Numero 10

31 maggio 2010

SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello APRE
Eurocultura
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con  Euroreporter
Contatti
INTERSOLAR 2010 - Monaco, 9-11 giugno 2010 
La fiera Intersolar, Monaco (9-11 giugno 2010) www.intersolar.de, rappresenta il più grande salone europeo specializzato nel fotovoltaico, nell’energia solare termica e nell’architettura solare. In tale occasione la Camera di Commercio Italiana - Monaco di Baviera e DEinternational Italia srl, società di servizi della Camera di Commercio Italo-Tedesca, organizzano una missione di imprese italiane operanti nel settore con lo scopo di favorire e creare nuovi contatti commerciali tra aziende italiane buyer (studi di progettazione, distributori, installatori, grossisti) e società tedesche fornitrici (produttori, grossisti, ecc.) interessate al mercato italiano. 
Il progetto offre l’opportunità per le aziende italiane di presenziare alla fiera, nonché di favorire la creazione di nuovi contatti commerciali mediante l’organizzazione di incontri individuali in fiera con aziende tedesche e di altri Paesi europei interessate ad instaurare collaborazioni nell’ambito del mercato italiano. 
Il personale delle Camere di Commercio fornirà assistenza linguistica (italiano/tedesco) durante gli incontri. 
Il programma include: 
  • Ingresso gratuito alla fiera Intersolar 
  • Business matching e incontri individuali con le aziende tedesche 
  • Cena offerta dal Ministero Bavarese dell’Economia con presentazione del Land Baviera 
  • Partecipazione gratuita al “Forum italo-tedesco sull’energia solare” 
  • Contingente di stanze prenotate garantito fino al 7 maggio presso una struttura alberghiera di Monaco. I dettagli verranno comunicati a coloro che si iscriveranno entro tale data, i quali dovranno provvedere autonomamente alla prenotazione fornendo all’hotel il numero di carta di credito.

Il costo complessivo da sostenere per aderire al programma di seguito presentato è di € 250,00 + IVA ad azienda. Per ogni ulteriore partecipante della stessa azienda verrà calcolato un costo aggiuntivo di € 100,00 + IVA. Le spese per il viaggio di andata e ritorno, di vitto e alloggio saranno a carico dei partecipanti. 
Per ulteriori informazioni potete contattare:

Annalisa Evangelista 
Camera di Commercio Italiana 
Monaco di Baviera 
Tel: 0049 (0)89-96166171 
Fax: 0049 (0)89-2904894 
e-mail: evangelista@italcam.de 
Lara Iungo
DEinternational Italia Srl 
Tel: 02-398009 23 
Fax: 02-39800195 
e-mail: iungo@deinternational.it 
HOME
INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE
LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
Incontri tra aziende venete e la Camera di Commercio Italo-Slovacca - IL MERCATO SLOVACCO DEL FOTOVOLTAICO - Marghera-Venezia, 30 luglio 2010
La mattina del 30 luglio 2010 presso la sede di Unioncamere del Veneto (Parco Tecnologico Vega, Marghera, Venezia) dalle ore 9.30 alle ore 13.30, le aziende della Regione Veneto attive nel settore del Fotovoltaico e dei settori connessi avranno l’opportunità di partecipare ad incontri gratuiti con consulenti della Camera di Commercio Italo – Slovacca esperti nello sviluppo di impianti fotovoltaici in Slovacchia. 
Gli incontri, che saranno svolti nella forma di incontri individuali permetteranno di vagliare le opportunità del mercato del fotovoltaico in Slovacchia oltre che gli aspetti tecnici e legislativi, e valutare azioni di penetrazione nel mercato Slovacco.  
La Camera di Commercio Italo – Slovacca favorisce, sostiene, salvaguardia la cooperazione e le relazioni commerciali, industriali, finanziarie e culturali tra Italia e Repubblica Slovacca. Supporta inoltre le imprese, gli operatori, gli enti nel processo di internazionalizzazione e promozione.
Attiva da undici anni nella storica sede nel centro di Bratislava, la Camera di Commercio Italo – Slovacca è votata alla continua innovazione del tessuto imprenditoriale italiano ed al continuo sviluppo dell’economia locale. Quattro i suoi punti cardini: competitività, ricerca, tecnologie dell’informazione, scienze dell’organizzazione.  
Unioncamere del Veneto, invita le aziende interessate a manifestare il loro interesse a partecipare a questo incontro di approfondimento entro venerdì 4 giugno 2010, indicando la propria disponibilità nelle seguenti fasce orarie: 9.30-11.30 e 11.30-13.30 nella scheda di adesione allegata
Per ulteriori informazioni contattare (Roberto Bassetto, roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it , tel. 041 0999411).  
Incontro fra la Premier e il Presidente della Croazia ed il Corpo Consolare del Veneto - Zagabria, 10 giugno 2010

In vista dell’incontro istituzionale tra la Premier, il Presidente della Croazia ed il Corpo Consolare del Veneto del 10 giugno p.v., Unioncamere del Veneto desidera avere un quadro dei progetti di maggiore interesse per le imprese venete in Croazia. Pertanto, a tutte le aziende che hanno rapporti commerciali con la Croazia o sono  intenzionate a svilupparli e che intendono cogliere l’occasione di presentarle a questo importante evento, chiediamo di inviare ogni informazione utile.  
L’occasione rappresenterà una proficua opportunità per rafforzare i legami economici fra Veneto e Croazia.
Per inviare i Vostri contributi e per ulteriori informazioni si prega di contattare il dott. Roberto Bassetto - Tel. +39 (0)41 0999411, Fax +39 (0)41 0999401 - E-mail roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it

Workshop “Le Opportunità in Canada per le PMI Venete – Focus sui settori: agroalimentare, tessile-abbigliamento, mobile-arredo” - Venezia-Marghera, 8 giugno 2010 
Unioncamere del Veneto organizza il Workshop “LE OPPORTUNITA’ IN CANADA PER LE PMI VENETE Focus sui settori: agroalimentare, tessile-abbigliamento, mobile –arredo" organizzato in collaborazione con la Regione Veneto, il Centro Estero Veneto e la Camera di Commercio Italiana in Canada di Montrèal. 
L’evento avrà luogo il giorno 8 giugno p.v. nella sala Europa di Unioncamere del Veneto - via delle Industrie 19/C – Parco VEGA - Venezia con registrazione alle ore 8.45
I lavori prevedono due sessioni. 
Nella prima si darà una panoramica degli strumenti tecnici, finanziari e “culturali” utili per incentivare la consapevolezza riguardo le opportunità di espansione della propria attività verso il Canada. Speciale attenzione e approfondimento verrà dato ai settori agroalimentare, tessile-abbigliamento e mobile arredo in una prospettiva di rapporti commerciali soprattutto con la provincia del Quèbec. 
La seconda sessione, più operativa, intende favorire nuove opportunità di networking e business matching ad imprese attraverso incontri bilaterali con i rappresentanti della Camera di Commercio Italiana in Canada e Simest. 
Tra le aziende partecipanti, sulla base dell’interesse dimostrato dagli operatori canadesi per alcune specifiche realtà aziendali e prodotti, verranno selezionate le partecipanti ai B2B telematici che si svolgeranno con il supporto di Unioncamere del Veneto e della CCIC Montrèal entro settembre 2010. 
Le aziende che intendono candidarsi per il B2B telematici dovranno svolgere l’incontro pre-selettivo con il rappresentante della CCIC di Montrèal

Per maggiori informazioni contattare Unioncamere del Veneto (Rif. Roberta Marciante , tel. 041/0999311, e-mail roberta.marciante@eurosportelloveneto.it  ). 
Per il programma del workshop e la scheda di partecipazione CLICCARE QUI  
Salone Aeronautico di Berlino - IL - 8-13 giugno 2010 

Il salone aeronautico di Berlino - ILA 2010 - si terrà dall’8 al 13 giugno prossimi. Quest’edizione sarà speciale perché commemorerà il centesimo anniversario del primo salone aeronautico svoltosi in Germania. 
Dopo la nascita di saloni dedicati a specifici settori aeronautici come gli elicotteri, gli aerei d’affari e l’aviazione generale, gli storici saloni aeronautici europei (Le Bourget, Farnborough e Berlino) hanno dato sempre meno enfasi al prodotto finale (i velivoli) e rivolto una maggiore attenzione agli aspetti commerciali come i contatti B2B. 
Durante i primi tre giorni dell’ILA 2010 (8-10 giugno) sarà attivo l’ISC (International Suppliers Center). Questa struttura di 5.000 metri quadri nel Padiglione 11, nella zona sud dell’aeroporto di Berlino/Schönefeld, ospiterà i fornitori del settore aerospaziale che presenteranno i loro prodotti ed i servizi correlati. E’ prevista la partecipazione di circa 250 società di 16 paesi, metà delle quali non tedesche (all’ILA 2008 erano state 149, provenienti da 9 paesi). 
Concepita come una “fiera nella fiera” per aumentare la visibilità delle ditte di componentistica e fornitura, questa sezione del più antico salone aeronautico del mondo quest’anno ha già raccolto il 60% in più di prenotazioni rispetto all’edizione 2008. 
La novità dell’ILA 2010 sarà l’International Buyers’ Day del 9 giugno. Si tratta di un evento mirato per dare agli espositori dell’ISC un’ulteriore possibilità per parlare d’affari con potenziali clienti quali le aziende cosiddette OEM (Original Equipment Manufacturer/produttore di apparecchiature originali) ed i grandi fornitori. Circa 60 specialisti della fornitura, tra OEM e “first-tier suppliers” hanno già annunciato la loro intenzione di partecipare all’International Buyers’ Day. 
Gli appuntamenti per questi incontri B2B possono essere prenotati in anticipo tramite un’apposita piattaforma internet. 
Ad aprire l’International Buyers’ Day ci sarà un dibattito intitolato “Best Value Country Sourcing - successful global sourcing approaches”. L’oratore sarà Christian A. Rast (BrainNet), che modererà i successivi interventi di Klaus Richter (EADS/Airbus), Josip T. Tomasevic (Claas) e Robert S. Anthony (Rolls Royce Germany ). 
Il Forum ISC, nel Padiglione 11, reppresenterà un altro importante strumento tra quelli messi a disposizione dall’International Suppliers Center. Esperti del settore risponderanno a tutte le domande degli espositori e dei visitatori in materia di forniture aerospaziali. Contemporaneamente gli espositori potranno presentare i loro prodotti e servizi. Il giorno dell’inaugurazione del salone (8 giugno) saranno discusse le tematiche relative alla globalizzazione dell’industria della fornitura. Il giorno dopo, il Forum ISC è riservato all’International Buyers’ Day. 
Il 10 giugno i rappresentanti delle varie associazioni e dei “cluster” industriali si confronteranno sul tema “Cluster Initiatives in Europe”. Altri argomenti previsti sono “Financial Support for SMEs”, “New Rules for the Aerospace Industry in Quality Assurance” e “The International Engagement of DLR in Aerospace”. 
Per ulteriori informazioni contattare (Roberto Bassetto, roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it  , tel. 041 0999411). 

Cantone Ticino Agevolazioni economiche per l’insediamento aziendale
Da un decennio le Autorità del Cantone Ticino si sono attivate per attrarre nuove aziende industriali migliorando costantemente le condizioni economiche con azioni di marketing territoriale e leggi cantonali che si affiancano alle leggi federali che favoriscono il risparmio fiscale, erogano contributi a fondo perduto e migliorano le condizioni dei lavoratori. 
Il Ticino, con una superficie di 2812 Km2 pari al 6,8% dell’intera superficie svizzera, è l’unico Cantone situato interamente a sud delle Alpi. Rappresenta la porta d’ingresso naturale verso il Nord Italia e sin dai primi sviluppi del traffico commerciale europeo è la via di transito principale sull’asse Nord-Sud Europeo. 
A livello federale un’azienda può beneficiare dell’agevolazione fiscale dell’imposta federale a condizione che sia situata all’interno dei confini geografici previsti dall’Ordinanza sulla determinazione delle zone di applicazione in materia di agevolazioni fiscali e che venga accordata dal Cantone l’agevolazione fiscale nell’ambito della propria legislazione. 
La legge cantonale per l’innovazione (L-inn) garantisce esenzioni fiscali per 10 anni, sussidi a fondo perduto fino ad un massimo del 25% degli investimenti e contributi alla formazione ed alla riqualificazione del personale. 
Gli incentivi a livello federale e cantonale possono essere cumulati ed i beneficiari sono le aziende industriali e del terziario avanzato, con funzioni connesse alla produzione industriale, che introducono innovazione nei prodotti, nei servizi, nei processi produttivi o nell’organizzazione. 
Un altro fattore decisionale di delocalizzazione è la produttività del lavoro e la Svizzera si colloca ai vertici della classifica internazionale per il valore aggiunto per ore di lavoro. I fattori che determinano questa alta produttività oltre alle ben note condizioni cultuali/sociali sono dovuti ai giorni lavorativi effettivi (225 giorni), alle ore di lavoro settimanali (42 ore) e alla media di assenze annue (6 giorni). 
Per ultimo da notare che dal 1° giugno 2007 è stato abolito il limite sul numero di permessi di soggiorno rilasciati a cittadini dell’UE che intendono esercitare un’attività lucrativa dipendente o indipendente in Svizzera e dall’8 febbraio 2009 è stato esteso alla Romania e alla Bulgaria. 
Per maggiori informazioni, indirizzi utili e contatti istituzionali del Cantone Ticino contattare (Roberto Bassetto Tel. +39 (0)41 0999411, Fax +39 (0)41 0999401 E-mail roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it  ; Rossana Colombo Tel. +39 (0)41 0999411, Fax +39 (0)41 0999401 E-mail rossana.colombo@eurosportelloveneto.it
HOME
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento Europeo, al Consiglio, al Comitato Economico e Sociale europeo e al Comitato delle Regioni - Un'agenda digitale europea COM(2010)245 definitivo

DECISIONE del Consiglio del 19 gennaio 2010 sull’esistenza di un disavanzo eccessivo in Italia (2010/286/UE) 
(GUUE L 125/2010)
AMBIENTE RELAZIONE della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo - Seconda relazione di follow-up sulla comunicazione relativa alla carenza idrica e alla siccità nell’Unione europea (COM(2007) 414 definitivo) {SEC(2010)573} COM(2010)228 definitivo
PESCA COMUNICAZIONE della Commissione - Consultazione sulle possibilità di pesca per il 2011 COM(2010)241 definitivo
POLITICA DEI TRASPORTI COMUNICAZIONE della Commissione al Parlamento europeo in applicazione dell'articolo 294, paragrafo 6, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea relativa alla posizione del Consiglio in prima lettura sull'adozione di una proposta modificata di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il quadro generale per la diffusione dei sistemi di trasporto intelligenti nel settore del trasporto stradale e nelle interfacce con altri modi di trasporto (Testo rilevante ai fini del SEE) COM(2010)251 definitivo

REGOLAMENTO (UE) N. 428/2010 della Commissione del 20 maggio 2010 recante attuazione dell’articolo 14 della direttiva 2009/16/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le ispezioni estese delle navi (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 125/2010)
CONSUMATORI DIRETTIVA 2010/33/UE della Commissione del 21 maggio 2010 che rettifica la direttiva 2001/112/CE del Consiglio concernente i succhi di frutta e altri prodotti analoghi destinati all’alimentazione umana (GUUE L 126/2010)

DECISIONE della Commissione del 12 maggio 2010 che modifica la decisione 2006/968/CE recante attuazione del Regolamento (CE) n. 21/2004 del Consiglio per quanto riguarda orientamenti e procedure relativi all'identificazione elettronica degli animali delle specie ovina e caprina [notificata con il numero C(2010) 3009] (Testo rilevante ai fini del SEE) (2010/280/UE) (GUUE L 124/2010)
HOME
APPROFONDIMENTI
BRUXELLES, 17 GIUGNO, SEMINARIO “TRAIN THE TRAINERS”
Le Direzioni Generali Regionali “Politica regionale” ed “Occupazione, affari sociali e pari opportunità” della Commissione Europea organizzano, per il secondo anno consecutivo, un seminario dal titolo “Train the trainers”, che si terrà il 17 giugno a Bruxelles e che si concentrerà sul fornire informazioni sulla gestione dei fondi strutturali europei. Ci si può iscrivere entro il 7 giugno 2010
Per ulteriori informazioni: http://ec.europa.eu/regional_policy/conferences/trainers/index_en.cfm
ETICHETTATURA OBBLIGATORIA DEI TESSUTI
In occasione della riunione plenaria del Parlamento europeo, tenutasi a Strasburgo lo scorso 18 maggio, è stata approvata una risoluzione che indica come obbligatorio un nuovo sistema di etichettatura dei prodotti tessili in cui venga indicato, con estrema chiarezza, il Paese di origine del prodotto. Attualmente il consumatore è spesso tratto in inganno da etichette di non semplice lettura. Il Parlamento europeo ha chiesto alla Commissione europea di presentare, entro due anni, un report sulle esigenze in materia di etichettatura dei prodotti tessili (e quindi non soltanto ai capi di abbigliamento). Tali provvedimenti serviranno non solo a tutelare il consumatore ma anche le piccole e medie imprese europee che producono prodotti di questo tipo. 
NUOVA CONSULTAZIONE SULLA RETE TRANS-EUROPEA DI TRASPORTI
In seguito alla pubblicazione del Libero Verde sul futuro dello sviluppo della rete di trasporti transeuropea, la Commissione europea ha deciso di lanciare una consultazione pubblica sulla politica del TEN-T. È stato contestualmente istituito un gruppo di lavoro costituito da esperti, provenienti da tutti i paesi dell’Unione europea, per elaborare delle proposte di una nuova metodologia di lavoro in tale ambito, ponderando anche gli aspetti economici dell’implementazione della strategia. La Commissione ha inoltre redatto un documento di lavoro che propone alcune idee innovative sulle potenzialità e sulle metodologie di implementazione del TEN-T; il termine ultimo per inoltrare i propri suggerimenti è il 15 settembre 2010.
Per ulteriori informazioni: 
http://ec.europa.eu/transport/infrastructure/consultations/2010_09_15_future_policy_en.htm  
TURCHIA NELLO SPAZIO SCHENGEN
In occasione di una conferenza stampa, tenuta con il premier greco Papandreou, il premier turco Erdogan ha dichiarato che è fondamentale che la Turchia abbia le stesse possibilità di tutti gli altri paesi in corsa per l’adesione all’Unione europea, come ad esempio la Serbia. Erdogan ha inoltre ricordato che parlerà prossimamente di tale questione con il Commissario europeo all’allargamento.
STRATEGIA UE 2020
Il prossimo 9 giugno si terrà a Bruxelles, alla Fondation Universitaire (Rue d'Egmont, 11), la 17esima edizione del Midi du Centre international de formation européenne (CIFE). L’intervento, che sarà tenuto da Mario Sepi, presidente del Comitato economico e sociale europeo (CESE), verterà sulla “Strategia Europa 2020: per una crescita economica e sociale duratura”. Per ulteriori informazioni: CIFE Bruxelles, tel. +32 2 50329 37 oppure www.cife.eu  
STUDIO SULL’ANDAMENTO DELL’ACCESSO DELLE PMI AI FINANZIAMENTI EUROPEI
La Commissione europea ha recentemente pubblicato un memorandum sull’andamento, negli ultimi tempi, dell’accesso delle piccole e medie imprese ai finanziamenti ed agli strumenti finanziari erogati dall’ Unione europea. Il report, diviso in due parti, presenta informazioni circa l’accesso ai finanziamenti per le PMI, le difficoltà riscontrate nell’ottenimento di fondi e le disponibilità finanziarie per l’anno in corso. 
Per ulteriori informazioni: 
http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=MEMO/10/167&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en  
EUROPEAN IPR HELPDESK: NUOVO APPALTO
La Direzione Generale Impresa della Commissione europea ha recentemente pubblicato un avviso di appalto, per un servizio di durata di tre anni, che servirà a selezionare una specifica figura necessaria a portare aventi l’European IPR Helpdesk, un servizio atto ad incrementare la conoscenza dei temi dell’IPR e la normativa europea per la divulgazione dei risultati di progetto legati alla ricerca transnazionale e di innovazione. 
Il termine per presentare la propria candidatura è il 28 giugno 2010. Per ulteriori informazioni:
http://ec.europa.eu/enterprise/newsroom/cf/itemlongdetail.cfm?item_id=4280&lang=enhttp://ec.europa.eu/eaci/ip_en.htm 
HOME
GARE D'APPALTO
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
HOME
RICERCA PARTNER
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
HOME
BANDI EUROPEI
Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.
HOME
BANDI FONDI STRUTTURALI
Regione Veneto - Finanziamento - Scade il: 15/06/2010 
Piano regionale di sviluppo del turismo sostenibile e competitivo per i segmenti balneare e lacuale 
Regione Veneto - Bando Comunitario - Scade il: 31/07/2010 
Programma di Sviluppo rurale 2007 - 2013. Apertura dei termini di presentazione delle domande per talune misure dell'asse 1 e dell'asse 2. Condizioni e priorità per l'accesso ai benefici 
Regione Veneto - Bando di Gara - Scade il: 31/12/2013 
Bando per la presentazione delle domande di riconoscimento degli organismi di consulenza. Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 114 
GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto è disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2009.
Per scaricarla: http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/GUIDA2009.pdf
HOME
EURO COOPERAZIONI
Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali
HOME
SPORTELLO EUROPA ROMANIA
Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorità romene nel periodo 2007-2013. E’ il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere l’imprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di più sui fondi strutturali e sulle opportunità di finanziamento che questi offrono.

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi già pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilità e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di contattare il referente dello Sportello Europa Romania.


Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 – 2° piano
030102 Bucarest – Romania
Referente: Matteo Peri
NEWS FONDI STRUTTURALI
Programma Operativo crescita della Competitività Economica (POS CCE)
Il Ministero dell’Economia ha proposto che le banche accettino, come garanzia, le attrezzature acquistate dalle PMI attraverso i fondi comunitari
Il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Ambiente per gli Affari (MECMA) sta discutendo con le banche la possibilità, per le PMI che abbiano dei progetti approvati a valere sui fondi europei, di fornire come garanzia ai crediti le attrezzature in fase di acquisto (a valere sugli stessi fondi).
Il 90% delle PMI che gestiscono progetti finanziati dai fondi strutturali hanno seri problemi nell’ottenere crediti dal momento che non possono offrire sufficienti garanzie. Il Ministro dell’economia, Adrian Videanu, ha avviato una serie di negoziati con le banche per convincerle ad accettare in garanzia i macchinari acquistati all’interno dei progetti.
Sintesi bando per l’infrastruttura di ricerca e sviluppo – link
Programma Operativo Regionale (POR)
Il finanziamento concesso alle microimprese sarà del 100%. E’ stato eliminato il contributo del sollecitante
Durante l’incontro del Comitato di Monitoraggio del POR, svoltosi nei giorni 19-20 maggio, sono state intraprese alcune misure con lo scopo di accelerare l’implementazione dei progetti e l’utilizzo dei fondi del POR.
Il Comitato ha deciso di eliminare, per la misura 4.3 - “Supporto per lo sviluppo delle microimprese”, il contributo previsto a carico del beneficiario. Di conseguenza, l’intensità massima del finanziamento sale al 100% delle spese eleggibili del progetto (senza tuttavia poter oltrepassare la soglia di 200.000 €.).
Tale decisione rientra in un quadro generale di semplificazione dell’accesso ai fondi strutturali, tenendo anche conto della grave crisi economico-finanziaria.
Programma Nazionale di Sviluppo Rurale (PNSR)
455 progetti per l’avvio di microimprese in zone rurali riceveranno un finanziamento
L’Agenzia dei Pagamenti per lo Sviluppo Rurale e la Pesca (APDRP) firmerà a breve i contratti di finanziamento per 455 progetti di investimento relativi alla misura 312 – “Sostegno per lo sviluppo delle microimprese” del PNSR.
Nel corso della sessione lanciata nel periodo 16 novembre – 11 dicembre 2009 sono stati presentati presso gli uffici provinciali dell’APDRP 1.137 progetti, per un valore complessivo pari a 690 milioni di RON. Tra di essi, soltanto 455 verranno contrattati.
Lo stanziamento finanziario disponibile per la sessione sopra ricordata è di oltre 206 milioni di RON.
Uno dei progetti più complessi ha un valore pari a 597.000 RON; tale progetto prevede l’acquisto di attrezzature ad alta tecnologia per l’avvio di un’auto-officina.
HOME
SPORTELLO BALCANI
NUOVO SITO INTERNET PER LE COOP CHE OPERANO NEI BALCANI
Nell'ambito del progetto PROO.COOP, il progetto di promozione della cooperazione nei Balcani, è stato realizzato il sito internet Balkan Focal Point (disponibile all’indirizzo: www.balkanfocalpoint.eu), punto di riferimento stabile per le imprese cooperative italiane e balcaniche che intendono proiettarsi in una realtà internazionale. Tra gli obiettivi del progetto ci sono il sostegno e la promozione delle attività delle imprese cooperative verso i paesi balcanici nonché il miglioramento dell’ambiente in cui operano, per sfruttarne le potenzialità economiche in vista di un loro ingresso nell’Unione europea. Le cooperative italiane potranno così avere a disposizione uno spazio in cui presentare le proprie attività, i propri prodotti e ricercare collaborazioni. 
LA COMMISSIONE EUROPEA PROPONE LA LIBERALIZZAZIONE DEI VISTI PER ALBANIA E BOSNIA
Lo scorso 27 maggio la Commissione europea ha approvato la proposta di liberalizzazione dei visti, nell’area Schengen, per i cittadini bosniaci ed albanesi. In tale occasione il Commissario all’Allargamento ha dichiarato che tale provvedimento è fondamentale per far sentire questi paesi più vicini al resto dell’Europa, contribuendo a rendere la prospettiva europea ancor più tangibile. 
BALCANI, INIZIATIVA ANTICORRUZIONE
Nei giorni scorsi la Serbia ha ufficialmente preso parte all’Iniziativa Anticorruzione Regionale (fondata nel 2000), di cui fanno parte l’Albania, la Bosnia - Erzegovina, la Croazia, la repubblica iugoslava di Macedonia, la Moldavia, il Montenegro e la Romania. Contestualmente è stato anche discusso un trattato bilaterale tra la Serbia e la Croazia, riguardante l’estradizione per reati di corruzione. La lotta ai crimini di questo tipo è un processo fondamentale che tutti i paesi del Balcani devono compiere per progredire nell’adesione all’Unione europea.
NEWS SERBIA:
SERBIA, RIFORME NELLA SOCIETÀ “CORRIDOIO 10”
Il governo serbo ha deciso, nei giorni scorsi, di riformare la società “Corridoio 10”, che attualmente si occupa della costruzione del Corridoio 10 in Serbia, incaricandola di seguire anche i lavori per lo sviluppo e la realizzazione del Corridoio 11, che collegherà la Serbia con gli altri paesi della regione. Tutto ciò sarà realizzato attraverso la fondazione di una nuova società, che avrà molti poteri decisionali e si occuperà sia dell’espropriazione dei terreni che di progettazione. Alcune compagnie straniere hanno espresso il loro interesse per quanto riguarda il tratto autostradale del Corridoio 11. 
ITALIA, RUSSIA E GERMANIA MIGLIORI PARTNER COMMERCIALI SERBI
Nel primo trimestre del 2010 i più importanti partner della Serbia per lo scambio commerciale internazionale sono risultati l’Italia, la Russia e la Germania, con un giro d’affari pari a circa 1,83 miliardi di dollari. L’Italia si rivela il primo acquirente per quanto riguarda le esportazioni, coprendo una parte di mercato pari a circa il 12% delle esportazioni totali del paese. 
SERBIA, UN MILIARDO DI EURO PER L’AUTOSTRADA FINO ALL’ADRIATICO
Il progetto della futura autostrada Belgrado – Adriatico, che dovrebbe constatare in un investimento totale di circa 1 miliardo di euro, passerà attraverso la località di Pester; attualmente non si conosce la data precisa dell’inizio dei lavori, che dovrebbe comprendere numerosi viadotti e gallerie. La tratta Pozega-Boljar costerà circa un miliardo di euro, mentre la seconda parte dell’autostrada, da Belgrado a Pozega, ha un costo stimato in 1,2 miliardi di euro.
BERS, INVESTIMENTO DI 500 MILIONI DI EURO IN SERBIA
In occasione della riunione annuale della giunta della Banca europea per il rinnovamento e lo sviluppo (BERS) è stato dichiarato che verranno investiti, nel corso del 2010, circa 500 milioni di euro in Serbia; tali mezzi saranno stanziati per i progetti nelle infrastrutture, nell’energetica, nell’agricoltura e nelle aziende locali.
BUONE CONDIZIONI PER GLI INVESTIMENTI IN SERBIA
In occasione del convegno degli imprenditori serbi e italiani, tenutosi nei giorni scorsi ad Ancona, il vicepresidente del Governo serbo ha presentato il nuovo approccio dello Stato per attirare gli investitori nel paese. È necessario che le aziende italiane continuino ad investire in Serbia, non solo a livello economico ma anche tecnologico, mantenendo alto il livello di cooperazione bilaterale con concreti passi e con l’appoggio politico e continuando così a sostenere il percorso di adesione all’Unione europea.
NUOVE DISPOSIZIONI DOGANALI TRA SERBIA E RUSSIA
Nei giorni scorsi è stato raggiunto un accordo tra il governo serbo ed i rappresentanti dell’unione doganale della Federazione Russa, della Bielorussia e del Kazakhstan, tale per cui alle ditte serbe, dal prossimo 1 luglio, sarà permessa l’esportazione verso la Russia, senza dazi doganali, anche per tappeti, mobili ed alcuni apparecchi elettronici (quali schermi da computer, proiettori e televisori). Verrà stipulato un accordo sul libero commercio, che allargherà il mercato degli esportatori serbi e creerà le condizioni per il potenziamento del commercio tra la Serbia e l’unione doganale costituita da quei paesi.
SERBIA, LIBERALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI DA LUGLIO
Nei giorni scorsi la Camera di Commercio serba ha dichiarato che il paese porterà a termine entro breve alcuni accordi per la liberalizzazione del commercio di prodotti agricoli: attualmente sono in atto i negoziati per un accordo di libero scambio con Albania e Moldavia mentre il processo di liberalizzazione con la Croazia verrà completato in due tappe. Verranno dapprima abbassate le tasse doganali preferenziali del 50% poi, nel 2011, verranno eliminate del tutto. La Serbia ha già degli accordi di liberalizzazione con la Bosnia-Erzegovina, con il Montenegro e la Macedonia mentre con l’Albania, la Moldavia e la Croazia esistono accordi differenti. 
SERBIA: RISERVE DI VALUTA ESTERA A 10,7 MILIARDI DI EURO
La Banca Centrale della Serbia ha recentemente dichiarato che le riserve di valuta estera, dopo il sostanziale aumento di aprile 2010, raggiungono complessivamente 10,7 miliardi di euro. Ciò che ha maggiormente contribuito ad un tale incremento di riserve è stato il ritiro di una quota di credito dal Fondo Monetario Internazionale di circa 180 milioni di euro.
NEWS CROAZIA:
CROAZIA, 19ESIMA ASSEMBLEA BERS
Il 14 e 15 maggio u.s. si è tenuta a Zagabria la 19esima Assemblea annuale della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS). In tale occasione il Presidente ha ricordato che dal 1994 ad oggi la BERS ha stanziato oltre 2 miliardi di euro a favore delle piccole e medie imprese croate; l'ammontare degli investimenti previsti per l'anno in corso è pari a 254 milioni di euro. Il Fondo Monetario Internazionale ha invitato il Governo croato ad adottare con procedure d'urgenza le misure per la realizzazione del Programma per la ripresa economica precisando che la crescita delle attività economiche croate per l'anno in corso sarà pari a zero.  
HOME
 SPORTELLO APRE
UNA TURBINA EOLICA SENZA PALE
Si chiama turbina Fuller - dal cognome del suo inventore - il nuovo modello di centralina eolica brevettato dall’azienda americana Solar Aero: si tratta di una macchina di nuova concezione, senza pale, che consentirà di produrre energia a circa 9 centesimi di euro al kWh, una cifra paragonabile a quella dell'elettricità oggi immessa in rete. Essa consiste in una serie di sottili dischi metallici, inseriti uno sull′altro ma separati da spazi vuoti. I dischi sono disposti in modo tale da permettere, quando il vento soffia in questi spazi, un movimento d′aria che né aziona la rotazione. L′energia meccanica del movimento è successivamente trasferita a un albero motore collegato ad un normale generatore. 
Il vantaggio principale della nuova turbina è che risulta efficiente a velocità del vento molto diverse, ciò la rende più indicata rispetto alle turbine tradizionali. 
L’assenza di pale, inoltre, rende possibile installare le turbine su piloni più bassi rispetto a quelle tradizionali, o anche sui tetti degli edifici cittadini, riducendo in tal modo anche l′impatto paesaggistico e i danni per gli uccelli in volo. 
Il nuovo modello si presta anche per l’utilizzo in campo geotermico, dove è un fluido riscaldato a muovere la turbina, che potrà così funzionare a temperature più basse rispetto a quelle oggi in uso. Sarà dunque particolarmente indicata nei casi in cui la fonte geotermica non produce sufficiente calore per una turbina tradizionale.
GIORNATA INFORMATIVA FP7 SUL BANDO ICT
In occasione della prossima pubblicazione del bando ICT sulle Public Private Partnership previsto per luglio 2010, la Commissione Europea organizza il 9 Luglio a Bruxelles un Infoday ed un Brokerage Event sui bandi in uscita. La giornata informativa ha l’obiettivo di illustrare i contenuti dei bandi, mentre il Brokerage Event, previsto nel pomeriggio dello stesso giorno, darà l’opportunità ai partecipanti di trovare partner europei per la costituzione di eventuali partenariati.
Maggiori informazioni e possibilità di iscrizione sono disponibili su:
http://ec.europa.eu/research/industrial_technologies/lists/events-fp7-information-day-2010_en.html .
SEMPLIFICARE IL PROGRAMMA QUADRO DI RICERCA: MENO BUROCRAZIA PIÙ PARTECIPAZIONE
La Commissione Europea ha pubblicato il 29 aprile una comunicazione intitolata “Simplifying the implementation of the research frame work programmes”. Il giorno stesso la Commissaria Europea all’Innovazione, Ricerca e Scienza, Máire Geoghegan-Quinn, durante una conferenza stampa ne ha presentato le caratteristiche auspicando che “gli scienziati passino più tempo nei laboratori e meno negli uffici”.
Nel suo intervento la Commissaria ha sostenuto la posizione delle 11.000 persone che hanno firmato la petizione a favore di uno snellimento delle regole finanziarie e del peso burocratico del 7°PQ e ha riconosciuto che il peso amministrativo è una delle maggiori cause che limitano la partecipazione anche delle PMI. I restanti anni del 7° PQ saranno quindi caratterizzati da numerosi cambiamenti che verranno poi implementati in maniera organica con l’avvio dell’8°PQ.
Già nei prossimi mesi sarà introdotto un nuovo regolamento finanziario che aprirà la strada a futuri e più radicali cambiamenti. Anche il Commissario per il bilancio Janusz Lewandowski ha espresso il suo consenso affermando che “la revisione del regolamento finanziario, sosterrà queste idee di semplificazione dei finanziamenti per la ricerca con proposte giuridiche concrete, che si riveleranno utili anche in molti altri settori strategici”.
I punti principali della semplificazione sono divisi in:
  • una prima parte che renderà possibile dei miglioramenti, alcuni dei quali sono già in corso, nell’ambito del quadro giuridico e normativo in particolare per quanto riguarda il controllo contabile, e il miglioramento della struttura e del contenuto dei bandi di ricerca;
  • una seconda parte che comporterà la modifica delle norme finanziarie mantenendo al tempo stesso un controllo efficace, ad esempio ampliando l’utilizzo dei “metodi di calcolo dei costi medi”. La Commissione sembra voler permettere che nei progetti vengano utilizzati per i fondi UE gli stessi metodi contabili richiesti per i finanziamenti di ricerca nazionali;
  • il terzo tipo di modifica riguarda l’8° Programma Quadro, e anticipa un orientamento verso “pagamenti in funzione dei risultati”, secondo il quale i beneficiari, invece di notificare le singole voci di spesa, riceverebbero somme forfettarie per svolgere la propria ricerca e dovrebbero dimostrare di averla svolta in maniera efficace ed efficiente.
Queste proposte richiedono una decisione del Parlamento europeo e del Consiglio.
LA COMMISSIONE EUROPEA E I GRUPPI DI LAVORO SUL FUTURO PROGRAMMA QUADRO PER LA RICERCA
Una riunione plenaria dei Commissari Europei, svoltasi lo scorso 14 aprile, ha discusso la creazione di un nuovo gruppo di lavoro di almeno otto Commissari fortemente coinvolti nella politica dell’innovazione,che sarà presto formalmente costituito. Il gruppo sarà presieduto da Máire Geoghegan-Quinn, commissaria dell’UE per la ricerca, l’innovazione e la scienza.
Il gruppo includerà i seguenti Commissari: Antonio Tajani (Industria e Imprenditorialità), Johannes Hahn (Politica Regionale), László Andor (Impiego), Neelie Kroes (Agenda Digitale), Androulla Vassiliou (Educazione), Michel Barnier (MercatoInterno), and Günther Oettinger (Energia).
Geoghegan-Quinn, che aveva parlato la prima volta di tale comitato nel corso della sua audizione al Parlamento a gennaio, vuole che il gruppo alimenti il dibattito su come misurare l’efficacia della spesa europea in R&S, argomento determinante per il futuro del Programma Quadro. Una squadra di funzionari della Commissione sta attualmente lavorando con economisti e uomini d’affari per la progettazione di un nuovo indicatore per l’“innovazione”, che sarà una caratteristica del piano di Ricerca & Innovazione annunciato per il prossimo autunno.
Nel frattempo la Commissione ha avviato la valutazione intermedia del 7° Programma Quadro. Un gruppo di esperti indipendenti, presieduto da Rolf Annerberg, direttore generale del Consiglio Svedese di ricerca per l’ambiente, presenterà la relazione il prossimo settembre. Il mandato del gruppo comprende un ampio spettro di questioni inerenti alla concezione, all’attuazione e all’impatto delle attività previste dal Programma Quadro.
PROGETTO DI BILANCIO UE 2011
Promuovere la ripresa economica, investire nei giovani d’Europa e nelle infrastrutture di domani – queste sono le priorità del progetto di bilancio 2011 che la Commissione ha adottato il 27 aprile 2010.
Su un totale di 142,6 miliardi di EUR, circa 64,4 miliardi sono destinati ad azioni mirate alla ripresa economica (+3,4% rispetto al 2010). Inoltre, le risorse stanziate a favore delle iniziative faro della strategia UE 2020 (per la crescita) rappresentano circa 57,9 miliardi di EUR (intorno al 40% del bilancio).
Il progetto di bilancio 2011 aumenta altresì gli investimenti per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione, le infrastrutture e il capitale umano. Il 7° Programma Quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico verrà rafforzato del 13,8%, l’UE non aveva mai investito tanto su questo programma.
Tuttavia, la ricerca e lo sviluppo non bastano di per sé a spingere la ripresa economica: le reti transeuropee dei trasporti e dell’energia aumenteranno del 16,8% (1,3 miliardi di EUR) mentre le risorse destinate al Programma per la competitività e l’innovazione aumenteranno del 4,4% rispetto al 2010.
Anche il finanziamento del programma per l’apprendimento permanente sarà rafforzato del 2,6%, il che permetterà di mettere a disposizione degli studenti oltre 200 000 borse di studio Erasmus.
Altri 120.000 partecipanti riceveranno un sostegno finanziario attraverso il programma Gioventù in azione, che stanzia 127 milioni di EUR (+1,6%) per favorire l’assunzione dei giovani attraverso attività di apprendimento non formale.
Il Consiglio renderà nota la sua posizione sul progetto di bilancio a giugno, cui seguirà quella del Parlamento europeo a ottobre. In caso di disaccordo tra di loro sarà attivata una procedura di conciliazione di 21 giorni, nella quale la Commissione europea svolgerà la funzione di mediatore imparziale. Il bilancio definitivo per il 2011 dovrebbe essere adottato dal Parlamento a novembre.
JOINT RESEARCH CENTRE - JRC
Il Centro di Ricerca Comune (JRC) della Commissione europea ha pubblicato il suo rapporto annuale per il 2009. Il rapporto riporta le attività del centro nel 2009 con particolare riferimento a come il centro e i suoi vari istituti hanno supportato le politiche dell’Unione Europea nelle varie fasi di anticipazione, formulazione, adozione, realizzazione e valutazione con utili esempi selezionati sulle attività orizzontali, come la formazione e i workshop di indirizzo a supporto delle politiche della Commissione Europea.
VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI
HOME
OPPORTUNITA' DI STAGE ALL'ESTERO, A CURA DI EUROCULTURA
Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che si è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità.

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
Tel. 0444 - 964 770
Fax 0444 - 960 129
E-mail info@eurocultura.it
Website www.eurocultura.it
OPPORTUNITA’ DI STAGE
Stage nel controllo di gestione, Francia
Pernod è una storica distilleria francese, numero due mondiale della produzione di liquori. Possiede un portafoglio di marche leader come 51, Soho, Paddy, Havana, Suze, Pernod, champagne Mumm, Ballatine, Gloss, Vodka Seagram, Shaaz.
La compagnia è alla ricerca di un tirocinante da impiegare nel controllo di gestione
Il tirocinante lavorerà a stretto contatto con il reparto amministrativo e assisterà quotidianamente i responsabili della gestione commerciale Francia e internazionale. 
Compiti del tirocinante:
  • Assistenza nella redazione di report, stime, budget, chiusura semestrale, previsonale, sintesi;
  • Assistenza al progetto «refonte des outils et des indicateurs de Pilotage de la Performance» attraverso strumenti come simulatori del budget, schede di report, software di previsione di budget.
    Durante il tirocinio si utilizzeranno programmi gestionali come Hyperion-Essbase, ERP JD Edwards, Oracle BI.
Requisiti del tirocinante:
  • Studente (almeno secondo anno) o laureato in economia e commercio;
  • Forte affinità con l’analisi finanziaria;
  • Curiosità;
  • Autonomia;
  • Rigorosità;
  • Capacità di analisi e di sintesi;
  • Capacità di adattamento;
  • Doti di comunicazione.
La durata minima del tirocinio è di sei mesi, a partire da settembre 2010. Si passa attraverso un contratto di tirocinio (convention de stage) nel quale vengono stabiliti diritti e doveri reciproci (durata, orario, scopi). 
Per candidarsi, cercare il tirocinio “Stage Assistant Controle de Gestion - FIN00024” sulla pagina delle offerte di stage del sito ufficiale dell’azienda: http://www.pernod.fr/entreprise/entreprise_carrieres.html.  Seguire le indicazioni per inoltrare la propria candidatura.

Pernod
120, avenue du Maréchal Foch
FR- 94015 CRETEIL cedex
tel.: : +33 (0)1 49 81 51 51
fax : +33 (0)1 49 81 50 50 
recrutement.pernod@pernod.com
 
www.pernod.fr  
BUONO A SAPERSI
Summer school
Costituisce un valido rimedio per chi vuole coniugare un contenuto interessante in lingua straniera con un’atmosfera internazionale e interculturale, dove i partecipanti provengono da tutto il mondo. 
Esistono vari forme di “Summer School – Summer University”, cioè l’occasione di impegnare la testa per qualche settimana studiando presso un’università o un ente di formazione all’estero:
  • studio della lingua e della cultura del paese visitato
  • corsi specialistici su una determinata materia 
  • corsi vari a scelta
Possono essere aperta a tutti oppure solo per studenti, laureati o dottorandi. I costi vanno dai più che accessibili 250 Euro per dieci giorni fino ai 1500 Euro senza sistemazione per tre settimane. L’iscrizione deve avvenire di solito con l’anticipo di qualche mese. 
www.aegee.org 
www.eastchance.com 
Bruxelles e Dublino in .pdf
Eurocultura ha pubblicato da poco due nuove guide sul lavoro all'estero.
Le guide sono rivolte a persone che cercano un lavoro qualificato nelle rispettive capitali europei. Settori promettenti, agenzie di collocamento statali e private, fiere del lavoro, siti Internet per settori economici, riconoscimento delle qualifiche e modalità di candidatura sono alcuni degli argomenti trattati. Informazioni su abitare, costo della vita, iter amministrativo di registrazione e salute completano le guide. 
La collana “Lavoro all'estero” di Eurocultura comprende anche le guide di: 
  • Londra
  • Parigi
  • Berlino
  • Barcellona
  • Vienna
  • Amsterdam.
www.eurocultura.it 
Europa: Istruzioni per l´uso
Urban Center O.A.S.I, Thiene
Gruppi di lavoro sui temi della Mobilità Internazionale
Il consulente Bernd Faas di Eurocultura approfondirà argomenti e temi insieme a chi desidera fare un´esperienza fuori dall´Italia per costruire un proprio progetto di lavoro, stage, volontariato o formazione.
15 giugno 2010
15.00-17.00 Candidatura in lingua inglese 
17.15- 18.45 Stage in Francia
Gli incontri saranno a numero chiuso e saranno ammesse non più di 15 persone.
Iscrizioni:
Urban Center O.A.S.I. Europa
Thiene (VI)
tel. 0445-804749

urbancenter@comune.thiene.vi.it  
WORKSHOP
Il servizio Informacittà del comune di Bassano del Grappa, in collaborazione con l'Associazione Eurocultura, organizza: 
Moving the world

STAGE NEL MONDO
17 giugno 2010, ore 20.30 
Informacittà
Piazzale Trento 9/a
Bassano del Grappa (VI)
relatore: Bernd Faas 
Oggi gli stage possono essere svolti ovunque: dal Regno Unito alla Spagna, dalla Svezia alla Germania, dall’Australia agli Stati Uniti, dalla Russia al Giappone. Non solo le multinazionali ma anche le piccole e medie imprese accolgono stagisti stranieri, consce del fatto che in un’economia globale serve uno staff internazionale. Notevoli opportunità offrono anche le organizzazioni internazionali concentrate a Bruxelles, Ginevra, Vienna, New York e Londra.
Per inserirsi più facilmente nel mercato del lavoro, oggi servono, oltre che le competenze tecniche, anche la capacità di muoversi con disinvoltura in un contesto internazionale e cioè parlare correntemente le lingue straniere e conoscere la cultura, i comportamenti ed il modo di pensare dell’interlocutore straniero.
Questi requisiti possono essere acquisiti mediante uno stage nel corso degli studi, oppure subito dopo la laurea, oppure ancora nei primi anni di lavoro. Alcuni mesi in un’azienda all’estero consentono di migliorare la conoscenza della lingua, di capire le modalità di lavoro e l’organizzazione aziendale di un altro paese. 
Moving the world indica le strade utili per verificare la fattibilità del proprio desiderio fornendo le informazioni e i consigli giusti.
Il relatore Bernd Faas opera da oltre 20 anni nel settore della mobilità internazionale. La sua esperienza professionale riguarda l´orientamento, la preparazione e la realizzazione di attività all’estero nell’ambito del lavoro, dello stage, della formazione e del volontariato.
Informazioni:
Informacittà Bassano del Grappa (VI)
tel. 0424-237584

informacitta@comune.bassano.vi.it 
www.comune.bassano.vi.it 
HOME
INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALL’UE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER
La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per “l’informazione europea su misura”, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall’ Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l’elenco cliccare il seguente link:
www.euroreporter.eu.
HOME
CONTATTI
Per non ricevere la newsletter cliccare QUI

Eurosportello informa - Anno XIV N 10 – 2010
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/099941 – Fax. 041/0999401
Website www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Roberto Bassetto , Sara Codognotto , Rossana Colombo , Beatrice De Bacco, Geyleen Gonzalez, Laura Manente Filippo Mazzariol , Matteo Peri , Daniela Nardello , Brankica Raskov , Brunella Santi, Samuele Saorin , Dubravka Skopac, Alessandra Vianello , Alessandro Vianello

HOME