Numero 5

15 marzo 2010

SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello USA
Sportello APRE
Eurocultura
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con  Euroreporter
Contatti

World Bionergy - Elmia Recycling to Energy - Evento B2B – Progetto 2nd Generation BioMatch (2GBM)– Jonkoping (Svezia), 25-27 maggio 2010

Eurosportello del Veneto è partner del Progetto 2GBM finanziato dalla Commissione Europea (Agenzia per la Competitività ed Innovazione-EACI) che vede coinvolti 15 partner europei provenienti da Danimarca, Italia, Estonia, Lettonia, Grecia, Svezia, Spagna, Finlandia e Regno Unito.  
Obiettivo principale di 2GBM è l’organizzazione di 4 workshop all’interno delle maggiori fiere nel settore delle bioenergie (bioenergie da foresta, da zootecnia e da rifiuti industriali e domestici).  
Il primo evento in calendario è la fiera internazionale World Bioenergy (www.worldbioenergy.com) - Elmia Recycling to Energy (www.elmia.se/en/Recycling/) che si terrà a Jonkoping in Svezia dal 25 al 27 maggio p.v..  
World Bioenergy
è considerata la più importante fiera del settore delle bioenergie derivante dalle foreste e dall’agricoltura per la produzione di riscaldamento e di energia elettrica.  
Esporranno i maggiori produttori, fornitori e sub-fornitori di tecnologie dei seguenti settori:  
  • biomasse e biocarburante
  • servizi di consulenza, di analisi e finanza
  • commercio, distribuzione, trasporti e logistica
  • servizi di ingegneria e pianificazione
  • tecnologie e materiali per la combustione
  • ricerca e sviluppo, formazione  

Parallelamente ci sarà Elmia Recycling to Energy che coprirà tutti gli aspetti correlati allo smaltimento, al riciclo e all’ uso dei rifiuti.  
Questo primo workshop sarà supportato da tutti i partner del progetto e coinvolgerà i settori dello stoccaggio dell’energia, dei trasporti, delle costruzioni, della produzione, trasmissione e conversione dell’energia, delle energie rinnovabili e dello smaltimento dei rifiuti.  
Lo scopo dell’evento è di incentivare la cooperazione transnazionale e di aumentare la competitività e la crescita delle PMI tramite l’organizzazione di incontri di business to business nell’ambito di questi importanti eventi fieristici.  
In questo contesto Unioncamere del Veneto – Eurosportello invita le aziende operanti nei settori sopracitati a partecipare alla manifestazione fieristica World Bioenergy - Elmia Recycling to Energy e al relativo evento di partenariato che si terrà a Jonkoping (Svezia) nei giorni 25 – 26 maggio p.v. presso la Hall A a Elmia Exhibition & Congress Centre.  

L’evento offrirà l’opportunità di entrare in contatto diretto con numerose aziende che operano nei settori sopra elencati provenienti da diversi Paesi europei. Rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo di relazioni commerciali e di cooperazione.  
Gli incontri bilaterali/commerciali tra le aziende si baseranno su un’agenda di lavoro personalizzata e prestabilita secondo le richieste di collaborazione della Vostra azienda tramite un portale internet.  
L’iscrizione all’evento è soggetta al pagamento con carta di credito di:  
· 
100,00 € + IVA 19% per i visitatori  
·  
gratuita per gli espositori  
·  
gratuita per i delegati alle conferenze  
Per ogni azienda partecipante
l’iscrizione da’ diritto a:  
Ø  
agenda personalizzata di incontri bilaterali della durata di 30 minuti ciascuno (20 incontri massimo in due giorni)  
Ø  
visibilità nel portale dedicato  
Ø 
entrata alla fiera per massimo due persone per azienda ad entrambe le fiere  
Ø 
assistenza prima, durante e dopo l’evento da parte dei partner del progetto 2GBM  
Ø  
refreshments durante gli incontri bilaterali  
Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di inviare la scheda di adesione compilata a Unioncamere del Veneto – Eurosportello entro il 16 aprile 2010 al seguente numero di fax 041 0999401 o via e-mail rossana.colombo@eurosportelloveneto.it.  
Per maggiori approfondimenti sull’evento in oggetto, Vi consigliamo di consultare il portale dedicato http://www.bioenergy-match.eu e per maggiori chiarimenti sulla fiera il portale dedicato www.worldbioenergy.com e www.elmia.se/en/Recycling/  
Per ulteriori informazioni contattare sig.ra Rossana Colombo – tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it - dott. Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 - e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it

 

 

HOME

 

 

INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE

 

LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE - FORNITURA DI SERVIZI SPECIALISTICI E DI CONSULENZA PER UNIONCAMERE DEL VENETO - EUROSPORTELLO DEL VENETO
PROGRAMMA "ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI"

WOMEN AMBASSADOR IN ITALY - PROGETTO WAI CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI ROVIGO, 26 MARZO 2010 UNIONCAMERE DEL VENETO, 23 APRILE 2010

CORSI DI FORMAZIONE DAL TITOLO “I NUOVI ORIZZONTI DELLA SCIENZA NELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE – ALLA SCOPERTA DELLE NANOTECNOLOGIE” 
RONCADE (TV) 16 APRILE 2010
RONCADE (TV) 14 MAGGIO 2010

HANNOVER MESSE 2010 – EVENTO B2FAIR 
HANNOVER, 19-23 APRILE 2010
“ECOMED 2010” –– 2° FIERA INTERNAZIONALE DELLE ENERGIE RINNOVABILI HAMMAMET (TUNISIA), 22-24 APRILE 2010
TURKEYBUILD 2010 – EVENTO B2FAIR ISTANBUL, 6-8 MAGGIO 2010

LA TERZA EDIZIONE DEL MONTE-CARLO WINE FESTIVAL HÔTEL MÉRIDIEN BEACH PLAZA 5, 6 E 7 GIUGNO 2010

“CHARTAGE 2010” – Tunisi (Tunisia), 26-30 maggio 2010 – 10 ° Salone internazionale delle costruzioni

Dal 26 al 30 maggio 2010 si terrà presso la Fiera Internazionale di Tunisi il 10 ° Salone internazionale delle costruzioni.  

Lanciata nel 1993 con cadenza biennale, in collaborazione con La Federazione Nazionale delle Costruzioni e dei Materiali e Il Centro Tecnico delle Ceramiche e del Vetro, questa fiera è diventata negli anni punto di riferimento per i tutti i professionisti del settore delle costruzioni.

L’edizione del 2008 era organizzata in 6 aree tematiche di esposizione che comprendevano i materiali e le attrezzature per le costruzioni, i servizi per le costruzioni, l’imprenditoria edile, le agenzie immobiliari, lo scambio di lavoro e la creazione di nuove imprese edili e  il risparmio energetico. L’ultima edizione vide la presenza di 300 espositori di cui 60 provenienti dalla Germania, dal Belgio, dalla Spagna, dalla Francia, dall’Italia, dalla Polonia, dall’Algeria, dal Marocco e dalla Turchia. I visitatori furono 10.000 di cui 1.000 da tutto il mondo.  

In questa edizione saranno organizzate conferenze a livello internazionale e workshop per agevolare i contatti commerciali dei professionisti del settore. 

Eurosportello del Veneto, che dispone di una rete di contatti istituzionali ed imprenditoriali in loco utile per l’organizzazione di stand e di incontri bilaterali di tipo commerciale, invita tutte le aziende del settore interessate a manifestare la propria volontà a partecipare a questo importante evento internazionale del Nord Africa.  

Termine ultimo per manifestare interesse: 3 maggio 2010.  

Per ulteriori chiarimenti in merito contattare il sig. Roberto Bassetto - tel. 041 0999419; roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it; sig.ra Rossana Colombo – tel. 041 0999415 rossana.colombo@eurosportelloveneto.it.

ITALIA DIMENSIONE 2000 – Lussemburgo, 17-19 settembre 2010 – 9° Salone biennale del “Made in Italy”

Dal 17 al 19 settembre 2010 si terrà la 9° manifestazione fieristica ITALIA DIMENSIONE 2000 – Salone del “Made in Italy” presso i padiglioni di Luxexpo a Lussemburgo. 
Creato dalla Camera di Commercio Italo Lussemburghese nel settembre del 1994 con il patrocinio dell’ Ambasciata d’Italia il salone è interamente dedicato al “Made in Italy” e ai suoi settori di punta quali il turismo, l’enogastronomia, l’artigianato artistico, il design, la moda e la tecnologia
La manifestazione ha registrato negli anni un crescente successo: un’affluenza di oltre 15.000 visitatori nei tre giorni di apertura ed un considerevole aumento in termini di adesione e di superficie espositiva. Oggi il Salone è riconosciuto come un evento promozionale unico nel suo genere non solo per il Lussemburgo ma per l’intera Euro Regione della Saar-Lor-Lux registrando una superficie di 5.000 mq. 
Obiettivi della manifestazione fieristica sono la promozione delle eccellenze dell’imprenditoria italiana, la creazione di contatti d’affari per gli espositori presenti in fiera e il rafforzamento dei marchi del “Made in Italy” anche mediate i distributori locali. 
La Camera di Commercio Italo Lussemburghese organizza incontri bilaterali tra distributori e buyer locali e le piccole e medie imprese per allacciare contatti commerciali con il mercato del Granducato e quelli dei paesi limitrofi (Francia, Belgio, Germania). 
Eurosportello  del Veneto invita le aziende a partecipare a questa importante vetrina commerciale che garantisce la massima visibilità nel cuore dell’ Unione Europea e permette di dare risalto alle eccellenze.  
La manifestazione ha come fulcro la partecipazione in qualità di ospite d’onore di un’Istituzione italiana (Regioni, Province, Comuni e Camere di Commercio) a cui è data l’opportunità di realizzare una presentazione completa del proprio territorio presentando le sue eccellenze nei diversi settori di punta. 
Per ulteriori chiarimenti contattare il sig. Roberto Bassetto - tel. 041 0999419; roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it o la si.gra Rossana Colombo – tel. 041 0999415 rossana.colombo@eurosportelloveneto.it.

 

Corso di Euroformazione 2010
Anche quest’anno Eurosportello del Veneto – Unioncamere del Veneto in collaborazione con la Regione Veneto organizza il Corso di Euroformazione 2010, che mira a fornire un quadro aggiornato delle più importanti tematiche nell’ambito del diritto europeo e delle politiche comunitarie oltre che offrire validi strumenti a supporto della progettazione e della presentazione di proposte progettuali a valere sui bandi europei.
Il Corso è gratuito ed aperto a tutti e si svolgerà presso la Sala Europa di Unioncamere del Veneto, Via delle Industrie 19/C Marghera Venezia.
E’ inoltre stato richiesto l’accreditamento presso i competenti Consigli degli Ordini.

Scaricare il Programma qui
.

 

HOME

 

 

NORMATIVA COMUNITARIA

AGRICOLTURA

 

REGOLAMENTO (UE) N. 178/2010 della Commissione del 2 marzo 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 401/2006 per quanto concerne le arachidi, gli altri semi oleosi, la frutta a guscio, le mandorle di albicocche, la liquirizia e l’olio vegetale (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 52/2010)

PESCA 

REGOLAMENTO (UE) N. 201/2010 della Commissione del 10 marzo 2010 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1006/2008 del Consiglio relativo alle autorizzazioni delle attività di pesca dei pescherecci comunitari al di fuori delle acque comunitarie e all’accesso delle navi di paesi terzi alle acque comunitarie (GUUE L 61/2010)  

 

 QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE

RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulle attività di assunzione e di concessione di prestiti dell'Unione europea nel 2008 COM(2010)69 definitivo

UNIONE DOGANALE E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI

REGOLAMENTO (UE) N. 197/2010 della Commissione del 9 marzo 2010 recante modifica del regolamento (CEE) n. 2454/93 che fissa talune disposizioni d’applicazione del regolamento (CEE) n. 2913/92 del Consiglio che istituisce il codice doganale comunitario (GUUE L 60/2010)

 

POLITICA EUROPEA DI SICUREZZA COMUNE

DECISIONE del Consiglio del 25 febbraio 2010 relativa all'istituzione del comitato permanente per la cooperazione operativa in materia di sicurezza interna (2010/131/UE) (GUUE L 52/2010)

 

POLITICA DEI TRASPORTI 

RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'esperienza acquisita nell'applicazione del regolamento (CE) n. 1365/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 settembre 2006, relativo alle statistiche sui trasporti di merci per vie navigabili interne COM(2010)64 definitivo

 

 

HOME

 

 

APPROFONDIMENTI

PROGRAMMA CENTRAL EUROPE -  TERZO BANDO TRANSNAZIONALE

Lo scorso 15 marzo è stato lanciato un nuovo bando nell’ambito del programma europeo Central Europe, che promuove Competitività, Innovazione, Accessibilità e Sostenibilità Ambientale in Europa Centrale. Possono partecipare soggetti sia pubblici che privati che rientrano nella zona coperta dal programma. È necessario presentare i propri progetti entro il 7 maggio 2010. 
Per ulteriori informazioni:
http://www.central2013.eu/

 

PAESI CANDIDATI, NECESSARIO CONTINUARE CON LE RIFORME

Il Parlamento europeo, nei giorni scorsi, ha dato giudizio positivo agli sforzi compiuti nel 2009 da parte della Croazia e dell’Ex Repubblica iugoslava di Macedonia nel loro percorso di adesione all’Unione europea, sottolineando invece gli scarsi progressi fatti dalla Turchia. I negoziati di adesione della Croazia potrebbero concludersi positivamente già nell’anno in corso, mentre quelli con la Macedonia è plausibile che comincino nello stesso periodo. Come suggerito dal governo greco, si ipotizza come data simbolica per l’adesione all’UE di tutti i paesi dei Balcani il 2014. Per quanto riguarda la Turchia , non si è assistito a significativi progressi nell’ambito delle riforme.

4 MILIARDI DI EURO A PROGETTI SU GASDOTTI ED ENERGIA ELETTRICA

La Commissione Europea ha selezionato 43 progetti in materia di energia che contribuiranno in modo significativo alla ripresa economica dell’Unione Europea, aumentando la sicurezza negli approvvigionamenti energetici anche con la creazione di infrastrutture transfrontaliere. Questa è la seconda decisione finanziaria nel Pacchetto Ripresa Economica, che ammonta a quasi 4 miliardi di euro e che è ripartita tra progetti di interconnessione elettrica di gasdotti. I progetti selezionati aiuteranno a portare a termine progetti di grande investimento.
Per maggiori informazioni e vedere la lista dei progetti selezionati:
http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=IP/10/231&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en

 

PROGRAMMA LEAD ERA – NUOVO BANDO 

Lo scorso 15 febbraio è stato lanciato un nuovo bando nell’ambito del programma LEAD ERA,  volto a promuovere il coordinamento di numerosi programmi transregionali dedicati alla ricerca ed all'innovazione nell’ambito dei principali temi innovativi e tecnologici. Gli obiettivi principali del programma sono quelli di lanciare ambiziosi bandi RST e perciò finanziare progetti transnazionali coinvolgendo gli attori RST del settore pubblico e privato che forniranno nuove risorse per collaborazioni a livello europeo.  Le proposte preliminari andranno presentate entro il 15 aprile 2010. 
Per ulteriori informazioni:
http://www.leadera.net/

http://www.leadera.net/index.php?option=com_content&view=article&id=18:transnationalcall-2010&catid=4:web-contents&Itemid=24
 

 

BRUXELLES, 30/31 MARZO: INFODAY SUI SERVIZI DI SOSTEGNO ALL’INNOVAZIONE

Il prossimo 30 e 31 marzo si terranno a Bruxelles due giornate di Infoday dedicate alla dimostrazione ed alla presentazione dei servizi di sostegno all’innovazione. Dopo una sessione introduttiva, verranno proposti tre workshop che si focalizzeranno sul sostegno alle organizzazioni dei distretti, sui nuovi servizi per l’innovazione delle PMI e sulla rete a sostegno del sistema regionale e dell’innovazione.

 

AIUTACI A MIGLIORARE LA NOSTRA NEWSLETTER

La Redazione di Eurosportello Informa propone un breve questionario di valutazione sul prodotto, al fine di migliorare e adeguare il servizio in base alle esigenze dei lettori. La Redazione invita pertanto i lettori a compilare, e rinviare via fax al numero 041.0999401, il questionario accedendo al link: http://www.eurosportelloveneto.it/documenti/questionario.doc .

 

HOME

 

 

GARE D'APPALTO

Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito
EUROAPPALTI .

 

HOME

 

 

RICERCA PARTNER

Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.

 

HOME

 

 

BANDI EUROPEI

Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.

 

HOME

 

 

BANDI FONDI STRUTTURALI

Regione Veneto - Bando Comunitario - Scade il: 15/04/2010
Procedura aperta per servizio di intermediazione assicurativa 

Regione Veneto - Bando Comunitario - Scade il: 21/04/2010
Procedura aperta per l'affidamento dei servizi di Valutazione strategica e operativa del POR - Obiettivo "Competitività regionale e Occupazione" (CRO), parte FESR 2007-2013) e Programma Attuativo Regionale- Fondo Aree Sottosviluppate (PAR FAS 2007-2013) 

Regione Veneto - Bando Comunitario - Scade il: 31/05/2010
Programma di Sviluppo rurale 2007 - 2013. Apertura dei termini di presentazione delle domande per talune misure dell'asse 1 e dell'asse 3. Condizioni e priorità per l'accesso ai benefici 

Regione Veneto - Finanziamento - Scade il: 31/05/2010
Programma Operativo Regionale FSE - Ob. Competitività Regionale e Occupazione - Avviso formazione continua a voucher Fse anno 2009. Apertura termini

 

GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto è disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2009. 
Per scaricarla:
  http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/GUIDA2009.pdf

 

HOME

 

 

EURO COOPERAZIONI

Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

 

HOME

 

 

SPORTELLO EUROPA ROMANIA

Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorità romene nel periodo 2007-2013. E’ il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere l’imprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di più sui fondi strutturali e sulle opportunità di finanziamento che questi offrono.  

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi già pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilità e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di contattare il referente dello Sportello Europa Romania.


Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 – 2° piano
030102 Bucarest – Romania
Referente: Matteo Peri

NEWS FONDI STRUTTURALI

Programma Nazionale di Sviluppo Rurale (PNSR)
A partire dal 1 marzo 2010 gli agricoltori possono presentare le richieste di sovvenzione

L’Agenzia dei Pagamenti e gli Interventi per l’Agricoltura (APIA) ha lanciato il 1 marzo 2010 la campagna per la presentazione delle richieste di sostegno finanziario destinato alle superfici agricole.
Per beneficiare del sostegno finanziario per le superfici, gli agricoltori devono presentare ai Centri APIA, nell’intervallo temporale 1 marzo – 17 maggio 2010, una sola richiesta di pagamento. Alle richieste di pagamento presentate a partire dal 18 maggio verrà applicata una penalità dell’1% per ogni giorno (lavorativo) di ritardo. Dopo l’11 giugno 2010 la richiesta non sarà più presa in considerazione per il calcolo del pagamento relativo all’anno in corso.
I beneficiari di tali sovvenzioni possono essere le persone fisiche e/o giuridiche che coltivano i terreni. Se il proprietario ha dato il terreno in affitto o in concessione, la sovvenzione sarà erogata a colui che di fatto lavora il terreno. Sono eleggibili per le sovvenzioni le superfici di almeno un ettaro, formate da parcelle agricole con una superficie pari a minimo 0,3 ettari.
Il sollecitante deve inoltre rispettare le Buone Condizioni Agricole e Ambientali (GAEC) su tutta la superficie appartenente all’azienda.
Per la campagna 2010 la Romania beneficia di uno stanziamento finanziario pari a 729,8 milioni di euro, circa 81 euro per ettaro.

 

Programma Operativo Crescita della Competitività Economica (POS CCE)
Nel 2010 verranno terminati i contributi comunitari per le aziende che vogliono fare investimenti: circa 400 imprese potranno beneficiare degli ultimi fondi

Gli ultimi fondi europei destinati agli investimenti saranno terminati quest’anno con il lancio degli ultimi bandi. Nel corso del 2010 le autorità metteranno a disposizione l’intero budget (circa 225 milioni di euro) rimasto disponibile per le imprese che vogliono acquistare linee di produzione, attrezzature, tecnologie, capannoni, etc.
Alle PMI e alle grandi aziende (con oltre 250 dipendenti e fatturato superiore a 50 milioni di euro) sono stati stanziati, per il periodo 2007-2013, 550 milioni di euro. Sino ad ora circa la metà di tale budget è stato messo a disposizione delle imprese che hanno presentato oltre 3.000 progetti. L’elevato numero di richieste ha portato le autorità a rendere disponibili tutte le risorse in tempi più rapidi, tanto che nell’anno in corso le aziende potranno usufruire dei rimanenti 225 milioni di euro (attraverso il lancio di tre bandi).
Secondo il calendario orientativo pubblicato nel sito web dell’Autorità di Coordinamento degli Strumenti Strutturali (ACIS), nel 2010 verranno terminati i fondi stanziati per gli investimenti piccoli (sino a 250.000 euro) e grandi (compresi tra 250.000 euro e 1.500.000 euro) delle PMI. Verrà anche pubblicato l’ultimo bando per gli investimenti delle grandi aziende che possono ricevere a fondo perduto sino a 18,5 milioni di Lei (ma non oltre 5 milioni di euro). Tali fondi sono erogati nell’ambito del POS CCE - “Un sistema di produzione innovativo ed eco-efficiente”.

Un’azienda del settore tessile riceverà un contributo a fondo perduto pari a 800.000 euro

Una società manifatturiera della provincia di Salaj, che ha registrato nel 2009 un fatturato di circa due milioni di euro, riceverà a fondo perduto 800.000 euro per acquistare 20 macchinari destinati ad incrementare il volume produttivo dell’azienda. L’azienda produce abbigliamento maschile e femminile (maglioni, giacche, etc.).
Il progetto, presentato nell’ambito del POS CCE, ha un valore complessivo di oltre 1,2 milioni di euro.
L’implementazione sarà realizzata in due tappe che dureranno complessivamente sei mesi. Attualmente l’azienda ha finalizzato la prima fase di implementazione, acquistando i macchinari e presentando la prima richiesta di rimborso.
La capacità produttiva è aumentata di circa 45.000 pezzi al mese, cioè il 50% in più rispetto a quanto registrato prima dell’investimento.
Per la parte di co-finanziamento l’azienda ha optato per un credito bancario unito all’utilizzo di fonti di finanziamento proprie.

 

 

HOME

 

 

SPORTELLO BALCANI

Commissione Europea – Balcani : no all'abuso della liberalizzazione dei visti

La Commissione europea, nei giorni scorsi, ha avvertito i paesi dei Balcani che hanno recentemente beneficiato della liberalizzazione dei visti per i loro cittadini, di non approfittare di questo nuovo diritto. Recentemente infatti molti cittadini dell'ex Repubblica iugoslava di Macedonia, della Serbia e del Montenegro si sono recati in Belgio per depositare richieste di asilo, spesso per motivi economici, e che molto probabilmente non verranno accolte. Il ministro serbo degli interni ha da subito annunciato che rimpatrierà i propri cittadini, per la maggior parte di lingua albanese, che sono affluiti improvvisamente in Belgio, unico paese da cui sono arrivate osservazioni in merito alla liberalizzazione dei visti. 

NEWS SERBIA

Serbia - Riconoscimento del Kosovo

La Serbia , la cui candidatura d'adesione è stata depositata pochi mesi fa, ha dichiarato che non riconoscerà direttamente o indirettamente il Kosovo ma che tuttavia una soluzione di compromesso è sempre possibile. Alcuni esponenti politici infatti evocano già la possibilità di una relazione politica tra Belgrado e Pristina.  

Credito BEI alla Serbia

Lo scorso 5 marzo il Ministro delle Finanze della Serbia ed il vice presidente della Banca europea per gli investimenti hanno firmato a Belgrado un accordo sulla concessione del credito di 200 milioni di euro per lo sviluppo della scienza nel paese, a cui si andranno ad aggiungere altri  500 milioni di euro nello sviluppo dell’infrastruttura scientifica nei prossimi anni. Il Presidente Tadic ha ribadito che questi sono tra i più importanti investimenti nello sviluppo economico della Serbia, minata dalla fuga di cervelli a partire dagli anni ’90.

 

Serbia, sviluppo regionale nel 2010 

Il Governo serbo nei giorni scorsi ha adottato il programma per stimolare lo sviluppo regionale nel 2010, del valore complessivo di circa 100 milioni di euro, per aiutare gli impieghi e la rivitalizzazione della produzione dei comuni più sottosviluppati nel paese; di questo importo complessivo, 70 milioni saranno usati per iniziare la produzione nei 40 comuni più poveri, mentre 20 milioni di euro saranno destinati a mutui per investire nella produzione di abbigliamento, calzature, nell’industria di legna, di attrezzi, nell’industria automobilistica ed elettronica.

 

Serbia, migliora la propria affidabilità redditizia  

L’agenzia internazionale per l’affidabilità, Dun and Bradstreet, nel suo rapporto di marzo ha dichiarato che la Serbia ha migliorato la propria affidabilità creditizia, collocandola nel gruppo del moderato rischio per gli affari. Tale miglioramento è anche conseguenza della valutazione positiva che avuto il paese nella terza revisione dell’accordo di stand-by con il Fondo monetario internazionale. Hanno influito sull’aumento dell’affidabilità anche i movimenti economici in Serbia dell’ultimo periodo.

 

NEWS BOSNIA

Bosnia, domanda di adesione 

Il Ministro degli Esteri bosniaco ha dichiarato, dopo una riunione tenutasi a Bruxelles con il  commissario all'allargamento, che la Bosnia depositerà domanda d'adesione all'Unione europea prima della fine di quest'anno. È necessario che il paese, che vorrebbe un’accelerazione nella procedura di liberalizzazione del regime dei visti, compia degli sforzi considerevoli per stabilizzare le istituzioni politiche e riformare l'economia.

 

 

HOME

 

 

SPORTELLO USA

Eurosportello Veneto-Stati Uniti nasce per dare assistenza e supporto informativo alle PMI Venete interessate ad investire e/o ad esplorare ed operare nel mercato americano. Con l’obiettivo di promuovere e rafforzare la cooperazione transatlantica, lo sportello fornisce informazioni ed assistenza anche ad imprese americane interessate a diverse forme di cooperazione transatlantica orientandone il focus e gli obiettivi verso il territorio veneto.
Lo Sportello ha base a New York ed è il frutto di un accordo di collaborazione con l’unico ufficio della rete europea Enterprise Europe Network (EEN) presente negli Stati Uniti. Lo sportello opera coordinandosi con le istituzioni italiane, con la rete delle camere di Commercio Italiane negli Stati Uniti e con istituzioni e soggetti americani attivi nel sostegno all’imprenditoria. La costituzione e il rafforzamento di tale network sono condizione necessaria per stimolare e partecipare attivamente al Programma europeo di cooperazione transatlantica, fornendo in questo modo alle imprese strumenti e opportunità concrete di confronto costruttivo attraverso la presentazione di progetti condivisibili soprattutto nell’ambito della Ricerca e dell’innovazione.

 

Eurosportello Veneto - USA
c/o EABO (European American Business Organization)
Tel: +1 347 821 2384 
Fax: +1 212 972 3026
E-mail: debacco@eurosportelloveneto.it
Referente: Beatrice De Bacco

 

INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE

New York ICFF (International Contemporary Forniture Fair)  15 - 18 maggio 2010

Dal 15 al 18 maggio p.v. si terrà a New York la 22esima edizione dell’ ICFF (International Contemporary Forniture Fair) summit mondiale del “what’s best and wath’s next” in design. L’evento, che si terrà presso il Jacob K. Javits Center di NY, e’ considerato la vetrina per eccellenza del design contemporaneo nel Nord America.
Durante i 4 giorni dell’esposizione i 14.500 metri quadrati del Javits Centre saranno affollati da più di 24.000 tra architetti, interior disigner, retaliers, designer, produttori, rappresentanti, distributori e imprenditori.
Il martedì 18, la fiera sarà aperta al grande pubblico.
Più di 500 saranno gli espositori di mobili contemporanei, sedie, tappeti e coperture per pavimenti,sistemi di illuminazione  , arredamento da esterni, rivestimenti, accessori, tessuti, cucine e bagni.
Al ICFF parteciperanno rappresentanti da: Argentina, Australia, Austria, Belgium, Botswana, Canada, Czech Republic, Denmark, El Salvador, France, Germany, Ghana, Italy, Japan, Mexico, Netherlands, New Zealand, Norway, Peru, Poland, Portugal, Singapore, Spain, Sweden, Switzerland, Taiwan, Thailand, United Kingdom, U.S., and Vietnam.

REPORT

EX-IM Bank 2010 Annual Conference Washington 11 – 12 marzo 2010 

L’11 e il 12 marzo u.s. si e tenuta a Washington la conferenza annuale della Export-Import Bank of the United States. La Ex-Im Bank e’ l’Agenzia finanziaria governativa per l’export. Nel 2009 l’Agenzia ha stanziato 21 miliardi di $ a supporto dell’export.
All’evento ha partecipato il Presidente Barack Obama insieme ad un folto gruppo di membri del suo gabinetto tra cui Timothy Geithner (Secretary of Treasury, nostro Ministro del Tesoro), Gary Locke (Secretary of Commerce, nostro Ministro del Commercio), Steve Chu (Secretary Us Department of Energy) e Ron Kirk (US Trade Representative).
Fra i panelist anche Giovanni Castellaneta, già Ambasciatore d’Italia a Washington ed ora Chairman di Sace.
L’evento e’ stato l’occasione per presentare la National Export Initiative il cui fine e’ di migliorare le condizioni generali che abbiano effetti diretti sulla capacità di esportazione del settore privato.
Fra le azioni per il persegimento di tale obiettio vi sono ad esempio la rimozione delle barriere al commercio con l’estero, l’erogazione di aiuti alle imprese, soprattutto le piccole, per entrare in nuovi mercati, lo stanziamento di finanziamenti.
Il fatto che alla conferenza abbiano partecipato, oltre al Presidente Obama anche molti fra i suoi piu’ stretti collaboratori dimostra la priorita’ che tale tematica ha sull’agenda del Presidente. Solo muovendosi in questa direzione sarà possibile raddoppiare le esportazioni nei prossimi 5 anni, obiettivo enunciato dal Presidente Obama nel suo indirizzo alla nazione lo scorso gennaio.

HOME

                 SPORTELLO APRE

SONDAGGIO CHANGE
CHANGE – Chambers promoting Intelligent Energy for SMEs 
(CHANGE - Le Camere promuovono l’Energia Intelligente per le PMI)

Aziende di tutte le dimensioni - PMI e grandi aziende - e tutti i settori hanno partecipato a questo sondaggio che ha coinvolto 12 paesi europei: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Germania, Spagna, Francia, Ungheria, Italia, Malta, Polonia, Svezia.
Per i risultati del sondaggio, vedi allegato:
Allegato 1 CHANGE survey_v3_IT- 15 03 2010.

 

STRATEGIA 2020: UE UNIONE DELL’INNOVAZIONE

La strategia “Europa 2020” , annunciata dalla nuova Commissione Barroso mercoledì 3 marzo, comprende un progetto per trasformare l‘UE in una “ Unione dell’innovazione”.
La bozza del nuovo piano di crescita europeo, legando ricerca, istruzione, economia e proprietà intellettuale, porrà l’innovazione nel cuore della prossima agenda di riforme UE, che ci accompagnerà per la prossima decade. “ Unione dell’Innovazione” è uno delle nove “iniziative di punta” dell’esecutivo europeo e impegna Bruxelles a dare impulso agli investimenti per la ricerca e a rendere l’Europa un luogo attraente per lo sviluppo di nuovi prodotti.
Il piano mira a riorientare la politica in materia di R&S e innovazione in funzione delle principali sfide globali, colmando al tempo stesso il divario tra scienza e mercato e favorire la commercializzazione delle invenzioni.
Il brevetto comunitario si menziona come priorità poiché potrebbe far risparmiare alle imprese 289 milioni di euro all’anno.
Tra le raccomandazioni espresse dalla Commissione si legge in particolare la richiesta agli Stati Membri di incrementare le “spese per la conoscenza”, compreso l’uso di incentivi fiscali per promuovere maggiore attività e investimenti in R&S. I governi nazionali sono richiamati a riformare i propri sistemi di innovazione per promuovere la cooperazione tra industria e università, e “assicurare un incremento del numero dei laureati in scienze e ingegneria”, inoltre devono adeguare le procedure di finanziamento nazionali per rafforzare la cooperazione transfrontaliera e favorire una programmazione congiunta.
Il completamento della Spazio europeo della ricerca (SER), il miglioramento dell’accesso ai capitali e la revisione dei sistemi di finanziamento UE sono elencati come maggiori priorità a livello UE.

 

IL NUOVO PIANO STRATEGICO PER L’INNOVAZIONE DELLA POLITICA INDUSTRIALE DELL’EUROPA

Inizialmente prevista in primavera, la pubblicazione dell’Innovation Act, documento che entrerà a far parte della strategia UE2020, è stata posticipata a giugno. Stando alle parole dell’uscente Commissario all’industria Verheugen, l’European Innovation Act sarà ideato sul modello del Small Business Act, adottato a giugno 2008 e avrà come priorità centrale la creazione di una low carbon Economy e l’innovazione come strumento per ridurre il gap tra l’Europa ed i suoi competitori.
L’annuncio di un ritardo nella pubblicazione, è stato anche previsto da Tajani, nuovo Commissario Europeo per l’Industria, che durante la sua audizione in Parlamento ha infatti affermato che la nuova politica industriale sarà presentata a fine 2010 e sarà inserita nel nuovo contesto strategico che ci guiderà per i prossimi 20 anni.
Il Commissario italiano, come già aveva messo in evidenza il suo predecessore, ha ribadito che il nuovo progetto per l’innovazione proteggerà in particolar modo le PMI più innovative e punterà ad una collaborazione più stretta con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI). Il principale riferimento di Tajani riguarda i 30 miliardi di euro destinati dalla BEI e da altre risorse europee disponibili per il supporto finanziario alle PMI.
Sono molti i punti incerti riguardo l’implementazione del piano strategico. Si parlava, già prima della fine del 2009, dell’idea di definirlo Strategy o Plan, optando quindi per una definizione generale e di ampio significato, e quindi non solo focalizzata su Business & Industry. E’ possibile che l’action plan possa trasversalmente o direttamente impattare su altri dossier che si occupano di innovazione per esempio quello sulla riforma dei brevetti o la creazione di cluster competitivi o quello sull’economia verde, oppure su nuove carriere scolastiche e programmi di training improntati sullo spirito imprenditoriale. Non va dimenticato che il 2010 è l’anno europeo della creatività e dell’innovazione, gestita direttamente dalla Direzione Generale Cultura della CE.
Considerando anche le priorità della Commissaria Geoghegan-Quinn e la crescente importanza dei Fondi Strutturali, appare chiaro come la definizione di innovazione sulla quale l’Europa sta riflettendo diventi sempre più ampia.
Toccherà alla Commissaria alla Ricerca, come affermato durante il suo hearing al Parlamento, coordinare le diverse future attività attraverso un gruppo di lavoro di Commissari focalizzato sull’Innovazione, e stando alle sue aspettative, finalizzare ed implementare il nuovo Innovation Act.
Il ritardo nella pubblicazione dell’atto può essere giustificato dalla particolare fase di transizione che l’esecutivo europeo sta vivendo e dalla difficoltà di gestire l’innovazione europea che acquista carattere sempre più complesso e centrale nelle politiche dell’ Unione , coinvolgendo di conseguenza sempre più attori. Non resta che attendere la pubblicazione dell’atto per vedere che peso la DG Impresa avrà per l’innovazione europea.
L’opinione della DG Cultura: Il braccio esecutivo dell’Istruzione dell’ Unione Europea sta attualmente portando a termine un ‘Manifesto per l’innovazione’, redatto da un gruppo di 27 ambasciatori della creatività e dell’innovazione.

 

BANDI
7°PQ – Ambiente incluso cambiamento climatico
Il prossimo bando (Work Programme 2011) verrà pubblicato a luglio 2010 con scadenza gennaio 2011. Il tema generale del Piano di Lavoro (overarching theme) sarà “Transformation to Sustainable Societies in a Changing Environment”. Un focus importante sarà la cooperazione internazionale, in particolare con la Regione Latino-Americana .
CIP Eco-Innovation
La pubblicazione del nuovo bando del Programma CIP Eco-Innovation è previsto per Aprile 2010. Un budget di circa 30 M euro è stanziato per progetti sui seguenti temi: riciclo di materiali; innovazioni in ambito edilizia; alimentazione e greening business. La giornata informativa europea del programma si terrà a Bruxelles ad Aprile 2010. Informazioni:
http://ec.europa.eu/environment/eco-innovation/events_en.htm
 

 

LIFE+
Il nuovo bando è atteso a maggio 2010, con scadenza 4 ottobre 2010. Ogni Stato Membro organizzerà un workshop per chi vuole partecipare. La lista dei workshop verrà pubblicata a questo link: 
http://ec.europa.eu/environment/life/news/events/events2009/info_workshops09.htm

 

Invito a presentare candidature per la Capitale Verde Europea dell’anno
Possono partecipare le città che promuovono attivamente la sostenibilità e la protezione dell’ambiente. Organizzata annualmente dalla Commissione Europea, questa competizione mette in rilievo le città più ecosostenibili dell’Europa http://ec.europa.eu/index_en.htm#eu_tube_disclaimer

 

IL BANDO 2010 DEL PROGRAMMA ENERGIA INTELLIGENTE EUROPA (CIP)

Il 3 febbraio 2010 si è svolta a Bruxelles la giornata informativa relativa al nuovo bando Europeo di Energia Intelligente Europa (EIE).
Nel mese di marzo la Commissione Europea pubblicherà il bando 2010 , prevedendo per quest’anno un budget a supporto dei progetti di circa 56 milioni di euro; la scadenza per presentare le proposte è prevista per Giugno 2010.
Le attività finanziabili previste dalle 3 (più una trasversale) azioni EIE sono:

SAVE efficienza energetica

STEER efficienza energetica nei trasporti

ALTENER fonti rinnovabili

Energy-efficient buildings ATTIVITA’ VOLTE A:
• migliorare l’efficienza di edifici esistenti non residenziali o multi- residenziali

Energy-efficient transport ATTIVITA’ VOLTE A:
• aumentare la sicurezza dei pedoni e dei ciclisti
• controllo e certificazione della mobilità urbana
• distribuzione più efficiente delle merci

Renewable electricity (and CHP) ATTIVITA’ VOLTE A:
• snellire l’iter di estensione, rafforzamento della rete; misurazioni e pagamento, autorizzazioni per costruzione e pianificazione
• integrazione delle autorizzazioni e delle procedure di connessione della rete
• studi strategici e monitoraggio delle politiche, mercati e costi

CONSUMER BEHAVIOUR ATTIVITA’ VOLTE A:
• aiutare i consumatori a scegliere i prodotti più efficienti energeticamente
• diffondere la consapevolezza sulle tematiche riguardanti le politiche di efficienza energetica

CAPACITY BUILDING ON CLEAN TRANSPORT ATTIVITA’ VOLTE A:
• supportare la formazione accademica
• formazione ad agenzie locali e regionali con l’obiettivo di creare nuovi servizi di trasporto

BIO-ENERGY ATTIVITA’ VOLTE A:
• portare sul mercato bio risorse non utilizzate
• sviluppare piani locali e regionali sulla bio energia
• stimolare investimenti e accordi commerciali per la fornitura sostenibile di biogas, biomasse solide e biocarburanti liquidi
• incoraggiare l’utilizzo di biogas nelle rete
• promuovere qualità, standard e schemi di sostenibilità per i prodotti bio-energetici

 

 

RENEWABLES IN BUILDINGS ATTIVITA’ VOLTE A:
• accelerare l’utilizzo della biomassa, geotermico e solare per riscaldamento e raffrescamento e fotovoltaico per gli edifici energeticamente efficienti
• promuovere nuove regole o ordinanze relative all’attività costruttiva
• capacity building per autorità locali e regionali
• informazione mirata sulle misure di supporto, sui costi e benefici, e performance dei sistemi a energia rinnovabile
• stimolare gli investimenti in energia rinnovabile per gruppi di costruzioni creando economie di scala

INTEGRATED INITIATIVES

Local energy leadership ATTIVITA’ VOLTE A:
• collaborazioni in larga scala di network di autorità locali
• scambi di esperienze tra autorità locali esperte e meno esperte  

Financing intelligent energy in housing ATTIVITA’ VOLTE A:
• sviluppo ed implementazione di schemi finanziari ad hoc, preferibilmente da fondi di rotazione, con lo scopo di migliorare le performance energetiche degli edifici

 

EVENTI
Settimana Europea dell’Energia Sostenibile (EUSEW 2010): Bruxelles, 22/26 marzo

Da lunedì 22 a venerdì 26 Marzo 2010, si svolgerà a Bruxelles e in altre grandi città di tutta Europa la IV edizione della Settimana Europea dell’Energia Sostenibile (EUSEW 2010).
Sotto l’ombrello della Sustainable Energy Europe Campaign, un’iniziativa della Commissione europea, gestita dall’Agenzia Esecutiva per la Competitività e l’Innovazione (EACI), la Settimana Europea dell’Energia Sostenibile è tra gli eventi più importanti in Europa sulle questioni energetiche.
Unioncamere del Veneto Eurosportello del Veneto sarà presente in quanto partner del progetto IEE “CHANGE” – che comprende oltre ottanta Camere di Commercio di tutta Europa - nato per sensibilizzare le PMI alle tematiche inerenti le energie rinnovabili ed il risparmio energetico.
Per maggiori informazioni sul progetto CHANGE: http://www.eurochambres.eu/Content/Default.asp?PageID=232 e anche http://www.eurosportelloveneto.it/change.asp

 

STRATEGIA EU2020

La Commissione europea ha lanciato il 3 marzo la Strategia Europa 2020 con lo scopo di uscire dalla crisi e preparare l’economia dell’UE per il prossimo decennio.
La nuova strategia sostituisce l’agenda di Lisbona adottata nel 2000, e mette l’innovazione e la crescita verde al centro del suo programma per la competitività. UE 2020 Propone inoltre un più rigoroso monitoraggio dei programmi nazionali di riforme come proposto dal Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy.
La strategia Europa 2020 delinea, per il prossimo decennio, un quadro dell’economia di mercato sociale europea basato su tre settori prioritari :
crescita intelligente: sviluppando un’economia basata sulla conoscenza e sull’innovazione,
crescita sostenibile: promuovendo un’economia a basse emissioni di carbonio, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva,
crescita inclusiva: promuovendo un’economia con un alto tasso di occupazione, che favorisca la coesione sociale e territoriale.
I progressi registrati verso la realizzazione di questi obiettivi saranno valutati sulla base di cinque traguardi principali rappresentativi a livello di UE, che gli Stati Membri saranno invitati a tradurre in obiettivi nazionali definiti in funzione delle situazioni di partenza:
1.
il 75% delle persone di età compresa tra 20 e 64 anni deve avere un lavoro;
2.
il 3% del PIL dell’UE deve essere investito in R&S;
3.
i traguardi “20/20/20” in materia di clima/energia devono essere raggiunti;
4.
il tasso di abbandono scolastico deve essere inferiore al 10% e almeno il 40% dei giovani deve avere una laurea o un diploma; 
5.
20 milioni di persone in meno devono essere a rischio di povertà.
Per raggiungere questi traguardi, la Commissione propone un programma Europa 2020 che consiste in una serie di “iniziative faro”.
- L’ Unione dell’Innovazione
- Youth on the move

- Un’agenda europea del digitale
- Un’Europa efficiente sotto il profilo delle risorse
- Una politica industriale per la crescita verde
- Un’agenda per nuove competenze e nuovi posti di lavoro
- Piattaforma europea contro la povertà
Realizzare queste iniziative è una priorità comune, che richiederà interventi a tutti i livelli: Organizzazioni dell’UE, Stati Membri, autorità locali e regionali.

 

ELEZIONE DEL NUOVO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO EUROPEO DELLA RICERCA

Il Consiglio Europeo della Ricerca ha un nuovo Presidente e Chair del Consiglio scientifico, la Prof.ssa Helga Nowotny , scienziata di fama internazionale nel settore delle Social Studies of Science and Technology. Il nuovo Presidente dell’ERC è stata eletta all’unanimità lo scorso 19 Febbraio.
La prof.ssa Nowtony si è insediata ufficialmente il 1° marzo e proseguirà nel ruolo che per più di tre anni è stato del Prof. Fotis C. Kafatos, il quale, dopo le dimissioni avvenute in gennaio, continuerà ad essere un membro del Consiglio Scientifico nonché Presidente onorario dell’ERC.
La Prof.ssa Nowtony oltre ad essere stata fino ad ora vice-presidente del Consiglio Scientifico ERC è anche professoressa emerita di Social Studies of Science presso lo Swiss Federal Institute of Technology Zurich -ETH Zurich, e Chair dello Scientific Advisory Board dell’Università di Vienna.
Press release ERC: http://erc.europa.eu/pdf/Press_release_Nowotny.pdf

 

VISUALIZZA  TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI

 

HOME

 

 

OPPORTUNITA' DI STAGE ALL'ESTERO, A CURA DI EUROCULTURA

Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che si è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità.  

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
 
www.eurocultura.it

 

OPPORTUNITA’ DI STAGE

Stage nella comunicazione on line a Londra

Esperti di trasformazione architettonica delle città, in particolar modo di Londra, la prossima sede delle olimpiadi 2012, gli Ash Sakula Architects si misurano in una nuova lettura degli spazi urbani.
La società sta cercando un tirocinante da inserire in un progetto di comunicazione on line di ampio raggio, dedicata all’architettura e agli spazi urbani.
Il lavoro sarà incentrato sulla ricerca di modi interattivi di comunicazione come vetrina di progetti finiti.
Dovrà utilizzare al meglio diverse piattaforme e diversi siti web interconnessi.
Il tirocinante dovrà dimostrare di essere un navigato utente di internet e di essere attivo su più parti: blog, community, forum.
Il suo compito sarà quello di gestire un blog con links a YouTube, Flickr e social media.
Avrà l’opportunità di apprendere principi di SEO (search engine optimization, vale a dire tutte quelle attività finalizzate ad aumentare il volume di traffico di un sito web).
La sede è Londra e la durata del tirocinio è di tre mesi. Si tratta di una posizione che può conciliarsi con eventuali studi, sempre che siano garantite almeno 20 ore alla settimana.
Sono previsti rimborsi spesa e buoni pasto.
Per candidarsi inviare CV (con fotografia) e una lettera di motivazione all’indirizzo
cany@ashsak.com.  

Ash Sakula Architects

5 Hatton Wall
UK - EC1N 8HX London

tel.: +44 (0) 20 78 31 01 95
fax: +44 (0) 20 78 31 06 29
www.ashsak.com

BUONO A SAPERSI

CV per l'estero

Esistono varie forme di CV: cronologico, tematico, misto ed europeo. Mentre il primo mette in evidenza la crescita professionale nell’arco della vita lavorativa, il secondo punta alle competenze specifiche per un determinato posto o mansione. La versione mista unisce gli anni formativi e lavorativi alle competenze acquisite e alle responsabilità coperte. Il CV europeo costituisce un tentativo di superare le differenze dei mercati nazionali proponendo un modello rigido di facile lettura.
Ogni paese ha il suo standard per la candidatura. Sono simili nei paesi della stessa famiglia linguistica ma esistono sempre delle differenze più o meno sostanziose, per esempio tra il CV per il Regno Unito e per gli Stati Uniti, per la Germania e per l’Austria. Se in un paese serve un CV cronologico all’inverso, un altro invece richiede la fotografia in alto a destra. Oppure si preferisce un riassunto delle competenze all’inizio, prima di scendere nei dettagli cronologici.
La forma e il contenuto del CV non dipende solo dal paese desiderato ma anche dalla propria esperienza. Chi ne ha poca fa meglio ad utilizzare la forma standard. Chi invece ne ha tanta, dovrebbe personalizzarlo al massimo per evidenziare bene le proprie competenze e capacità.

www.cambiolavoro.com 

CV in vari lingue

www.prospects.ac.uk 

CV per il Regno Unito

www.careermosaic.com

CV per gli Stati Uniti 

http://europass.cedefop.europa.eu

CV europeo

 

Tutto l'estero in .pdf

L'estero a portata di mano due volte al mese con la rivista “Ora di Muoversi”. Occasioni da prendere al volo, informazioni per pianificare la permanenza all’estero con successo, i consigli dei career counsellor di Eurocultura, i settori più promettenti per diplomati e laureati, le tendenze nei vari mercati del lavoro europei, la candidatura perfetta nelle varie lingue, le modalità per emigrare, i siti utili per trovare il lavoro stagionale durante l’estate. 
Nel prossimo numero si parla di:

  • Canada: le “buone” professioni

  • Francia: lavorare come segretaria

  • Regno Unito: L'estate in agricoltura

  • Mondo tedesco: le opportunità nei parchi di divertimento

  • Stage all'estero: la tabella di marcia per riuscire

  • Studio universitario in Germania

  • Finanziamenti per il Master all'estero

  • Imparare lo spagnolo

  • Requisiti e benefici del volontariato breve e lungo

  • Da Bruxelles: Europa nell'anno 2020

  • Esperienza

  • Offerte di lavoro nelle Organizzazioni Internazionali e nel mondo universitario

  • Stage nelle capitali del mondo

  • Summer School culturali e professionalizzanti

  • Campi di lavoro dal Regno Unito all'Ungheria

Ora di Muoversi: 50 pagine piene di informazioni utili per chi vuole andare all'estero.
Ora di Muoversi  è compreso nella quota associativa annua di Eurocultura che è di soli 15 Euro (enti 30 Euro). 

WORKSHOP

Workshop “Careers Abroad”

Stage nel mondo

Vicenza, sabato 27 marzo 2010, 10.00-16.00

La sfida delle aziende oggi è globale e il solo prodotto di qualità non è più sufficiente. Senza personale adeguatamente formato diventa sempre più difficile reggere la concorrenza del mercato mondiale.
Al futuro collaboratore servono, oltre che le competenze tecnica, la capacità di muoversi con disinvoltura in un contesto internazionale e cioè parlare fluentemente le lingue e conoscere la cultura, i comportamenti ed il modo di pensare dell’interlocutore straniero. Questi requisiti possono essere acquisiti durante lo studio o subito dopo la laurea attraverso uno stage. Alcuni mesi in un’azienda all’estero consentono di migliorare la conoscenza della lingua, di capire le modalità di lavoro e l’organizzazione aziendale di un altro paese. 
Oggi gli stage possono essere svolti ovunque, dal Regno Unito alla Spagna, dalla Svezia alla Germania, dall’Australia agli Stati Uniti, dalla Russia al Giappone. Non solo le multinazionali ma anche le piccole e medie imprese accolgono stagisti stranieri, consce del fatto che in un’economia globale serve uno  staff internazionale. 
Obiettivi e contenuti del workshop

“Careers abroad” intende preparare i partecipanti, attraverso un percorso strutturato, ad organizzare ed attuare la ricerca di uno stage nel mondo. A partire da un’approfondita analisi dei paesi e dei settori produttivi contraddistinti da opportunità molto positive, con particolare attenzione ai paesi anglofoni, vengono suggerite soluzioni adeguate per affrontare i principali problemi connessi con il lavoro e la vita all’estero, favorendo il risparmio di tempo e di risorse. 
Oltre ad illustrare i criteri di aggiudicazione delle borse di studio nazionali e internazionali, viene affrontato con particolare attenzione il tema del Curriculum e della cover letter, in considerazione del fatto che il successo nella ricerca  dipende molto da un’efficace presentazione. Infine, ogni partecipante ha l’occasione di chiarire questioni e dubbi inerenti il proprio percorso all’estero.
Per informazioni e iscrizione:
Eurocultura 
0444-964770
info@eurocultura.it 
www.eurocultura.it



Il servizio Informacittà di Bassano del Grappa, in collaborazione con l'Associazione Eurocultura, organizza: 

Moving the world
Destinazione Regno Unito

18 marzo 2010, ore 20.30 

Informacittà
Piazzale Trento 9/a

Bassano del Grappa (VI)

relatore: Bernd Faas 
Queen, Tower of London, Manchester United, Highlands: sono parole diventate parte della cultura universale. L’inglese è oggi la lingua franca del mondo. Sono motivi più che sufficienti per vedere nel Regno Unito il luogo ideale per formazione e lavoro, da dove si torna a casa con un bagaglio personale e professionale più ricco di prima.  

La patria del “fish and chips” offre opportunità per chiunque: per chi vuole migliorare la lingua tramite un corso, per chi vuole frequentare un’università prestigiosa, per chi vuole fare il volontario per qualche settimana o mese, per chi vuole fare la ragazza alla pari, per chi vuole svolgere uno stage presso un’azienda all’avanguardia, per chi vuole lavorare qualche mese in un parco di divertimento oppure per chi sta pensando di trasferirsi per alcuni anni come ingegnere, insegnante, personale sanitario o alberghiero. 
Il relatore Bernd Faas indica durante l'incontro le strade utili per verificare la fattibilità del proprio desiderio fornendo le informazioni e i consigli giusti.
 

Informazioni:

Informacittà Bassano del Grappa (VI)
tel. 0424-237584

informacitta@comune.bassano.vi.it

www.comune.bassano.vi.it


 

HOME

 

 

INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALL’UE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per “l’informazione europea su misura”, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall’ Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.Per visualizzare l’elenco cliccare il seguente link:
  http://www.euroreporter.eu/bollettino_quindicinale_word.asp .

 

HOME

 

 

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter cliccare  QUI
Eurosportello informa - Anno XIV N 5 – 2010
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/0999411 – Fax. 041/0999401
 http://www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it


Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

 Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione:  Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato:
  Andrea Baggioli, Roberto Bassetto, Sara Codognotto, Rossana Colombo, Beatrice De Bacco, Erica Holland,  
Laura Manente
, Filippo Mazzariol, Matteo Peri, Daniela Nardello, Brankica Raskov, Samuele Saorin, Alessandra Vianello, Alessandro Vianello

 

HOME