relazioni politiche, sociali, culturali ed economiche tra Spagna e Italia sono radicate da molto tempo. La Spagna è un partner economico importante per l’Italia, praticamente in tutti i campi dall’industria alimentare fino alle macchine utensili. Molte aziende italiane sono attive in Spagna e viceversa. 
Lo spagnolo è certamente la lingua straniera che richiede minori sforzi di apprendimento per un italiano. In breve: la Spagna è un paese che, dal punto di vista italiano, si presta bene per fare uno stage.

Gli incontri saranno a numero chiuso e saranno ammesse non più di 15 persone.
Iscrizioni:
Urban Center O.A.S.I. Europa
Thiene (VI)
tel. 0445-804749
urbancenter@comune.thiene.vi.it
 
Regno Unito
Workshop “Careers Abroad”
sabato, 25 settembre 2010, 10.00-16.00, Vicenza
Il Regno Unito è uno dei paesi più attraenti per chi cerca lavoro all’estero per almeno tre ragioni:
  • per molti anni l’economia britannica era caratterizzata da una crescita superiore alla media europea e da una bassa disoccupazione. Finita l'attuale crisi, il Paese avrà tutte le carte in regola per tornare ad essere l'approdo per decine di migliaia di lavoratori qualificati all'anno;
  • diverse compagnie internazionali privilegiano Londra come sede degli affari con il mondo anglosassone e comunitario; 
  • diversi settori le imprese d’oltremanica patiscono anche oggi la carenza di personale qualificato. 
Parecchi italiani sono in grado di inserirsi nel mondo del lavoro del Regno Unito grazie alla diffusa padronanza dell’inglese unita ad una rilevante formazione ed esperienze maturate in Italia.
Nel workshop "Careers abroad" Bernd Faas, esperto di mobilità internazionale, illustra in dettaglio come impostare la ricerca del lavoro sin dall'inizio: dalla raccolta di informazioni alla preparazione linguistica ed interculturale, da una ricerca mirata alla presentazione della candidatura. Vengono inoltre suggerite soluzioni adeguate per affrontare i principali problemi connessi con il lavoro e la vita nel Regno Unito, favorendo il risparmio di tempo e risorse.
Per ulteriori informazioni:
www.eurocultura.it 
HOME
Centro di formazione in Europrogettazione Venice International University 
Isola di San Servolo – Venezia
Dal 1999 viene organizzato (spesso in più edizioni annuali) il Master in Europrogettazione, aperto a tutti coloro che intendano affrontare gli aspetti legati alla redazione e allo sviluppo di un progetto europeo: dalla ricerca e individuazione delle informazioni al partenariato, dal budget alla definizione di un piano di comunicazione e disseminazione efficace. Il Master ha un taglio pratico e operativo, ed è adatto sia a chi si accosta per la prima volta alla progettazione europea, sia a chi ha già acquisito esperienza e desidera strutturare al meglio le proprie competenze. Largo spazio è lasciato all'esercitazione in piccoli gruppi omogenei, in base ai settori di provenienza degli allievi. 
Il Master offre inoltre un periodo di assistenza alla redazione di un progetto, che l'interessato svilupperà autonomamente con l'assistenza dei nostri tutors, e al termine del quale potrà conseguire il Master (non obbligatorio per l'allievo, a cui viene comunque rilasciato un attestato di frequenza).
Dal 2004 al Master in Europrogettazione è stata affiancata la Scuola di gestione dei progetti europei, finalizzata ad approfondire tutte le problematiche inerenti la vita di un progetto approvato: i rapporti con la Commissione europea, le tecniche e gli strumenti di gestione dei progetti e del partenariato, il monitoraggio e la valutazione, la gestione economico-finanziaria e la rendicontazione. Anche in questo caso l’interattività tra docenti e allievi riveste una importanza cruciale per la ottimale riuscita del corso: per questo è lasciato ampio spazio a domande ed esercitazioni. 
Entrambi i percorsi durano ciascuno una settimana a tempo pieno, durante la quale sono previste iniziative collaterali e servizi aggiuntivi, che variano a seconda delle edizioni: approfondimenti, seminari facoltativi, ecc.
Il Centro offre inoltre seminari specialistici, di progettazione su varie tematiche: ambiente, ricerca, cooperazione territoriale, apprendimento permanente, ecc. solitamente in concomitanza con l’uscita di bandi particolarmente rilevanti. I seminari hanno normalmente una durata di una o due giornate, e si concentrano su un bando o su un programma specifico di particolare complessità e attualità, oppure su temi di rilevanza trasversale. 
Il Centro è in grado di concludere convenzioni e accordi con enti e imprese che avessero la necessità di formare un numero significativo di persone, orientando e finalizzando la formazione alle loro specifiche esigenze, e realizzando direttamente le attività didattiche presso le strutture richiedenti.
Per ulteriori informazioni:
http://www.europelago.it/dove.asp  
HOME
INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALL’UE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER
La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per “l’informazione europea su misura”, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall’ Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l’elenco cliccare il seguente link:
www.euroreporter.eu.
HOME
CONTATTI
Per non ricevere la newsletter cliccare QUI

Eurosportello informa - Anno XIV N 14 – 2010
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/099941 – Fax. 041/0999401
Website www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Mirco Avanzo, Roberto Bassetto , Sara Codognotto , Rossana Colombo , Beatrice De Bacco,   Laura Manente Filippo Mazzariol , Matteo Peri ,  Daniela Nardello , Brankica Raskov , Brunella Santi, Samuele Saorin , Dubravka Skopac, Alessandra Vianello , Alessandro Vianello

HOME